Lazio-Torino: granata nella Capitale per dare un segnale alla piazza

Lazio-Torino: granata nella Capitale per dare un segnale alla piazza

Verso il match / Il turno infrasettimanale propone la sfida contro la Lazio di Simone Inzaghi, teoricamente una concorrente per i piazzamenti europei

di Luca Sardo

Solo nel maggio scorso il Torino terminava il campionato di Serie A davanti alla Lazio. Oggi i biancocelesti rappresentano una realtà, quella della lotta per le posizioni europee, che il Torino sembra aver perso di vista. Il turno infrasettimanale per il Torino propone la trasferta con la Lazio di Simone Inzaghi allo stadio Olimpico di Roma alle 21 nel match valido per la decima giornata di campionato. Momentaneamente i granata sono undicesimi in classifica a quota 11 punti, mentre i biancocelesti occupano la sesta posizione con 15 punti raccolti in queste prime nove giornate di Serie A.

COME ARRIVA IL TORINO – I granata arrivano a questa trasferta con un ruolino di marcia di cinque punti nelle ultime sette partite. Fino ad ora, il Torino ha ottenuto solamente tre vittorie con Sassuolo, Atalanta e Milan, poi due pareggi con Napoli e Cagliari e quattro sconfitte con Parma, Lecce, Sampdoria e Udinese. Il Torino è dunque alla ricerca dei tre punti che non arrivano da un mese (l’ultima vittoria della squadra di Mazzarri è la partita contro il Milan del 26 settembre scorso) in un campo difficile come l’Olimpico di Roma, in cui però i granata la passata stagione portarono a casa un punto grazie al risultato di 1-1 con le reti di Belotti su rigore e Milinkovic-Savic. Un colpaccio in trasferta dei granata sarebbe molto utile per mettersi alle spalle un periodo buio, dare un segnale ad una piazza in fermento e risollevare il morale in vista del derby in programma sabato sera contro la Juventus. Va però segnalato che il trend recente in trasferta dei granata è negativo, con tre sconfitte consecutive negli ultimi tre viaggi lontano da Torino. I granata non perdono quattro gare esterne di fila nella competizione da ottobre 2015, con Giampiero Ventura in panchina.

COME ARRIVA LA LAZIO – Momento completamente diverso per la Lazio di Simone Inzaghi che arriva a questa partita dopo la bella vittoria in rimonta ottenuta in trasferta a Firenze nel posticipo della nona giornata di campionato. I biancocelesti infatti infatti si sono imposti per 2-1 al Franchi grazie alle reti di Correa e Immobile, il grande ex di questa partita. E’ proprio al centravanti della Lazio che i granata dovranno prestare molta attenzione: il numero 17 è in un grande stato di forma ed è al comando della classifica marcatori della Serie A con 10 gol segnati in nove partite. Si preannuncia una gara molto combattuta poichè i granata sono alla ricerca del riscatto e saranno disposti a tutto pur di tornare a casa coi tre punti, ma dall’altra parte ci sarà una Lazio che difficilmente resterà a guardare. I presupposti per una bella partita ci sono: appuntamento domani sera ore 21 allo stadio Olimpico di Roma.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 9 mesi fa

    il mister potrebbe dare un bel segnale alla piazza presentando le sue DIMISSIONI
    siccome così non sarà, mi basterebbe che schierasse la squadra con un bel 4-3-3
    ogni giocatore nel suo ruolo, senza esperimenti del cazzo che falliscono sempre miseramente
    sirigu
    ansaldi (de silvestri) nkoulu lyanco laxalt
    baselli lukic rincon
    falque gallo verdi

    vuoi vedere che qualche azione d’attacco riusciamo pure a farla?
    terzini bloccati a dialogare con gli esterni d’attacco
    lukic perno del centrocampo è l’unico che sa fare girare un po’ la palla ed è l’unico un po’ preciso nei passaggi
    gli esterni nel loro ruolo naturale e vedi che i cross se li fanno loro arrivano precisi e tesi con la palla che gira (basta spingerla)
    magari esce qualche tiro da fuori se fai giocare baselli mezz’ala e non mediano di rottura
    ma purtroppo so già che non capiterà nulla di tutto ciò e che giocheremo di nuovo con il 3.5.1.1 in modo da fare fare una figura barbina al trequartista di turno (chi sarà il prossimo, Zaza?)
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy