Torino, dalle 5 sconfitte ai 43 gol subiti: per ora è uno dei campionati peggiori della storia

Il punto / Il ruolino di marcia attuale dei granata è paragonabile alle annate poi concluse con retrocessioni

di Luca Sardo

Continua il momento nero del Torino, in una stagione che assume sempre più i connotati di un incubo. A livello di risultati, continua la caduta libera: quella raccolta dai granata in casa del Milan è stata la quinta sconfitta consecutiva. Un filotto simile in casa Toro non accadeva dal gennaio/febbraio del 2007 quando sulla panchina del Toro c’era Zaccheroni. Di lì a poco il tecnico romagnolo, arrivato al Torino praticamente un giorno prima dell’esordio in campionato, sarebbe stato esonerato, e i granata si sarebbero salvati alla penultima giornata con Gianni De Biasi alla guida.

La scommessa di Moreno Longo

I NUMERI – In quella stagione furono 6 le sconfitte consecutive con Inter (1-3), Parma (1-0), Udinese (2-3), Reggina (1-2), Lazio (2-0) e Chievo (3-0), record negativo come nel 1999/2000 con Mondonico in panchina. Nel periodo che va da fine novembre ’99 ad inizio gennaio ’00 i granata persero con Perugia (0-1), Parma (4-1), Milan (2-0), Udinese (0-1), Reggina (2-1) e Lecce (1-2). Quel campionato si concluse con la discesa in Serie B. Altro dato eloquente: fino ad ora i granata hanno raccolto 27 punti in 24 partite. Peggio non si faceva dal 2008/2009, campionato terminato poi con la retrocessione in Serie B (stagione in cui i granata conquistarono 20 punti nelle prime 24 partite). Infine, 43 gol in 24 partite il Torino non li prendeva in Serie A dal 1958/59: il “Torino Talmone” subì 53 gol in 24 giornate e a fine campionato arrivò la prima retrocessione in Serie B della storia granata. Per quanto riguarda le reti subite in 24 partite il Torino quest’anno ha fatto persino peggio dell’annata maledetta 2002/2003, quando nello stesso intervallo di tempo il Torino di Cimminelli prese 42 gol: a fine campionato, ultimo posto con annessa retrocessione.

LOTTA SALVEZZA – Insomma – analizzando e leggendo i dati sopra citati – si può dire che i granata stiano confezionando uno dei peggiori campionati dei 113 anni di storia. Da non dimenticare a questo proposito lo 0-7 rifilato dall’Atalanta di Gasperini lo scorso 25 gennaio che è stata la peggior sconfitta interna della storia per il Torino. Dopo questa serie di risultati negativi e, osservando la classifica attuale, arrivati a questo punto è ormai chiaro a tutti che il Torino dovrà lottare per salvarsi e rimanere in Serie A. Non sarà facile per Longo e i suoi considerando lo stato di forma di alcune dirette contendenti, ma mancano ancora quattordici partite per far sì che lo spettro di una catastrofe sportiva come la retrocessione aleggi lontano dal Filadelfia.

45 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. aimo.marc_150 - 8 mesi fa

    A me piacerebbe in questo sito, a parte i NON MI PIACE che mettono di default quando si parla male della società (notatelo, è una costante!), qualche dichiarazione serie da parte della dirigenza. Abbiamo un DG e un DS? Hanno qualche pensiero anche loro oppure li mandano solamente a piangere in tv contro gli arbitri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 8 mesi fa

    So che per molti fratelli granata suonerà come un’eresia, ma oggi consiglio di leggere il pezzo di Manassero su Tuttosport. In parole chiare, inconfutabili, sono spiegate le cause del nostro disastroso campionato. Sono le stesse cose che da mesi, soprattutto dal mercato di agosto, andiamo ripetendo, ma, ovviamente sono espresse molto più chiaramente di come la abbiamo fatto noi. Penso che l’articolo sia l’atto di accusa più attinente nei confronti di questa vergognosa, cinica, bugiarda presidenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

    Miglior presidente pochi cazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Emilianozapata - 8 mesi fa

    Ho letto il post di un giovane granata che ricordava che la discesa in B anni fa fu il prologo allo squadrone che andò in finale in Uefa. Ma la storia non si ripete mai allo stesso modo. Oggi la discesa in B sarebbe solo l’inizio della nostra definitiva estinzione. I tempi, sa Borsano in qua, sono molto cambiati. E temo che né Longo né gli attuali giocatori siano ora in grado di fare un campionato di “resistenza” in A.
    Ricordo che un gobbo una volta mi disse:”Cairo vi ha dato la A ma vi ha tolto i sogni”. Peggio: ci ha regalato un incubo.
    Un abbraccio a tutti i fratelli granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio - 8 mesi fa

    come diceva il semenzara: menagramo di un menagramo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabrizio - 8 mesi fa

    come diceva quel tale…
    la ciliegina sulla torta… sta’ per arrivare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. paviagranata - 8 mesi fa

    Cairo, Mazzarri, Bava e Comi, un grazie per aver battuto tutti i record con una squadra difficilmente migliorabile, pensa un po se la miglioravate…. Nessuno dei 4 prodi fa dichiarazioni, si nascondono come ladri…. Maledetti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gisncarlomareng_13974210 - 8 mesi fa

      Oltretutto, il nano maledetto,si è rinchiuso in un cocciuto silenzio…a dimostrazione di quanto sia infame e subdolo…facile fare proclami quando si vince qualche partita…CAIRO SPARISCI!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi2 - 8 mesi fa

    Borussia Dortmund schiera tre giocatori in attacco sotto i vent’anni e sta vincendo col psg. Simeone, da quando è all’atletico ha fatto esordire 29 canterani. Anche in Italia gli esempi si sprecano, avere un dg un ds un allenatore ed una rete di osservatori forte e attiva è fondamentale per contrastare i vari sceicchi. Noi abbiamo dalla primavera in giù investito praticamente zero e pure li i risultati si vedono, pure togliere bava alla primavera per risparmiare è stata una mossa disastrosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 8 mesi fa

      hanno societa’ serie e ambiziose alla spalle, che vogliono crescere economicamente..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 8 mesi fa

        con dei tifosi che non si lasciano abbindolare….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. borntorun - 8 mesi fa

      Ciao a tutti i fratelli, premetto che vivo a Malaga da 20anni e tifo TORO dagli anni 70 da quando vivevo a Torino e andavo in maratona quella vera, e solo per dire che ho appena visto Atletico -Liverpool e quella meravigliosa tifoseria o hinchadas come dicono in Spagna che ha lÀtletico una simbiosi perfetta tra squadra e tifosi e con il Cholo che non smette di incitare i tifosi, nessuno che se ne va finche`la squadra non ringrazia . Certo il TORO attuale non e lÀtletico pero che spettacolo , come lo vedrei bene Simeone al Toro. Un saluto da Malaga SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 8 mesi fa

    Bene presidente, direi che questo è tutto quindi vada via prima di peggiorare ancora le cose. Quindi venda il TORO per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. peluches - 8 mesi fa

    E i risultati del settore giovanile, presiniente anche quelli sono difficilmente migliorabili!!! Ultimi in tutte le categorie…o quasi!!! Anche in quello Sri difficilmente peggiorabile!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. peluches - 8 mesi fa

    E i risultati del settore giovanile, presiniente anche quelli sono difficilmente migliorabili!!! Ultimi in tutte le categorie…o quasi!!! Anche in quello Sri difficilmente peggiorabile!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dennislaw - 8 mesi fa

    UN APPELLO A LONGO , ALLA SOCIETA’, AI TIFOSI.
    Parafrasando Flaiano si potrebbe dire che la situazione è grave ma non è seria. Non è seria perchè per fortuna si parla solo di calcio, ma è grave per noi tifosi che ci rodiamo il fegato e dovrebbe esserlo anche per società e giocatori. Parlando sempre e solo di calcio ,penso che troppi errori sono stati commessi in questi anni e alla fine il tempo è , purtroppo, galantuomo, cioè i nodi vengono al pettine:partendo un pò più da lontano , non si possono vendere ai saldi ( meno di 30 milioni in due) Immobile e Cerci, la migliore coppia d attacco del Toro dai tempi di Pulici e Graziani ( sono i numeri a dirlo). E poi vendere fuoriclasse come Quagliarella e ottimi giocatori, come Ljajic per quattro soldi, non riscattare a 8 milioni ( quanto lo ha pagato la Lazio) Immobile , comperare un sacco di brocchi ( era Petrachi) strapagare Verdi, gettare via giocatori come Soriano e Zaza ( era convocato in nazionale, quella di Mancini non quella di Ventura) strapagare Verdi, onesto panchinaro nel Napoli, preferire Niang a Zapata, pagare un sacco di soldi per un allenatore che è sembrato decisamente superato ( Mazzarri) e in precedenza aver ceduto alla piazza e non aver preso Gasperini. E ora avere in panchina un bravo ragazzo, che sarà pure del Filadelfia, ma che nelle prime due partire non ha mostrato personalità e idee chiare a non ha dato una sua impronta e una svolta al gioco come invece hanno fatto Iachini e Nicola. Vorrei fare un accorato appello a Longo: faccia giocare i giocatori di categoria ( serie A) che ha in rosa: Sirigu, Nkoulou, Izzo, Rincon, Ansaldi, Baselli, Zaza, Belotti e gli costruisca intorno una schema tattico. NON faccia il contrario. Gli altri sono ( mi tremano le gambe al solo pronuncialo) di categoria inferiore : sere B. Attorno a questi c’è qualche giovane di bella speranza, ma vedo il solo Millico, non so nulla di Adopo e Singo. Forse si può recuperare Verdi schierato sulla fascia. Berenguer sarebbe un buon titolare nella Salernitana o giù di lì, Lukic pure.Ragioniamo freddamente: in serie B con i Lukic , Berenguer, Edera , Djidji ecc ecc una squadra farebbe fatica a centrare i play off. Vi ricordate quando con Cairo si disse che in B ci volevano giocatori di categoria? vi restammo tre anni. Invece con Borsano ( 89-90) giocammo con giocatori del calibro di Marchegiani, Mussi, Fusi, Benedetti, Policano . Dino Baggio, Cravero, GIacomo Ferri, Romano, Lentini,Mueller: e volammo in A. la morale per me è questa: si giochi con giocatori di categoria , con un allenatore di categoria, con una società di categoria. Cairo ti prego, dico come quel bambino a Lecca: non farci più piangere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 8 mesi fa

      riassumendo: un incompetente con la I maiuscola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Doc.Falstaff - 8 mesi fa

      Bravo Dennislaw, il tuo commento lo sento come se lo avessi scritto io ( a parte Zaza che è inguardabile).
      Ogni singolo ragionamento che hai fatto ha centrato in pieno le criticità che hanno fatto sì di ritrovarci in questa situazione avvilente, frustrante e penosa a causa di un avventuriero speculatore di basso livello che si sentiva emulo di Berlusconi nel suo delirio, il ché è tutto dire essendo Berlusconi un personaggio pieno di gravi ombre, ma almeno il suo lavoro lo ha saputo fare, invece questo omino che ha preso in ostaggio il nostro Toro e solo un poveraccio che si illude di essere un grande prendendo società mezze fallite, di vario genere, a zero costi ma che presto crollerà sotto le macerie di quanto ha gestito speculativamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ardi2 - 8 mesi fa

    E mi hanno cancellato il post, lo dico in altro modo, qualunque tifoso granata in 15 anni, con a disposizione quasi 60 milioni di diritti tv , più una decina tra sponsor e stadio, potendo fare plusvalenze, avrebbe potuto, semplicemente volendolo, creare un organigramma societario tale, da avere risultati sportivi molto migliori di quelli di cairo, senza mettere un euro esattamente come lui e altri, che però ci hanno surclassato in molto meno tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      Assolutamente, lo dico da anni che con questi introiti dai diritti un buon commercialista potrebbe fare e avrebbe potuto fare molto meglio di Cairo. Di sicuro non peggio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 8 mesi fa

        anche un iscritto al primo anno di economia e commercio con un passato da calciatore uisp farebbe meglio di Cairo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. fra_grant_3447307 - 8 mesi fa

    Ci sono tutte le componenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Andrea63 - 8 mesi fa

    Cairo sei nella storia….. Adesso puoi anche ritirarti!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. jimmy - 8 mesi fa

    E chi ci ferma più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13984311 - 8 mesi fa

    Ma possibile che in tutte le foto questo abbia sempre una faccia da piciu ????comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 8 mesi fa

      mica tanto.. ha la faccia di uno che pensa “guarda quanti ne ho fregati”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Mario66 - 8 mesi fa

    Grande commento athletic.
    I nostri Mali arrivano tutti dal burattinaio avido. Un cancro difficile da estirpare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. rb27 - 8 mesi fa

    Io resto dell’opinione, i risultati deludenti di oggi sono figli di una gestione negativa avvenuta nel corso degli anni. Il settimo posto della passata stagione, raggiunto cmq con diversi affanni, ha soltanto nascosto e rimandato i problemi attuali, come ad esempio quello delle evidenti lacune a centrocampo e della mancanza di un’identitá di gioco.
    Per me la gestione del Torino FC é giá da diversi anni una gestione da medio-bassa classifica: e con bassa ci può scappare la B (speriamo proprio di no!). Poi ognuno la pensi come vuole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Mimmo75 - 8 mesi fa

    Le ha sempre sparate grosse, ma nell’anno in cui ha parlato di squadra difficilmente migliorabile osando accostare il suo agire a quello del presidente del Grande Torino, qualcuno, più di uno, si è rivoltato nella tomba e gliela sta facendo pagare cara. Quindi direi bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Athletic - 8 mesi fa

    I risultati nell’era Cairo sono stati in linea di massima deludenti, bisogna ammetterlo. Società sana a livello economico, ma sotto l’aspetto sportivo, se togliamo gli anni di Ventura è stata una presidenza persino peggiore di quella di Ferrero della Samp o di Preziosi del Genoa, due personaggi quasi impresentabili, il che è piuttosto significativo. Negli anni di Ventura mi sono illuso che potessimo iniziare un percorso di crescita, che effettivamente c’è stato sino a che non è andato via. Quì sotto leggo della musichetta della Champions, e ricordo proprio Ventura che disse “tra qualche anno, invece dell’inno dell’EL, magari se ne potrà sentire un altro”, riferendosi proprio a quello della Champions e i presupposti potevano esserci. Mi rendo conto che quel progetto aveva un solo padre, che evidentemente faceva tutto e lo faceva bene. DS, DG, team manager e chissà che altro. Nessun problema nello spogliatoio, tanti giovani valorizzati, plusvalenze importanti, persino le scommesse perse da Petrachi venivano valorizzate quel poco che bastava per non perderci nulla, anzi per incassare qualche milioncino. Da quando è andato via Ventura è stata una lenta discesa, e spero riusciremo a fermarci prima di arrivare all’inferno. Miha ha mantenuto una buona squadra nel reparto offensivo, ma Cairo non ha adeguatamente sostituito Maksimovic e Glik. Alla fine Miha ha sbagliato l’acquisto di Niang, ma economicamente non ci abbiamo rimesso nulla. Mazzarri ha riportato definitivamente la squadra all’era pre-Ventura. Non ha mai accettato gli arrivi di Soriano e Zaza, il primo lo ha mandato via senza mai farlo giocare, il secondo lo ha tenuto giocoforza, senza mai farlo giocare lo stesso. E piuttosto di trovare il modo di far coesistere Zaza e Belotti, ha voluto Verdi, l’acquisto flop peggiore della nostra storia, per cifra spesa. Preparazione probabilmente sbagliata, incapacità di gestire lo spogliatoio, incapacità di dare un gioco alla squadra hanno completato il quadro. Il tutto con la complicità di Cairo, ovviamente. Dopo tutti questi anni è deprimente dover sottolineare che di calcio non capisce nulla. E’ passato dal prendere dei suoi pallini che poi hanno regolarmente fallito al lasciar fare a Ventura, che valorizzava i Cerci e gli Immobile, solo che poi lui glieli vendeva, e fin quì niente da dire, se chi li cerca sono Atletico e Borussia, ma invece di sostituirli in modo adeguato, prendeva dei trentaseienni a fine carriera, venendo ovviamente criticato dai tifosi. E adesso forse per accontentare i tifosi ha tenuto tutti, anche quelli che non volevano restare, creando così enormi problemi nello spogliatoio. Il problema non è lasciar andar via un bravo giocatore, basta semplicemente sostituirlo con uno che magari tra due anni sarà altrettanto forte e visto che si incassano parecchi soldi, magari completare un reparto carente, come il centrocampo ad esempio. E’ tutto molto semplice e dopo tutti questi anni invece ci ritroviamo a commettere gli stessi errori e comprare Verdi, un novello Recoba, solo molto più costoso. Non sono i tifosi che devono chiedere a Cairo di vendere, è lui stesso che dovrebbe farlo per manifesta incapacità gestionale di una società di calcio. E per farsi perdonare dovrebbe sbattersi per trovare un acquirente adeguato, giusto per farsi perdonare le sofferenze di tutti quei bambini o ragazzini, mio figlio incluso, che devono vivere una situazione così deprimente, così priva di speranza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 8 mesi fa

      Hai dimenticato che WM si è liberato anche di Ljajic dopo averlo fatto diventare un rincalzo.
      Il nostro giocatore più talentuoso degli ultimi 20.anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torino FC - 8 mesi fa

        Esattamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torino FC - 8 mesi fa

      Perfetto, quoto tutto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ddavide69 - 8 mesi fa

      Non parlate dei bambini che piangono ,come mio figlio che ultimamente piange di continuo, altrimenti poi il dottor Ponzon ti cazzia perché sei un padre che non insegna le cose giuste al proprio figlio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Paul67 - 8 mesi fa

    Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. guidopernigott_484 - 8 mesi fa

    Sto guardando per caso in TV l’ingresso in campo delle squadre in Champions atletico e Liverpool con la musichetta in sottofondo e stadio super mega pieno di passione colori ed entusiasmo…..lascio a voi le considerazioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. AndreaSilenzi - 8 mesi fa

    Sparisci al più presto, giornalaio maledetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-14554814 - 8 mesi fa

    Non dire così Luca Sardo che i nerdini di supporto alla redazione per là quale scrivi poi si offendono e quando loro si offendono scatenano l’inferno di pollo i versi!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. prawn - 8 mesi fa

    Squadra difficilmente migliorabile, Mazzarri uno dei migliori allenatori in giro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

      Il nostro Top-Player.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. user-14373160 - 8 mesi fa

    Per la permanenza in Serie A,situazione sorprendente data la qualità della “rosa”,occorre sostenere la squadra ed il tecnico fino all’ultima partita,contrariamente ,a torto od a ragione,a quello fatto nella gestione Mazzarri.SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fra_grant_3447307 - 8 mesi fa

      E dove sta tutta la qualità della rosa… In verdi? Aina?? Meite’???? Zaza?? Se non c’è società non c’è squadra, il succo è questo.. I pochi soldi, se vogliamo spesi perché non nomino le plusvalenze, sono stati spesi in paracarri ambulanti che al Chieri sarebbero in panchina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Patatrack - 8 mesi fa

    Toh…l’ennesimo record negativo dell’era mandrogna.

    Ma chi l’avrebbe mai detto…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

    Anche Grazie Mazzarri… qui si va ben oltre il record di punti dell’era Cairo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. user-13953968 - 8 mesi fa

    Grazie Cairo….bel modo per passare alla storia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy