Torino, finisce l’era Coppitelli: dalla Coppa Italia ai talenti lanciati

Torino, finisce l’era Coppitelli: dalla Coppa Italia ai talenti lanciati

Focus on / Il tecnico romano approda all’Imolese dopo tre anni di alto livello con la Primavera granata

di Roberto Ugliono

È finita ufficialmente l’era Coppitelli sulla panchina della Primavera del Torino. Non che la notizia sia particolarmente sorprendente, perché di fatto aveva già fatto intendere la sua volontà di approdare nel calcio dei grandi dopo l’ultima partita di campionato in casa. Il corteggiamento dell’Imolese ha poi fatto diventare realtà i sogni di mister Coppitelli.


TRIONFI – L’approdo tra i grandi è più che meritato, per un allenatore che si è fatto da sé. In granata c’è stata la sua definitiva consacrazione, grazie a una Coppa Italia e una Supercoppa vinta. In particolare, la prima è un vittoria che rimarrà nella storia, perché i granata non sollevavano la Coppa Italia di categoria da 19 anni. In campionato, inoltre, il Torino ha sempre disputato stagioni al vertice, andando a giocarsela su tutti i campi.

GIOCATORI VALORIZZATI – I torelli della gestione Coppitelli hanno dimostrato che il Settore giovanile granata è tornato ai suoi livelli storici. Non solo i risultati lo confermano, ma anche la lista di giocatori esplosi grazie al tecnico romano. Millico e Buongiorno hanno esordito in Serie A, Ferigra si è spesso allenato con la Prima squadra. Allo stesso tempo ha saputo allevare anche prospetti interessanti come Gilli, Rauti, De Angelis, Adopo e Kone; tutti ragazzi pronti a uscire dal giro della Primavera e ad andare a misurarsi con gli adulti.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13962533 - 2 mesi fa

    Per me ha fatto un buon lavoro, quindi gli dico grazie e gli faccio il mio in bocca al lupo per la sua avventura tra i professionisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy