Torino e Millico, può essere il momento buono: ma servono grinta e umiltà

Torino e Millico, può essere il momento buono: ma servono grinta e umiltà

Focus on / Il talento non è mai stato in discussione, ma ora Longo chiede di più. E il forfait anticipato nell’allenamento di ieri sa di occasione persa

di Nicolò Muggianu

Tutti aspettano Vincenzo Millico. Il classe 2000 è senza dubbio uno dei prospetti più interessanti usciti dal settore giovanile del Torino nell’ultimo decennio. I numeri straordinari raccolti nel 2018/2019 però (24 gol in 22 partite nello scorso campionato Primavera 1), tra i “grandi” non contano più e Longo si aspetta una crescita caratteriale per puntare su di lui in come accaduto con Edera contro il Milan.

ATTEGGIAMENTO – Il talento non è mai stato in discussione, ma questo deve ancora essere messo a frutto in Serie A, categoria in cui Millico deve ancora dimostrare di poter essere protagonista; di lui in questa stagione si ricorda l’incrocio dei pali contro il Sassuolo e poco più. E fa riflettere quanto successo nell’allenamento di ieri mattina quando senza Edera (impegnato, così come tutti i titolari, nella sessione di defaticamento post partita) e con Zaza e Verdi non al 100%, Millico avrebbe avuto l’occasione di mettersi in mostra nella partitella contro la Primavera sotto gli occhi di Moreno Longo. Il classe 2000 però ha abbandonato la seduta dopo il riscaldamento a causa di un problema alla schiena definito “forma di lombalgia” dal comunicato ufficiale del Torino. Un problema che, secondo quanto filtra, non dovrebbe essere nulla di grave e che dunque Millico avrebbe potuto gestire diversamente per provare almeno a fare bella figura davanti al tecnico.

DIMOSTRAZIONI – D’altronde è proprio questo che chiede Longo ai suoi giovani: stringere i denti, dare il massimo in allenamento e dimostrare di meritare un’occasione. “Con me – ha detto Longo nel post partita di Milan-Torino – i giovani sanno che se lo meritano non avrò nessun problema a trattarli come i giocatori più esperti. I ragazzi però sanno anche che non regalerò nulla e lo spazio dovranno meritarselo. L’obiettivo primario per tutti deve essere il Toro, non possono esserci obiettivi personali che possano prevalere”. Un messaggio arrivato forte e chiaro in primis a Millico, uno che in questo finale di stagione potrebbe tornare utile alla causa del Torino per la sua qualità e il suo coraggio nel provare le giocate, merce rara nella rosa granata di oggi. Ma molto dipenderà anche da lui.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Policano - 5 mesi fa

    Provare millico dall’inizio… Provarle tutte!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Articolo assurdo. Che cosa vuol dire che “avrebbe potuto gestire diversamente l’infortunio”??? Sembra che il ragazzo abbia abbandonato l’allenamento per futili motivi… In realtà mi immagino un Millico incazzato come una iena, probabilmente avrebbe giocato titolare a Milano se non fosse stato acciaccato.
    Tutto si può dire tranne che Millico non abbia voglia di emergere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziketto - 5 mesi fa

    forza forza forza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Sentenza - 5 mesi fa

    Praticamente Millico deve dimostrare a Longo ciò che nemmeno le Stelle di questa Squadretta hanno dimostrato…parlapà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gianTORO - 5 mesi fa

    “Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.“ J. Belushi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianTORO - 5 mesi fa

    io temo tanto che le gambe ci siano ma la testa molto meno…e sono davvero dispiaciuto. senza la testa anche i procuratori calano l’asso…e cercano di sfruttare la massimo l’occasione.
    sembra ormai chiaro che voglia andare via, e come non capirlo…, ma se questo è l’atteggiamento arrivederci e grazie.
    spero ovviamente di sbagliarmi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salentogranata - 5 mesi fa

      Millico è sempre stato legato al Torino..da dove deduci che vuole andare via?
      Ed aggiungo che l’unica pecca che ha..(come quando giocava in primavera) che avvolte si innamora un po’troppo della palla e la perde..ma non penso proprio non abbia la testa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 5 mesi fa

    Articolo a mio avviso “ambiguo”.
    Che vuole dirci?
    Che Millico ieri era in buona salute, ma che ha “finto di essere malato”?
    Ma se cosi fosse, la cosa sarebbe gravissima!!
    E quali potrebbero essere poi le motivazioni per un comportamento così “NON PROFESSIONALE”?
    – Penso che Millico sappia di essere Millico = un giovane promettente, di belle speranze, con buone possibilità di emergere, ma, per ora, nulla più!
    – Non credo che questo ragazzo sia così sventato, e mal consigliato, da pensare di “sentirsi un Belotti o un Sirigu”, quindi capirà lui stesso, spero vivamente, che, nonostante il brutto momento di crisi, la squadra può andare dritta per la sua strada anche senza di lui, se fosse necessario!
    – Belotti e Sirigu una così grave mancanza non l’avrebbero fatta, e non la farebbero mai, mai, mai!!
    Piuttosto, al contrario, giocherebbero anche con dolorosi malanni, magari infortunati, stringendo i denti, ma comportandosi prima da ” veri uomini”, e poi da integerrimi professionisti!!
    – Quindi: non buttiamo fango su Millico, per carità, ma certe allusioni, certe mezze parole sussurrate, ma non dette apertamente, secondo me, vanno chiarite al più presto, subito!
    – E, se non vere, necessitano pure di scuse nei confronti di questo ragazzo, di Longo e della Società tutta!!!

    Non voglio pensare male, ma mi sorge il dubbio che qualcuno stia cercando di “destabilizzare” ancor più un ambiente già in crisi.
    Insinuazioni, supposizioni ed illazioni non si possono e non si devono fare!
    O si parla di “certezze”, o si tace!!
    C’è per caso qualcuno che sta già “lavorando ai danni di Longo e della nuova squadra che lui potrebbe ricostruire”?
    Qualcuno che spera e vuole che, NEL TORO, le cose vadano male per forza??
    Qualcuno che lavora sottotraccia per rovinare
    l’ambiente, e creare liti, discussioni e scompiglio tra i giocatori e nello spogliatoio? Qualcuno che TRAMA ancora una volta per danneggiare il TORO??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

      Come giudica i cambi di mister Longo signora?
      Non ho letto nulla in proposito a differenza dei numerosissimi e prolissi commenti sui cambi effettuati dall’esterofilo Mazzarri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Policano - 5 mesi fa

        Longo non ama chiellini e nemmeno beve tavernello

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Patatrack - 5 mesi fa

    Caro Muggianu, lungi da me il difendere Millico, pur essendo un suo estimatore, visto che ha ancora tutto da dimostrare sul campo e fuori, ma Lei ha idea di che cosa sia, per un calciatore, una lombalgia ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. r.ponzon_13686323 - 5 mesi fa

    Spero che Millico si ravveda; tra lui e Edera c’è un abisso, ora però deve capire come ci si deve comportare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy