Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

LE VOCI

Toro, Cairo scherza con Mihajlovic: “L’ho sempre stimato, ma per quel giocatore…”

Toro, Cairo scherza con Mihajlovic: “L’ho sempre stimato, ma per quel giocatore…”

Le parole del presidente granata e dell'ex tecnico del Toro sul loro rapporto e un retroscena sul mercato che causò frizioni

Redazione Toro News

Al Festival dello Sport di Trento, il presidente Urbano Cairo ha ritrovato una vecchia conoscenza, Sinisa Mihajlovic, tecnico del Torino dal 2016 al 2018. I due si sono incontrati in occasione dell'evento "Sinisa Mihajlovic, partita della vita", in cui hanno condiviso il palco svelando qualche retroscena sul loro rapporto.

LEGAME - Cairo ha sottolineato come la stima per l'ex tecnico del suo club si: "Ho sempre stimato molto Sinisa, ci conoscevamo perché ci vedevamo davanti a scuola per i figli. Mi piaceva come calciatore, allenatore e persona, c'era un bel feeling". Motivo che avrebbe portato il presidente a sceglierlo per guidare il suo Torino: "Quando è stato esonerato al Milan e Ventura ha accettato la Nazionale, è venuto in mente Sinisa a me e a Petrachi. Abbiamo pensato che potesse essere l'allenatore giusto, per il temperamento, per il suo gioco aggressivo, generoso, senza paura e coraggioso. Tutto è stato fatto in grande velocità. La prima annata è stata molto bella, eccezionale la prima parte con vittorie con Roma e Fiorentina, con un gioco spumeggiante.Belotti ha fatto 26 gol, Iago Falque ne fece 12. Era un gioco bello e dinamico, tutto molto all'attacco".

FRIZIONI - I due hanno anche ricordato un episodio che al tempo creò delle crepe nel rapporto tra tecnico e presidente: un obiettivo di mercato. "Nella campagna acquisti invernali il mister si era fissato che voleva prendere un giocatore particolare. Che io dicevo, costa molto e non è giovane. Il mister lo voleva a tutti i costi e io gli dicevo che non ci avrebbe fatto fare il salto di qualità e non era neanche giovane. Lì c'è stato un attimo di frizione, poi ci siamo parlati e abbiamo chiarito tutto per bene. Alla fine quell'anno facemmo il nono posto, per raggiungere l'Europa mancavano pochi punti... ". Pronta la risposta di Mihajlovic: "Mancava quel giocatore là...", a cui sono seguite gli applausi del pubblico e le risate del presidente che chiude: "Lo volevi proprio eh? Lo volevi a tutti i costi...".

tutte le notizie di