Torino e Atalanta a confronto: ecco le plusvalenze più ricche

Torino e Atalanta a confronto: ecco le plusvalenze più ricche

Il confronto / Le tre plusvalenze migliori di Toro e Atalanta da quando Cairo e Percassi sono alla guida del club

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

IL CONFRONTO

Franck Kessié, Nikola Maksimovic e Bryan Cristante

In principio era l’Udinese, oggi sono Atalanta e Toro: due squadre che cercano di scovare giovani talenti da valorizzare per ottenere risultati sportivi soddisfacenti attraverso una gestione finanziaria virtuosa. In questi anni le due società guidate da Percassi e Cairo hanno messo in mostra diversi gioielli, poi acquistati a cifre altissime dai club più importanti. Si potrebbe fare un elenco interminabile, a partire dai più recenti Caldara e Benassi, per finire ad Immobile, CerciBastoni, Ogbonna o Conti. Nessuno di questi però, rientra nella top 3 delle plusvalenze delle rispettive società: dal 2005 la società del Presidente Cairo ha messo a bilancio circa 174 milioni di euro di plusvalenze. Un’enormità, ma i numeri dell’Atalanta sono ancora più impressionanti: considerando solo gli ultimi tre anni i bergamaschi hanno ottenuto più di 136 milioni di euro di plusvalenze, poco meno di quanto fatto in tutta la presidenza di Urbano Cairo. Analizziamo ora nel dettaglio la top 3 delle cessioni più ricche delle due squadre.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gud_74 - 4 mesi fa

    Rispetto all’Atalanta siamo dei principianti 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13967438 - 4 mesi fa

    @prawda
    Sulle plusvalenze le società calcistiche pagano fior di tasse allo stato, con una aliquota che se non sbaglio è il 27,5%…
    Ergo, di 100 che prendi, puliti ne hai 72,5…
    Anche le società calcistiche sono sotto al giogo dell’agenzia delle entrate, mica sono associazioni senza scopo di lucro.
    Se non paghi le tasse, invece, fai la fine del Parma (e il Toro va in Europa).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawda - 4 mesi fa

      user-13967438 – Perdonami ma continui a scrivere delle inesattezze. Hai indicato il 27,5%, suppongo perche’ hai sommato IRES e IRAP, ma quelle sono le imposte che paga una societa’, per esempio una srl, sugli eventuali utili di esercizio non sulle pluvalenze; poi andrebbero conteggiati anche le imposte che dovrebbero pagare i soci in casi di distribuzione dell’utile ma diventerebbe eccessivamente tecnico. Le plusvalenze vengono iscritte a bilancio, normalmente l’intero importo viene indicato nell’anno in cui avviene la cessione anche se la norma ne consentirebbe una imputazione su piu’ esercizi, ma le eventuali imposte sono la conseguenza di tutte voci del bilancio ed una societa’ pur facendo plusvalenze potrebbe essere in perdita a fine anno e quindi non dover pagare imposte. Una plusvalenza e’ semplicemente una posta di un bilancio e quindi non puo’ essere presa singolarmente; e’ quindi sbagliato dire che su una plusvalenza si pagano imposte perche’ non e’ cosi’, le imposte si pagano sull’eventuale utile di bilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kieft - 4 mesi fa

    Considerando che 2 delle nostre plusvalenze sono di loro giocatori la dice lunga su quanto ci vedono bene a Bergamo…..il problema è che devono far giocare 11 giocatori perché se avessero più squadre …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario61 - 4 mesi fa

    La differenza e che quasi tutte le plusvalenze dell’ Atalanta sono prodotti del loro vivaio che oltretutto debuttano nella prima squadra con ottimi risultati.. noi i giovani invece li diamo via o nn lì facciamo giocare per nn bruciarli ed è un enorme cazzata.. prendiamo ad esempio milico a questota fosse stato all’Atalanta avrebbe già giocato in prima squadra..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

      Certo, avrebbe spodestato il Papu Gomez e Zapata…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cecio - 4 mesi fa

      La domanda da porsi è un’altra secondo me…non è che il vivaio dell’atalanta è nettamente migliore di quello del Toro?
      Così a occhio, mi verrebbe da dire di sì…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Torello_621 - 4 mesi fa

    Leggendo il resoconto mi viene da dire che ne sono stati distribuiti di pacchi in giro. Pochi dei giocatori plusvalenti si sono dimostrati all’altezza di essere titolari in grandi squadre. Eccezione forse Glik che ha vinto il campionato con il Monaco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13967438 - 4 mesi fa

    Peccato, poi, che quei numeri siano al lordo di imposta…
    Il netto reinvestibile è sensibilmente minore, ma se l’editore che è il presidente di adesso fosse furbo recupererebbe crediti di imposta realizzando prodotti cinematografici sulla nostra storia vendendone la licenza.
    De Laurentiis coi filmetti su Maradona lo ha fatto…

    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 4 mesi fa

      Hai scritto una cosa esatta. C’è però chi non capisce e mette i meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawda - 4 mesi fa

      @Papillon – Ma che significa che siano al lordo di imposta? Sono semplicemente delle plusvalenze, quindi un ricavo, esattamente come lo sono i diritti televisivi o la vendita di un biglietto allo stadio. Semmai le uniche differenze sono che le plusvalenze non sono ricavi ripetibili e non vengono contabilmente classificati nella gestione ordinaria ma nel player trading. Per cui non ha alcun senso crivere che la quota reinvestibile sarebbe sensibilmente piu’ bassa, perche’ quel ricavo va inserito all’interno di un bilancio e potrebbe invece essere maggiore la cifra spendibile, soprattutto perche’, mentre la plusvalenza quasi sempre viene contabilizzata in un solo esercizio, l’acquisto viene ammortizzato in piu’ anni a seconda della durata contrattuale. Come sarei curioso di capire come si recuperebbero crediti di imposta vendendo dei diritti cinematografici, al massimo potrebbero portare degli eventuali nuovi ricavi ma non certo dei crediti di imposta. Non e’ obbligatorio scrivere di bilancio ma se lo si fa sarebbe preferibile farlo in modo corretto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy