Torino, il pagellone di fine 2019: De Silvestri 6, una garanzia di disponibilità e impegno

Torino, il pagellone di fine 2019: De Silvestri 6, una garanzia di disponibilità e impegno

Pagellone / Il solito contributo di De Silvestri, che pur senza brillare particolarmente, ha sempre offerto il suo contributo alla causa

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Soldato De Silvestri: presente. Uno dei giocatori più esperti e carismatici di questo Toro è sicuramente lui, il numero 29 che corre sulla fascia destra. De Silvestri è alla quarta stagione con la maglia granata ed ha un ruolo importante non solo nello spogliatoio, ma soprattutto in campo. Con l’arrivo di Laxalt e il riscatto di Aina rischiava di avere molto meno spazio e invece grazie alla sua disponibilità, e grazie alle sue caratteristiche tecnico-tattiche ha disputato 11 partite in campionato e 6 in Europa League: 17 presenze di cui 16 dal primo minuto. Insomma, l’apporto del terzino destro ex-Samp è sempre molto importante per Walter Mazzarri.

PARTITA TOP – La partita migliore di questo inizio di stagione è quella di andata contro lo Shakhtyor valida per il terzo turno preliminare di Europa League. De Silvestri dimostrò una forma invidiabile, risultando importantissimo in entrambe le fasi. Il tutto condito con uno dei due goal realizzati in Europa League: una bella serata per De Silvestri e il Toro, costretti ad abbandonare la competizione nel turno successivo contro il Wolverhampton.

PARTITA FLOP –  La partita flop, invece, è quella contro la Lazio: contro la propria madre calcistica De Silvestri non incide e crolla con tutta la squadra sotto i colpi di Immobile e co. Per lui un paio di cross sbagliati in avvio, poi il buio e il dominio della Lazio all’Olimpico: quattro goal che pesano sul girone d’andata del Toro.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. loik55 - 9 mesi fa

    beh un pagellone di natale, per il regalo all’esterno di centrocampo romano, non terzino, che quello che doveva (e poteva con i suoi limitati mezzi) l’ha dato, grazie e arrivederci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. altoro - 9 mesi fa

    Nel calcio professionistico disponibilità e impegno non sono assolutamente sufficienti a giustificare il folle ingaggio di un milione netto a stagione che DeSilvestri percepisce dalla Società.
    Non è colpa sua se il sistema del calcio professionistico è profondamente marcio e corrotto ma, in epoca in cui numerosi lavoratori perdono il posto di lavoro a mille duecento euro al mese, questo sistema risulta ancora più riprovevole e vergognoso. Nella tecnica individuale DeSilvestri ha sempre dimostrato tuttavia evidenti limiti per cui a 32 anni , essendo a scadenza contrattuale, ritengo che la sua parentesi quadriennale di carriera al TORO sia giunta al capolinea a fine stagione. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. unasolafede - 9 mesi fa

      324 presenze in serie A con 19 gol (da terzino) non mi sembrano numeri da poco. Vedremo se riusciranno solo ad avvicinarsi i nostri presunti giovani fenomeni che si sentono già arrivati. Disponibilità e impegno (= professionalità) sono sempre un valore. Che poi si stia per finire la sua permanenza al Toro sono d’accordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Wallandbauf - 9 mesi fa

    Nel caso mai ci abbiate fatto caso è diventato impossibile postare commenti e la fruizione in generale del sito a causa di un banner pubblicitario enorme in fondo, questo da smartphone. Inutile dire che mi eviterò questa tortura non visitando più il sito

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy