Torino, il dibattito sul ruolo ideale di Verdi: a Bologna diede il meglio da esterno

Torino, il dibattito sul ruolo ideale di Verdi: a Bologna diede il meglio da esterno

Focus On / L’attaccante granata al Bologna di Donadoni veniva quasi sempre impiegato nel ruolo di esterno, a destra o a sinistra, cosa che con Mazzarri non è mai avvenuta

di Luca Sardo

Sono ormai passati due mesi dall’arrivo di Simone Verdi al Torino. Cairo ha acquistato l’ex Napoli in extremis l’ultimo giorno di mercato con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto per un’operazione che, considerando anche tutti i bonus, arriva a 25 milioni di euro. Una cifra che il prodotto del vivaio del Milan non ha ancora dimostrato di valere: un tema può essere quello relativo al suo ruolo ideale. Il tecnico granata Walter Mazzarri non ha quasi mai schierato il numero 24 nel ruolo in cui esplose nel Bologna di Donadoni, ovvero esterno di sinistra del tridente offensivo. E’ spesso stato impiegato nel ruolo di trequartista tra le linee o seconda punta, con il compito di supportare il Gallo Belotti anche se, fin dal ritiro di Bormio, il tecnico toscano spesso ha provato il 3-4-3 in allenamento senza ancora però applicarlo dal 1′.

Torino, infortunio Baselli: il centrocampista punta il rientro con l’Inter

BOLOGNA – Per capire come un acquisto così costoso possa essere sfruttato al meglio non si può che guardare alla miglior annata in carriera di Verdi, nel Bologna di Donadoni stagione 2017/2018. Con i rossoblù ha collezionato, in quella stagione, 34 presenze in Serie A segnando 10 gol e facendo 10 assist. Va premesso che Verdi, essendo ambidestro, è un giocatore che si può adattare in diverse zone del campo: infatti ogni tanto anche nel Bologna veniva schierato nel ruolo di seconda punta, agendo alle spalle di Mattia Destro o Rodrigo Palacio, ma la maggior parte delle volte l’ex numero 9 rossoblù è stato impiegato nel ruolo di esterno nel 4-3-3 disegnato da Roberto Donadoni, a destra oppure a sinistra. E’ proprio partendo dalla fascia che Simone Verdi ha trovato il suo habitat naturale e, come dimostrano i dati, che ha fatto la differenza.

TORINO – Nel Torino di Walter Mazzarri Verdi non sembra aver trovato ancora la sua posizione ideale. Complice anche la condizione fisica non ottimale con cui è arrivato e, in generale, il momento che sta attraversando il Torino, in campo non si è ancora mai visto un Verdi in grado di incidere. Quella al Tardini contro il Parma, è stata la sua partita migliore con la divisa granata e giocò proprio decentrato sulla sinistra. In quell’occasione fu determinante per la rete del momentaneo pareggio della squadra di Mazzarri: suo infatti fu l’assist per Ansaldi che portò i granata sul risultato di 1-1. Dopodichè più nulla: il numero 24, ogni qualvolta è stato chiamato in causa, è stato fatto giocare “sottopunta” o da trequartista del 3-4-1-2 e non è mai stato in grado di far vedere davvero le sue qualità. Chissà che la soluzione non potrebbe essere quella di provarlo nel ruolo di esterno, proprio come nel Bologna di due stagioni fa…

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leggendagranata - 6 giorni fa

    Ma guarda un po’. Dopo 11 giornate e un attacco asfittico (14/mo in Serie per gol segnati), Mazzarri non ha ancora capito dove schierare il buon Verdi, a mio giudizio giocatore discreto, pagato un po’ troppo. Qualcuno ricorda che la stessa cosa è capitata con Iago Falque ed io concordo. Il fatto è che Mazzarri ha fatto fuori i due trequartisti che aveva (Soriano e Ljajic) per accorgersi poi che a centrocampo c’ era un buco da colmare. Ecco allora il tentativo di riciclicare in quella posizione prima Iago e poi Verdi. Quest’ ultimo ha sempre giocato da attaccante, da esterno (d’ attacco) o seconda punta. Certo, nella visione difensivistica che privilegia Mazzarti (almeno fino ad ora, bisogna vedere se insisterà visto che la panchina traballa) c’ è spazio per una sola vera punta, Belotti, quindi Verdi o Iago se ne stanno distanti, più arrettrati a centrocampo. Poi quando le cose si mettono male dentro i vari Zaza, Millico, Berenguer. Mi sembra che la testardaggine non sia una buona consigliera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Leo - 6 giorni fa

    e’ cosa notoria che il problema estivo della rosa del Toro riguardava la mancanza di un TREQUARTISTA e non di un esterno : esterni ne avevamo già (Ansaldi, Berenguer, Parigini, Aina, De Silevstri, adesso anche LAXALT…). E’ chiaro quindi che VERDI è stato comprato, a mio modesto parere, per fare il trequartista e non l’esterno. Non ricordo UN SOLO commento o articolo di questo sito dove qualcuno ha detto “non compriamo VERDI perché è un esterno”. D’altra parte basta andare su TRASFERMARKT per leggere che il ruolo naturale di Verdi è : ALA DESTRA. Detto questo, considerato il fatto che ormai mi sono rassegnato a rinunciare a FALQUE, facciamolo giocare al suo posto nel 4-3-3 o nel 3-4-3 ed il problema è risolto. L’importante è che ci si decida ad abbandonare il 3-5-2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 6 giorni fa

      ..se continua col 352 andrà incontro all’esonero perché il 352 prevede mezzali ed in rosa abbiamo 4 mediani…rincon baselli meite e lukic non hanno il passo da mezzala..non bisogna essere allenatori per capire tutto questo! cosi come non hanno visione di gioco da trequartista ne verdi ne jago e ancor di piu tutti gli altri provati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. guerriero - 6 giorni fa

    Secondo me questo sa mettere dei cross meravigliosi. In mezzo al campo non serve a nulla. Con due esterni in un 3-5-2 come Verdi e Ansaldi persino quel zuccone di Zaza farebbe 10 gol di testa, figuriamoci il gallo. Poi ci mancherebbero gli inserimenti dei centrocampisti perché mettere un cross quando in area ci sono 2 dei nostri e 8 dei loro…
    Mi spiace per Meite e Aina perché hanno potenzialità fisiche superiori a tutti gli altri, peccato che in campo sembrano uno che da Eboli viene teletrasportato in centro a Milano, spaesato a dir poco. Se mettessimo insieme la velocità di Aina, il piede e il fisico di Meitè e un caffè prima della partita avremmo un fuoriclasse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 6 giorni fa

    visto l’utilizzo fuori ruolo di jago da 2 anni..non mi stupisco x un bis con verdi…agghiaggiande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alelux77 - 6 giorni fa

    Verdi un buon giocatore da 10/12 milioni d euro. Ma se lo paghi 25, allora abbiamo un problema, perché mi aspetto assist, gol, giocate in tutte le partite. Per ora sto ancora aspettando…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Grande Torino - 6 giorni fa

    Un brocco è un brocco e non credo che Verdi lo sia. Se prendo un idraulico e gli chiedo di fare l’architetto è colpa mia, NON SUA. Va fatto giocare nel ruolo e con i compiti dove (è la già dimostrato altrove) possa esprmere il suo valore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. martin76 - 6 giorni fa

    Cioè Verdi, che già da molto giovane da noi aveva fatto intravedere ottime qualità, ha SEMPRE giocato da esterno, SEMPRE. Sicuramente non è in un periodo di forma smagliante, chiaro che se lo fai giocare fuori ruolo la situazione peggiora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Simone - 6 giorni fa

    Ma se esplose con Donadoni xké non ci prendiamo lui al posto di Superciuk?
    Almeno mr 25mln non avrebbe più alibi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13967438 - 6 giorni fa

    Solo “i scemi” mettono le cose al loro posto con ordine.
    I geni sono disordinati.
    Nessuno dei 6 esterni in rosa va bene nel ruolo di esterno.
    Lo può benissimo fare Belotti, con profitto, come si è visto nelle ultime partite.
    Altrimenti ci si può avanzare Sirigu, mettendo in porta Iago o un’altro azzoppato così lì deve correre meno.
    Verdi può giocare come seconda punta di numero ma facendo i movimenti della prima punta, perché Zaza con i suoi movimenti involontari, tipo sindrome di tourette, fa solo i movimenti da seconda punta anche quando viene arretrato in difesa.
    Non mi piace la statica riproduzione da zona di comfort provincialotta dei tre là dietro, che ogni tanto diventano quattro, ma son sempre gli stessi: più rotazioni di gente così si abituano ad uscire dal loro orticello: troppo facile e comodo essere dei difensori e fare i difensori… vadano a centrocampo a menar randellate, che c’è posto.
    Meïte è il trequartista ideale, nel senso che occupa tutta la trequarti campo con il suo fare pachidermico.
    Baselli andrebbe arretrato in difesa per i motivi di cui sopra, così da centrocampista di inserimento lo avviciniamo sempre di più alla porta (la propria).
    Ansaldi tribuna perché sa fare troppi ruoli e non va bene: si specializzi e dopo aver preso il patentino in qualcosa vada a fare altro.
    Il “facite ammuina” calcistico è il nostro bel gioco.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bela Bartok - 6 giorni fa

    Siccome è la giornata del complotto propongo che Verdi sia un agente segreto di De Laurentis inviato al Toro per vendicarsi della fregatura Maksimovic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. suoladicane - 6 giorni fa

    Verdi, come Jago, ha dimostrato in carriera di essere un esterno d’attacco molto valido. Schierarlo trequartista o seconda punta o finto trequartista non serve assolutamente a nulla, perchè semplicemente non ha le giocate che aveva ad esempio Ljaic o che hanno altri che giocano n altre squadre; poi se nel suo ruolo deve giocare solo il portiere allora mettetelo dove volete.
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marchese del Grillo - 6 giorni fa

    Ma perché non facciamo un altro bel sondaggio? In quale ruolo vorreste che giocasse Verdi? Voi se non dovesse starvi bene il risultato finale, sapete come magheggiare! 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 6 giorni fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Toro71 - 6 giorni fa

    MAZZARRI = ALLENATORE NEL PALLONE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 6 giorni fa

      ma anche un allenatore che merita tempo per quello che ha dimostrato da quando è arrivato. troverà il bandolo della matassa e torneremo a marciare come l anno scorso, ne sono convinto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 6 giorni fa

        cosa avrebbe dimostrato da quando è qui? sentiamo……
        forse che sa lamentarsi, in campo e fuori, questo lo ha dimostrato ampiamente, poi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. marione - 6 giorni fa

          Chiudere il Filadelfia, mandare via giocatori validi, sfoltire la squadra, pure danneggiare Cairo facendo perdere valore a molti giocatori ed è per quello che non lo posso attaccare più di tanto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. MarchigianoGranata - 6 giorni fa

            Tra l’altro di sto passo, se non viene messo in condizioni di segnare, rischia pure il
            posto in nazionale il Gallo probabilmente a discapito del prediletto di Mancini: Balotelli.
            Wm doveva già essere cacciato dopo Udine.

            Mi piace Non mi piace
  14. Mario66 - 6 giorni fa

    Lo sanmo anche i sassi che Verdi gioca meglio da esterno. Ma Mazzarri è in confusione totale e preferisce far giocare i propri giocatori dove rendono meno. Così per rendere la partita più facile agli avversari che infatti contro di noi giocano sempre la loro migliore gara della stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 6 giorni fa

      il problema è che Iago si è pensionato da quando gli hanno rinnovato il contratto quindi manca l esterno destro per giocare con il tridente…o volete ripescare parigini edera etc? in tal caso ok ma allora non ambisci all europa onestamente.
      l unica altra soluzione adottabile a mio avviso è di tornare a un 352 stampo ventura 13-14 con belotti alla immobile e verdi alla cerci che gioca da esterno a sinistra anziche a destra ma fa quel lavoro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 6 giorni fa

        Non è che cambi molto il mio giudizio. Quindi spendi tutto per avere l’esterno del 433 e quindi presuppongo punti tutto sul 433. E lo fai non avendo nemmeno UNA riserva per quel ruolo? ergo, appena ne manca uno devi cambiare ruolo buttando a mare il tuo investimento top?
        E questa è programmazione e lucidità?
        Se lo fa un manager di un’azienda esce dalla porta dopo 5 secondi che se ne sono resi conto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. suoladicane - 6 giorni fa

        non sono assolutamente d’accordo; proviamo sto benedetto 4.3.3 o 3.4.3 con un esterno vero al posto di Jago, Parigini od Edera, prima di dire che loro vanno;certo se stanno in panca non è che possono andare più di tanto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. rolandinho9 - 6 giorni fa

    a brescia davanti Verdi dietro Belotti e Zaza. e questo sarà il modulo che dovrà rimanere fino a fine anno, tanto Iago da quando ha rinnovato non si è più avvicinato ai suoi livelli di ormai un anno e mezzo fa. torviamo l 11 come fatto l anno scorso da febbraio in poi e diamogli continuità e di risultati non positivi ne arriveranno in pochi che in italia tutti questi squadroni non si vedono. vinciamo a brescia e iniziamo a risalire. serve solo positività e i primi a metterla dobbiamo essere noi tifosi, invece, salvo pochi, pronti sempre e solo a contestare. forza toro. forza verdi.forza zaza. forza gallo. sabato si riparte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 6 giorni fa

      Bastassero i tifosi, Cairo chiederebbe l’elemosina davanti alle chiese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. LeoJunior - 6 giorni fa

    Certo che tutto si può discutere ma su questo aspetto credo ci siano pochi dubbi. E’ ammissibile che un allenatore avvalli un investimento di questo tipo per un giocatore che palesemente avrebbe dovuto ricoprire un ruolo (esterno nel 433) per poi non trovargli collocazione? E questo conoscendo TUTTO il resto della squadra essendo rimasta immutata. A mio avviso questo è un errore imperdonabile. Ma possibile che non sapesse che non poteva o voleva fare il 433 conoscendo i giocatori? E se non era convinto, che senso può avere quello di far investire tutto su un giocatore che avrebbe dovuto ricoprire un ruolo che non eri convinto di dover coprire? A quel punto investi al centro che di sicuro di sarebbe servito.
    Io sinceramente non ho parole.
    E non si venga a dire che lui è allenatore e noi no. Vero. Ma qui si tratta di buon senso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 6 giorni fa

      E aggiungo: in questo caso nemmeno si può dire e nascondere dietro la scusa che è il giocatore che non ha reso quanto ci si aspettasse. Ma se non ha giocato 1 min nel suo ruolo?!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy