Torino, chi è Pobega: ecco il giovane centrocampista che i granata seguono

Focus on / Ecco l’identikit del giovane che interessa al Toro: che per lui potrebbe avere una corsia preferenziale

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Il Toro ha puntato Tommaso Pobega, come già riportato su queste colonne. Si tratta di un giovane e promettente centrocampista classe ’99 di proprietà del Milan ma quest’anno a Pordenone, in prestito, che sta convincendo in serie B: andiamo a scoprire qualcosa di più sul giocatore.

Calciomercato, il Toro osserva Pobega. Con Candellone sponsor

LA STAGIONE E LE QUALITÀ – Pobega è nato il 15 luglio 1999 a Trieste e guardandolo salta all’occhio la fisicità: è alto un metro e 88 ma alla stazza associa capacità organiche importanti (non sfigurerebbe neanche come cestista, ed in fondo la pallacanestro è uno sport che segue, essendo un appassionato di NBA). Doti fisiche ma non solo: ed a Pordenone sta convincendo. Vero, è alla prima esperienza in B (prima della squadra friulana aveva giocato alla Ternana in Serie C dopo essere uscito dal settore giovanile del Milan), ma in una squadra di vertice (i ramarri sono quarti in classifica) ha già collezionato 21 presenze in campionato ed una in Coppa Italia, per un totale di 1683′ di gioco nei quali ha messo a segno anche 5 reti (di cui una in Coppa Italia) e 3 assist. E adesso molte squadre di Serie A gli hanno messo gli occhi addosso, tra cui il Torino. Che potrebbe avere una corsia preferenziale: gli agenti di Pobega, facenti parte del gruppo capeggiato dal procuratore Patrick Bastianelli, con il direttore sportivo granata Massimo Bava hanno già fatto diversi affari per le giovanili (tra cui l’acquisto di Karlo Butic e il rinnovo contrattuale di Shady Oukhadda).

TECNICA – L’intelligenza in campo è un fattore in più per lui. Ottimo negli inserimenti, il centrocampista ha dimostrato in questa stagione in B – ed anche prima nei suoi trascorsi con la Primavera rossonera – un’attenta visione di gioco. Ciò l’ha portato a castigare avversari di peso come Frosinone (3 goal in 2 gare) ed Empoli, oltre al Feralpisalò in Coppa Italia (dove, curiosità, venne servito proprio dal granata Candellone, che ai nostri microfoni gli ha fatto anche da “sponsor”). Insomma, si parla di un prospetto di sicuro interesse per il Toro, che – se saprà giocare bene le proprie carte – potrebbe assicurarsi un grande talento.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. filippo.burdes_10466498 - 7 mesi fa

    Speriamo!! Sembra forte

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy