Torino, Izzo sul banco degli imputati: verso il Genoa Longo è a un bivio

Focus on / Il numero 5 granata delude al rientro dopo il turno di squalifica, ora rischia il posto nello scontro diretto contro il “suo” Genoa

di Redazione Toro News
torino-parma

Avrebbe dovuto essere fresco e lucido dopo il turno di squalifica scontato contro il Brescia, invece Armando Izzo è stato (a dir poco) tra i giocatori meno brillanti del match di San Siro contro l’Inter. Tante, troppe le disattenzioni commesse due giorni fa dal centrale scuola-Napoli, che si è reso assoluto protagonista in negativo in almeno due dei tre gol segnati dalla squadra di Conte.

ERRORI – E ora Izzo rischia il posto nel prossimo, cruciale, match del Torino contro il “suo” Genoa. Troppi e soprattutto troppo grossolani gli errori commessi dal numero 5 granata a San Siro. La disattenzione più grave, probabilmente, quella consumata – in compartecipazione con De Silvestri – in marcatura su Lautaro Martinez in occasione dell’1-1 nerazzurro. Non solo: sul secondo gol Izzo ha tenuto in gioco Sanchez sul lancio di Young, sul terzo gol è stato lui a perdere palla in uscita favorendo il contropiede nerazzurro concluso da Lautaro. E Izzo già nel primo tempo aveva rischiato di fare la frittata regalando il pallone a Lautaro in seguito a un passaggio errato a Meité. In quell’occasione, era stato Sirigu a metterci una pezza.

BIVIO – Una prestazione che è sintomo di una condizione psico-fisica tutt’altro che ottimale e che sarà un bel grattacapo anche per Moreno Longo, che adesso dovrà decidere se confermarlo o meno in quello che si preannuncia essere lo snodo cruciale della stagione del Torino: lo scontro-salvezza di domani sera contro il Genoa, squadra nella quale Izzo ha trascorso una parte importante della sua carriera da calciatore. Le alternative non mancano di certo al tecnico granata, che sul centro-destra può schierare almeno altri tre giocatori: Bremer, Djidji e Lyanco. Proprio quest’ultimo, con l’altro centrale brasiliano confermato sul centro-sinistra, potrebbe essere il principale concorrente di Izzo. Saranno ore di riflessione per Longo che, ora si trova a un bivio: confermarlo o lasciarlo in panchina? L’ultima parola spetterà al mister. E non sarà una scelta facile.

LEGGI ANCHE: Torino, chi gioca contro il Genoa? Può tornare il tridente Zaza-Verdi-Belotti

30 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano1967 - 3 mesi fa

    Come se izzo fosse l unico problema.asini come aina e meite so tre anni ke fanno danni e stanno sempre qua.almeno izzo nn e in condizione.quei due asini fanno danni perenni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Non toccare meite …per favore…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 3 mesi fa

    Intanto, dopo averci massacrato il Cagliari perde anche con la samp, dopo che con il lecce, e di fatto si tirano fuori dalla lotta per la salvezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 3 mesi fa

    Anche a me non piace quando si fa passare un giocatore (o dirigente) da idolo a capro espiatorio. Rischia di essere un sentimento vicino all’ingratitudine. Però qui temo ci siano i presupposti per farsi venire qualche dubbio. Il giocatore potanzialmente non si discute e l’ha dimostrato. Ma chiunque abbia giocato a calcio sa che per essere un buon difensore la caratteristica principale è la concentrazione. Qui però siamo di fronte ad un giocatore che non eccelle in professionalità. Credo che dia il massimo solo quando gli conviene per poi dimenticarsi del gruppo, dei tifosi e … alla fine anche di sè stesso. Temo che il buon Raiola l’abbia già piazzato e a quel punto lui ha perso completamente la caratteristica fondamentale: la concentrazione. E avere anche un buon difensore che non è concentrato è peggio che avere uno scarpone concentrato. Perchè se Izzo fosse stato appena appena attento a quello che faceva non avremmo subito almeno 2 dei 3 goal. Allora preferisco un ragazzo che butta la palla in tribuna ma non perde per 1 secondo gli attaccanti o non perde palla in risalita.
    Uno così, con quello che rischiamo, non possiamo permettercelo. Se poi Longo ha paura a non metterlo in squadra, si accomodi. Stesso discorso vale per Rincon e De Silvestri.

    PS Se a questo aggiungo da dove arriva, i suoi trascorsi, il fatto che era al Genoa e lì conosce sicuramente qualche dirigente e penso al Presidente del Genoa con trolley e valigette ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 3 mesi fa

    Penso che non ci sia altra squadra con solo tre centrocampisti e tre esterni a disposizione. Oltretutto di bassa qualità. Che l’Atalanta sia stata davanti a noi solo tre volte in 15 anni è l’ennesima bugia. C’era giusto l’altro giorno su un altro sito il posizionamento delle due squadre anno per anno ed era nettamente a favore dell’Atalanta. Comunque qui a Genova i loro tifosi sono convinti di batterci, non sapete quanto siano simpatici, spero che riusciremo a zittirli, forse questa sicurezza deriva dal fatto che prendono rigori a favore continuamente, alcuni veri altri inventati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gallochecanta - 3 mesi fa

    Il tipo non è simpatico pare chiaro.
    Tuttavia è un buon giocatore, ottimo per il livello cui sino a ottobre scorso si ambiva, con dimostrate capacità di andare in avanti.
    Su questo ultimo punto mi soffermo un secondo perché tra i disastri evidenti della gestione Longo, i numeri lo dimostrano inequivocabilmente, c’è anche quello di giocare con la difesa a 4 che è un modulo che mal si concilia con le potenzialità degli altri reparti, specie il centrocampo ovvio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

      Veramente non giochiamo con la difesa a 4, a 5 forse qualche volta di troppo ma l’assetto tattico è esattamento quello utilizzato dal suo predecessore… ecco, se vogliamo muovere qualche critica a Longo possiamo dire che non ha osato provando, appunto, un assetto diverso magari partendo dai 4 dietro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

        Scusami ,quando ha potuto ha schierato Verdi ,Zaza e Belotti che non mi sembrano proprio difensori, quando leggo che lui dovrebbe osare di più mi spieghi cosa si intende..??? Da quando ha ripreso il campionato questa squadra ,bene o male, è sempre andata in gol e le occasioni mi sembra che le crei ,teniamo conto del quoziente tecnico eh…, semmai è la difesa che sta facendo acqua da tutte le parti. Leggo critiche e stroncature nei confronti di Longo ma ,ammesso che paghi una certa inesperienza,che colpa ne può avere se Izzo decide di regalare praticamente 2 gol all’avversario..??? Che colpa può avere se difensori che l’anno scorso sembravano forgiati sulla roccia quest’anno si sciolgono come il burro in padella….???? Me lo spieghi per cortesia ?? Perchè evidentemente non ci arrivo…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

          No guarda sono d’accordo con te su longo, mi riferiovo proprio all’assetto tattico che è rimasto invariato dietro (giochiamo a 3 proprio come con Mazzarri) e siccome le lacune sono soprattutto difensive magari si potrebbe provare giocando a 4 dietro… magari proprio con il più classico dei 442, con le due punte e giocatori come Berenguer e Ansaldi esterni alti o 433 (4312) con verdi dietro le 2 punte.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      ah Gallo, ma magari giocassimo a 4 dietro!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. maxx72 - 3 mesi fa

    Izzo, uno dei più grandi bluff che abbia mai visto. Prego andare nel calcio che conta e non vestire mai più la maglia granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. loik55 - 3 mesi fa

    mi devo essere perso qualche passaggio… era un idolo dei tifosi e ora il peggior nemico, spero non sia per la prestazione di san siro, qualcuno mi spieghi please.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PignaL - 3 mesi fa

      C’è qualcuno qui sotto che ha qualche crisi ormonale o che cambia idea come i calzini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iugen - 3 mesi fa

      Più che qualche passaggio, direi che ti sei perso qualche partita, tipo tutte quelle del 2019/20 o quasi: è tutto l’anno che gioca molto al di sotto del livello cui aveva giocato l’anno scorso, non solo l’ultima partita.
      Voci dicono che sia uno degli scontenti che vorrebbe andare “nel calcio che conta” [cit.], da qui la mancanza di voglia e le prestazioni sottotono.
      Poi ovviamente gli sbalzi di umori di alcuni tifosi sono spesso esagerati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

        Aveva solamente da non firmare il rinnovo e dichiararlo apertamente…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. iugen - 3 mesi fa

          Sono voci, non è detto che siano vere.
          Magari è successo il contrario, visto il contratto bello sostanzioso si è un po’ rilassato mentalmente essendosi rimpinguato per bene il conto in banca, anche se non mi sembra il tipo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

            Beh, non è che prima del rinnovo avesse un contratto par-time ..Insomma ,prendeva ugualmente un “discreto” stipendiuccio….

            Mi piace Non mi piace
    3. Madama_granata - 3 mesi fa

      Mi accodo alla sua domanda.
      Sbagliare o essere in un momento-no non vuol dire essere in malafede e giocare per fare danni al Toro.
      Falsità ed ipocrisia nei commenti di Izzo?
      Non lo so..
      Un paio di mesi fa tutti ad acclamare Longo, ora tanti aspettano che venga rimosso..
      Perché ha perso con Lazio, Juve ed Inter con l’organico ridotto di cui può avvalersi?
      Perché non ha tutti “pezzi da novanta” in squadra, ma alcuni (pochi) onesti giocatori di media qualità?
      Perché ha rilevato una squadra non sua, non scelta da lui, sotto organico e allo sbando?
      Millico da mandare in B, Millico finta-promessa, Millico tifoso Juve: questo fino a ieri.
      Ora si chiede Millico titolare a fianco di Belotti.
      Forse anche io mi sono persa qualcosa..
      Certo che non ho mai visto i tifosi granata così “volubili”, sempre pronti a cambiar parere ad ogni prestazione buona o scarsa, ad ogni vittoria e ad ogni sconfitta!
      Sono disorientata..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 3 mesi fa

        Mi riferivo a “Loik55”

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Emilianozapata - 3 mesi fa

        È fisiologico che una squadra allo sbando faccia sbandare anche i suoi tifosi.siamo tutti increduli e spaventati. E se vuoi incoerenti o emotivamente instabili. Siamo tifosi di calcio. Rivendico il diritto all’incazzatura, all’umoralita’,alla libertà di cambiare idea, di sbraitare od osannare a vanvera e poi pentirmene il giorno dopo. In campo invece c’è gente pagata in quanto professionista. Sono loro che certe sbandate (eufemismo) non dovrebbero permettersele. Noi possiamo essere incoerenti. Loro sono infedeli. Hanno un contratto. Lo rispettino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

        Madama Granata, sono totalmente d’accordo con lei……

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Emilianozapata - 3 mesi fa

    Spero di non vederlo mai più con la nostra maglia. Meglio in b che con gente così (non è il solo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Steu68 - 3 mesi fa

    Basta Izzo. Il suo tempo al Toro è terminato già da tempo. Che si accomodi pure con le sue sceneggiate all’Inter. Lui e i suoi tweet carichi di ipocrisia. Dopo la prestazione dell’altra sera l’unica cosa utile sarebbe stato il suo silenzio….invece. Addio Izzo, nessuno ti rimpiangerà e si ricorderà di te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. grammelot - 3 mesi fa

    Rispeditelo, a calci nel sedere, a Napoli, questo inetto, incapace mercenario, spaccaspogliatoio, fancazzista e contro Longo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 mesi fa

      A Napoli non credo lo vogliano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14356946 - 3 mesi fa

    A Genova quando se n’è andato hanno fatto festa x 1 mese di fila!!!!!!!! Scarsissimo è indisponente! Giocatore da Juve! Via subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pik67 - 3 mesi fa

    Una buona dose di umiltà gli servirebbe così come a parecchia gente che veste la maglia Granata!La difesa con Lyanco N’Koulou e Bremer, è accettabile,non ho visto giocatori subentrare e fare così peggio dei titolari,semmai il contrario e questo fa riflettere….FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Roberto - 3 mesi fa

    Non mi piaceva quando lo abbiamo preso dal Genoa, per di più…. a 10 milioni mi sembravano esagerati….. Anno scorso mi aveva fatto ricredere…. Invece non mi ero sbagliato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    Il fisico c’è ed è con noi, la testa è invece emigrata altrove e non da adesso. 5 magnifiche giornate in panca ed eventuali subentri solo in caso di necessità. Via i rami secchi, gli omuncoli e le mezze calzette.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy