Torino-Genoa, Mazzarri rischia lasciando in campo Meité. I rigori lo premiano

Torino-Genoa, Mazzarri rischia lasciando in campo Meité. I rigori lo premiano

Confronto / La partita con i grifoni è sembrata interminabile, una decisione però fa discutere la tifoseria granata. Andiamo a vedere quale

di Redazione Toro News

Il Toro ha raggiunto, seppur con fatica, i quarti di Coppa Italia. I granata in più hanno confermato il trend positivo contro il Genoa in questa competizione: zero sconfitte in sette confronti totali. La gara di ieri però ha costretto il Torino ad oltre 120 minuti con il fiato sospeso: Favilli in versione super ha aperto subito la partita e De Silvestri l’ha rimessa in piedi poco dopo. La formazione di Mazzarri è riuscita ad aumentare l’intensità in maniera adeguata solo a partire dal secondo tempo, ma i grifoni di Nicola hanno comunque tenuto il ritmo. Sicuramente poi l’espulsione di Meité nei supplementari ha complicato le cose. Per sbloccare la situazione è stata quindi necessaria una lotteria dei rigori. Andiamo quindi ad analizzare le scelte di gestione dei due tecnici.

NICOLA Domani si incontrano le due squadre con cui ho legato più da giocatore ma ora sono allenatore del Genoa.” Queste erano state le parole di Davide Nicola alla vigilia della gara con il Torino. L’allenatore ex granata ha rispettato quanto detto: la partita è stata giocata a viso aperto, schierando pur con qualche rimaneggiamento una formazione competitiva. Nel 3-5-2 Favilli ha ripagato la fiducia, così come Agudelo, forse leggermente fuori ruolo ma comunque buon sostituto per l’infortunato Kouame. La mediana a 5 con Cassata (suo l’assist) ha fornito alle punte ed anche a Barreca e Ghiglione spunti interessanti. I 63 palloni recuperati dai grifoni (contro i 49 granata) sono la prova di quanto detto, il Genoa non si è nascosto. In generale, la squadra di Nicola ha dato risposte dal punto di vista dell’ordine tattico e del carattere: giocando così il Genoa si può salvare.

MAZZARRIÉ una finale di Champions”. Così Walter Mazzarri ha vissuto le ore precedenti il match e presumibilmente anche la partita stessa. L’intento era già stato reso esposto e ribadito: passare il turno. Così è stato, ma il Toro ha comunque riscontrato non poche difficoltà. In uno Olimpico ancora animato dalla contestazione, Il tecnico granata ha schierato una sorta di “turnover ridotto”, virando sul 3-4-1-2. Le scelte tra difesa e centrocampo si sono rivelate pressochè obbligate con Izzo, Nkoulou e Rincon non al meglio. I tre sono stati preservati il più possibile in vista della gara contro il Bologna. L’infortunio di Ansaldi ha spalancato la porta per Laxalt e la squalifica di Verdi ha dato la possibilità a Zaza di riaffiancare Belotti dal 1′. Mazzarri ha però preso una decisione rischiosa con il senno di poi: al 77′, con l’intento di gestire le energie dei giocatori in vista del match contro il Bologna, il tecnico ha scelto di inserire Rincon al posto di Lukic e non di Meité, che era ammonito ed era già andato vicino al rosso (rosso poi arrivato nei supplementari). Per fortuna di Mazzarri i rigori hanno premiato i granata, ma la mossa del tecnico è stata col senno di poi discutibile. 

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robert - 7 mesi fa

    Ho visto il solito Torino confusionario debole in difesa ,pasticcione a centrocampo e casinaro in attacco con quel Zaza che è meglio che se ne vada altrove……..e poi la espulsione di Meitè è la dimostrazione che Mazzarri capisce poco o niente di calcio e non sa fare neanche i cambi più elementari e rilevanti.C’è da ringraziare il solito San Sirigu se siamo a metà classifica e siamo riusciti almeno ad arrivare ai quarti di coppa Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. luna - 7 mesi fa

    Per fortuna ci ha pensato l’arbitro a mettere fuori Meitè, altrimenti avrebbe messo la ciliegina sulla torta calciando il rigore tra le braccia del portiere condannandoci all’eliminazione dalla coppa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gianluca - 7 mesi fa

    Nella sostanza concordo con te. Su Zaza non so che dire. Non lo avrei mai preso, per una stagione gliene ho dette di tutti i colori. Poi quest’estate mi passa sotto il naso al Moccagatta in riscaldamento e gli urlo. Dai Simone. Entra e mi soddisfa, poi gioca altre 3 o 4 partite decenti. Fino a Torino-Sassuolo. Infine scompare. Per riapparire a Verona dove è+ sontuoso. a mio avviso meglio di Belotti e infatti la squadra gioca finalmente a calcio. Ma dura 70′ e poi si eclissa di nuovo. Ergo, giocatore non affidabile. Da cedere al più presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    Tenere in campo Meite ennesima scelta sbagliata.
    Ora caro Mister, non sei più in credito con la fortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 7 mesi fa

      Io ho mandato un messaggio ad amici, al fallo di Meitè non sanzionato al 65′ circa, dicendo: “Toglilo”. Però ora dico. Se Mazzarri ha centinaia e centinaia di panchine in Serie A, piglia svariati euro, e io no… ci sarà un motivo. Infatti ha avuto ragione lui. E non tanto perché l’abbiamo vinta ai rigori – serve anche fortuna – ma perché con Meitè in buona condizione abbiamo rischiato di vincerla nei 90′. Gli ultimi 20′ abbiamo giocato solo noi. Lukic non stava in piedi, era improponibile.Altro a disposizione non c’era. poi chiaro che si è preso un rischio, ma al tirar delle somme..il rischio ha pagato e nonostante l’espulsione. Ripeto, centinaia di panchine in Serie A…. a zero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Peppe - 7 mesi fa

        Non solo concordo in tutto, ma aggiungo anche che, secondo il mio modestissimo parere, Meité ha commesso quei falli per fermare l’avversario che stava per eessere pericoloso per il risultato. Un po’ troppo veemente, ma comunque ha giocato per noi e non si è lesinato nella corsa e negli scontri. In tutte le squadre c’è quello che affronta a muso duro l’avversario , da noi c’è lui (Mazzarri cosa gli avrà chiesto di fare?). Io lo terrei, a differenza di Zaza che cederei anche a costo di rimetterci tutto (almeno risparmieremmo l’ingaggio)! FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. WGranata76 - 7 mesi fa

    Spesso ho difeso delle scelte di Mazzarri dal punto di vista tecnico ed organizzativo, perchè ci stavano a mio avviso, ma ieri ho visto credo la peggior prestazione del tecnico da quando è al Toro.
    In uno scontro da dentro o fuori non si possono prendere certi rischi e schierare una formazione simile e gestire in quel modo l’incontro.
    Incominciamo con la difesa, praticamente inedita fatto salvo forse il pre campionato, che già dopo 7-8′ ha dovuto invertire le marcature e la zona di campo gestita tra Bonifazi e Bremer.
    Una difesa così era priva di organizzazione e si è visto in parecchie occasioni quando chiusure e movimenti preventivi erano molto confusionari. Le marcature in area carenti in diversi calci piazzati.
    Il primo gol è frutto si di una palla persa, ma comunque il piazzamento della difesa era carente, sarebbe bastata più attenzione a centro area di Bonifazi per non prender gol.
    Poi l’approccio alla gara è stato carente con più di metà squadra assente. A fine primo tempo pensavo e ho scritto che dovevano esser tolti Lukic per Rincon ed in caso di permanenza del pari Millico per Zaza, così da avere un uomo in più a puntare gli avversari e creare superiorità numerica e supporto al Gallo; in effetti Mazzarri ha fatto quei due cambi, ma sbagliando perchè Meite con il rosso e due rischiosi interventi era palesemente candidato per il rosso (arrivato fin tardi) e quindi da togliere al posto si Lukic e Millico invece è stato inserito troppo tardi.
    Ieri non si è visto un approccio da champions nei giocatori e nell’allenatore e ricordiamoci che abbiamo giocato contro il Genoa che è in fase di restauro ad opera di Nicola e quindi sono ancora molto in deficit.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 7 mesi fa

      Ottimo commento, ce ne fossero. Non è poi così difficile parlare di calcio, ognuno con le proprie idee.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. TOROPERDUTO - 7 mesi fa

    Io faccio i miei complimenti ai giocatori come hanno tirato i rigori anche perché sono giocatori che non li tirano mai e poi mai.
    In particolare a berenguer e ciò avvalla quello che sostengo da sempre che mazzarri banfa alla grande quando parla del suo rendimento in casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fede Granata - 7 mesi fa

    Grave errore di Mazzarri. Stavamo già giocando in 10, data la prestazione di ieri sera di Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 7 mesi fa

      Non è giusto prendersela solo con zaza se hanno giocato male un po’ tutti……giocano sempre male con squadre a difesa schierata e centrocampo che aspetta avversario

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ciccio Graziani - 7 mesi fa

    Mazzarri in carriera ha sempre ottenuto il massimo e forse di più dalle squadre che ha allenato, questi sono dati certi, poi può non piacere, ma i numeri dicono questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FORZA TORO - 7 mesi fa

    mi aspettavo togliesse Meité era la cosa più logica,a meno di problemi fisici di Lukic non mi so spiegare la cosa,detto che comunque il Serbo ieri era il peggiore tra i due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 7 mesi fa

      ci è andata di lusso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. rza78 - 7 mesi fa

    Millico ad oggi è inadeguato, deve fare esperienza. Zaza il peggior giocatore che ho visto al Toro negli ultimi 10 anni. Parola mia erano meglio Martinez e boye. E ho detto tutto. Purtroppo la verità è emersa in modo chiaro: non c’è la società…non c’è il DS..non c’è programmazione..non ci sono obiettivi. C’e un ottimo allenatore che con 4 giocatori di buon/ottimo livello e altri 12 da mediocri a scarsi l’anno scorso ha ottenuto -come da sua abitudine- un risultatoirripetibile. E mentre le altre si rinforzano a gennaio (o almeno ci provano) il nostro bracciamozze pensa solo a vendere o a imbastire scambi improbabili con squadre come la spal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 7 mesi fa

      Nella sostanza concordo con te. Su Zaza non so che dire. Non lo avrei mai preso, per una stagione gliene ho dette di tutti i colori. Poi quest’estate mi passa sotto il naso al Moccagatta in riscaldamento e gli urlo. Dai Simone. Entra e mi soddisfa, poi gioca altre 3 o 4 partite decenti. Fino a Torino-Sassuolo. Infine scompare. Per riapparire a Verona dove è+ sontuoso. a mio avviso meglio di Belotti e infatti la squadra gioca finalmente a calcio. Ma dura 70′ e poi si eclissa di nuovo. Ergo, giocatore non affidabile. Da cedere al più presto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. jimmy - 7 mesi fa

    Una cosa è certa: Mazzarri è uno degli allenatori più fortunati visti qui di recente. Dire “i rigori lo premiano” è una stupidaggine, piuttosto “i rigori lo salvano” perché avessimo perso parleremmo di tutt’altro. E i rigori sono pura lotteria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy