Torino, il peggio dopo la sosta? Contro l’Inter non cascarci di nuovo

Torino, il peggio dopo la sosta? Contro l’Inter non cascarci di nuovo

Approfondimento / In questa stagione i ragazzi di Mazzarri hanno sempre perso nelle due partite dopo la pausa

di Luca Sardo

La sosta non fa bene al Torino di Walter Mazzarri: lo dimostrano i risultati. In queste due stagioni con il tecnico toscano sulla panchina della squadra granata, il Torino – nel match immediatamente dopo le pause Nazionali – non ha mai vinto. La scorsa stagione i granata hanno ottenuto quattro punti in cinque partite (quattro pareggi e una sconfitta), quest’anno – per ora – due le (brutte) sconfitte rimediate con Lecce e Udinese.

LA SCORSA STAGIONE – Ripercorrendo nel dettaglio quanto accaduto nella stagione 2018/2019, i granata non hanno fatto benissimo nelle partite dopo la sosta Nazionali. Su un totale di cinque partite giocate la sosta, il Torino ha guadagnato 4 punti: una sconfitta e quattro pareggi. Un bilancio tutt’altro che positivo. La sconfitta l’anno scorso arrivò il 13 gennaio 2019 in casa contro la Fiorentina di Stefano Pioli: Federico Chiesa – con la sua doppietta – eliminò definitivamente i granata agli ottavi di finale di Coppa Italia. Per il resto solo pareggi: contro l’Udinese (1-1 con l’ultimo gol in Serie A di Meitè), il Bologna (2-2), il Cagliari (0-0) e la Fiorentina (1-1) i ragazzi di Mazzarri guadagnarono un punto a partita.

Run, Toro, run!

QUESTA STAGIONE – In questa stagione invece sono state giocate due partite dopo la sosta per le Nazionali: la prima è Torino-Lecce, match perso dai granata al Grande Torino per 2-1 a seguito delle reti di Farias e Mancosu, nonostante il rigore trasformato dal Gallo Belotti che inizialmente aveva portato al pareggio i granata; la seconda è Udinese-Torino, partita persa dai granata per 1-0 alla Dacia Arena dopo il gol di Stefano Okaka. Entrambe sono state due pessime partite quelle giocate dai granata soprattutto dal punto di vista dell’approccio mentale al match: si può dire che questo sia stato l’aspetto che è mancato maggiormente in entrambe le partite alla squadra di Mazzarri. Dopo questa sosta al Grande Torino arriverà l’Inter di Antonio Conte che è in grande forma e la partita sarà di quelle che dal punto di vista mentale si preparano da sole e Mazzarri è a piena conoscenza del problema sopra citato, come ha ammesso lui stesso in conferenza stampa dopo Brescia-Torino. Per cui, il minimo che ci si può attendere dal Torino è una fiera partenza nel match contro l’Inter.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leoj - 10 mesi fa

    il peggio è sicuramente dopo la sosta. di luglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 10 mesi fa

    E’ perche’ nelle pause la pausa la dovrebbe fare mazzarri, che invece allena ancora di piu’ quelli che non sono convocati con le nazionali..

    Ancora un paio di sconfitte e poi forse non mangia il panettone a torino..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 10 mesi fa

    Mazzarri non fa bene alla squadra, non le pause

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maver - 10 mesi fa

    Una fiera partenza?? Orchestrata da AGONIA?? ahahahah, comico..AGONIA VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Luke69 - 10 mesi fa

    dopo Inter e Genoa , che saranno due sconfitte certe, a parte che San Sirigu nn faccia i miracoli e pari l’impossibile, Tavernello sarà esonerato, qualunque allenatore farebbe meglio di questo parhegiattore di pulman davanti alla porta cagasotto
    Mazzarri Vattene e porta con te Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea D’Alberto - 10 mesi fa

      Mi servirebbero sei numerini per domani sera nn è che hai qualcosa di certo anche per quello?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. TorinoGranata - 10 mesi fa

    Alla cairese fc il peggio non ha mai limite.

    L’obiettivo, concordato con i gobbi, per estinguere quel che resta del Toro continua senza ostacoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. TOROPERDUTO - 10 mesi fa

    Non possiamo neanche dire giochiamocela a viso aperto perché tanto il gioco è quello che è, ci difenderemo come sempre sperando nei miracoli di San salvatore e in una guizzata vincente del bomber.
    Tra l’altro io su sta cosa della condizione fisica non ci credo tanto primo perché se così fosse saremmo dovuti calare un po’ più in là in genere capita nel girone di ritorno e non a ottobre secondo perché non si capisce per quale motivo belotti corra e gioca più di tutti… Non sono un preparatore atletico ma non mi convince per niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 10 mesi fa

      Adesso mi metto un meno anche io almeno mi posso sentire anche io deficiente come chi li mette perché non capisce neanche l’italiano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 10 mesi fa

        Saranno gli stessi che parlano di analfabetismo funzionale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro Forever - 10 mesi fa

    Alla ripresa abbiamo perso con Lecce e Udinese. L’Inter mi sembra un “filino” più forte di quelle Squadre. L’importante sarà fare una buona prestazione e giocarcela al meglio delle nostre possibilità. Se dovessimo perdere, e speriamo di no, non sarebbe un disonore. Sono altri gli appuntamenti che abbiamo fallito. Speriamo e Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 10 mesi fa

    sosta o non sosta sono finiti i bonus…troppe sconfitte..ora sono tutte finali..se si vuole dare un senso a sto campionato.se si vuole…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ddavide69 - 10 mesi fa

    Strano, Ferretto Ferretti dice che queste soste non aiutano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy