Toro: Darmian c’è e si vede, Quagliarella sotto la Maratona nove anni dopo

Toro: Darmian c’è e si vede, Quagliarella sotto la Maratona nove anni dopo

Europa League, Torino – Brommapojkarna 4-0: le pagelle di TN / Padelli spettatore non pagante, Nocerino e Molinaro impeccabili. E il “Brigante” Martinez si presenta con un goal…

di Diego Fornero, @diegofornero

Diamo i voti ai granata in questo esordio casalingo in europa contro il Brommapojkarna: un rotondo 4-0 che spalanca al Torino le porte della fase play-off di Europa League.

PADELLI sv: Impossibile giudicare la sua prova, si dedica ad un paio di rinvii e fa da spettatore non pagante all’esordio casalingo dei suoi… Qualcuno gli passi un caffé.

BOVO 6: Sbaglia qualche appoggio di troppo, pur non rischiando nulla a livello difensivo, complice anche la pochezza dell’avversario. Coglie in pieno il palo alla destra di Blazevic con una bella punizione nella ripresa

GLIK 6.5: Sfiora la rete di testa in un’incursione alla mezzora, per il resto amministra bene la situazione e si concede anche qualche giocata. Acclamatissimo dai tifosi, è lui capitan Europa (st 35′ JANSSON 6: Entra in campo come vice-Glik, ed esordisce all’Olimpico contro i suoi connazionali. Un banco di prova certamente non dei più difficili, ma l’ex Malmoe si fa trovare pronto”).

MORETTI 6.5: E’ un’istituzione là dietro: non rischia nulla e fa valere la sua autorità. Impeccabile.

DARMIAN 7: Se Cerci è ancora lontano dalla forma migliore, l’altro azzurro è tornato, e si vede. Al 37′ segna la sua prima rete stagionale con un bel piattone di destro che, deviato dalla difesa, si insacca sotto l’incrocio dei pali.

NOCERINO 7: Strappa applausi al 31′ con una magia di tacco al volo con la quale pesca un liberissimo Molinaro. Al 60′ tenta il piattone preciso sul quale Blazevic si supera. In generale, non si priva mai del lusso della giocata di fino, l’avversario lo consente, è vero, ma l’ex Milan non manca di mostrare la sua qualità.

PEREZ 6.5: Il vice Vives risponde presente alla prima da titolare in granata, complice la squalifica dell’inesauribile “Professò”. Prova positiva quella dell’ex Atletico Madrid, che, seppure con tempi non velocissimi, fa girare bene il pallone.

BENASSI 6.5: Cerca la porta al 33′, e per poco non sfiora la sua seconda euro-rete (segnò già con la maglia nerazzurra dell’Inter). Non dimostra i suoi vent’anni, e gioca con la maturità di un veterano. Qualità da non sottovalutare nel corso della stagione…

MOLINARO 7: Vero e proprio martello sulla fascia mancina, si lascia un po’ impensierire soltanto dalla velocità di Barkroth nei recuperi. Nella ripresa dilaga, e si interfaccia splendidamente con Nocerino. Sul finale, assist perfetto per la prima rete in granata del “Brigante vinotinto” Josef Martinez.

BARRETO 6: Gli piace giocare di prima, lo sappiamo: dopo 7′ uno dei suoi veli favorisce una grande incursione di Molinaro. Ad inizio ripresa sparacchia addosso al portiere un pallone invitante, al 60′ ci riprova ma trova una gran risposta di Blazevic. Lascia il posto a Martinez tra gli applausi del pubblico (st 17′ MARTINEZ 7: “El brigante vinotinto” entra con la carica giusta e sfiora la prima rete con un sinistro alto di poco, al 75′, all’esito di una bella azione personale. Mette il sigillo sul definitivo 4-0 con una bella capocciata sul secondo palo, presentandosi ai suoi nuovi tifosi all’Olimpico nel modo migliore…).

LARRONDO 6: Questa volta resta a secco “El Flaco”. Propizia, dopo soli 3′, l’autorete ospite, con un bell’inserimento sulla sinistra, trovando la difesa svedese aperta come burro. Alla mezzora stoppa un pallone che avrebbe dovuto essere buttato dentro. Lascia il posto nella ripresa ad un applauditissimo Quagliarella (st 10′ QUAGLIARELLA 6.5: Subito pericoloso, eccede in generosità lasciando un pallone a Nocerino, parato da Blazevic. Centra una traversa e trasforma freddamente il rigore del 3-0, segnando la sua prima rete nella “nuova” esperienza in granata, nove anni dopo).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy