gazzanet

Torino-Debrecen 3-0: l’EuroToro ipoteca la qualificazione

Sport Calcio Europa League: Torino-Debrecen 
Paolo Pavan Photographer

Nella foto: Belotti

Al 90' / Al Moccagatta finisce 3-0: ora altri 90' per ipotecare definitivamente il passaggio del turno

Nicolò Muggianu

Buona la prima per l'EuroToro, che non stecca e vince senza troppe difficoltà all'esordio stagionale in Europa League. Al Moccagatta il Debrecen è costretto ad inchinarsi sotto i colpi di Belotti, Ansaldi (nel primo tempo) e Zaza, al termine di una partita il cui esito non è mai parso realmente in discussione. Può sorridere anche Mazzarri, che nonostante il calo fisico della squadra nei secondi 45', affronterà il ritorno in Ungheria con un vantaggio considerevole. 3-0 il risultato finale

SUBITO BELOTTI - Nonostante la peggiore condizione atletica, il Torino decide di partire subito forte. La squadra di Mazzarri amministra i giochi e al 5' va vicinissima al gol del vantaggio con Bremer, che fallisce il tap-in vincente da due passi. Il gol però è nell'aria e arriva di lì a poco grazie alla firma di Belotti. Il capitano del Torino scatta sul filo del fuorigioco e conquista un calcio di rigore con la complicità di Nagy, troppo irruento in uscita. Dal dischetto il Gallo non si fa ipnotizzare: Torino in vantaggio al 19' e primo gol in Europa League per Belotti. Il gol dà fiducia ai granata, che mantengono saldamente in mano il possesso del pallone. Possesso che si trasforma nel gol del raddoppio al 42': Ansaldi fa partire un tiro-cross beffardo dalla sinistra, che inganna Nagy e si insacca in rete. Conclusione fortunosa dell'argentino, che non esulta nonostante il 2-0 valga tanto per il Toro.

FINALE - Il primo tempo passa in cavalleria con un assolo granata ed il parziale di 2-0. Herczeg allora capisce che qualcosa non va e a inizio ripresa si gioca la carta Garba, grande protagonista del turno di qualificazione precedente contro il Kukesi. Dopo un primo tempo dispendioso, cala la condizione atletica del Torino che inizia a scoprirsi ai contropiedi del Debrecen. Al 65' Varga ci prova al volo, ma la sua conclusione termina alta. Nonostante l'avvio di ripresa positivo della formazione ungherese, è il Torino ad andare vicino al tris con Berenguer che al 68' va a un passo dal 3-0 con tiro che sbatte sul palo. Le batterie però sono scariche e Mazzarri decide di attuare i cambi che aveva programmato: dentro Zaza e Lukic, al posto di Berenguer e Iago Falque. In pieno recupero è proprio l'attaccante ex Sassuolo a chiudere i giochi: il numero 11 è il più lesto ad avventarsi sul pallone proveniente dal corner e chiude i giochi. Finisce 3-0 al Moccagatta: i granata potranno contare su un vantaggio considerevole nel match di ritorno in Ungheria.

Potresti esserti perso