Torino, Izzo tra i volti del calo stagionale: così l’Europeo diventa una chimera

Torino, Izzo tra i volti del calo stagionale: così l’Europeo diventa una chimera

Focus on / L’espulsione contro la Sampdoria rappresenta un altro episodio negativo della deludentissima stagione del difensore napoletano

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

Da uomo mercato obiettivo di squadre italiane ed europee (tanto da aver portato il Torino a tutelarsi con un rinnovo sino al 2024) a volto della stagione deludente del Torino. Il calcio sa far passare dalle stelle alle stalle e viceversa in un breve volgere di tempo e Armando Izzo lo sta scoprendo sulla sua pelle. Il difensore napoletano ha vissuto una stagione 2018/2019 magica a livello personale, che gli ha permesso di diventare un idolo della tifoseria granata, di raggiungere la Nazionale e di garantirsi un ricco rinnovo contrattuale. Pochi mesi dopo, ha perso certezze e sicurezze. In questo campionato ha disputato per intero 22 gare su 23, ma il rendimento è stato nettamente inferiore. E contro la Sampdoria è arrivata la seconda espulsione nelle ultime tre gare. Su Quagliarella l’errore è stato grossolano: prima si è fatto aggirare dal capitano blucerchiato, poi lo ha sbilanciato inducendo l’arbitro Valeri a concedere il calcio di rigore dell’1-3 e ad espellerlo per fallo da ultimo uomo su chiara occasione da gol. Si tratta dell’ennesimo episodio che conferma il fatto che la stagione attuale sia per Izzo davvero poco felice.

CALO – Il difensore napoletano è emblema della metamorfosi negativa di tutta la difesa del Torino. Lo scorso maggio la retroguardia granata chiuse la stagione 2018/2019 con 37 reti subite, quinta difesa del campionato. Oggi, dopo 23 giornate della stagione 2019/2020, le reti subite sono 42: solo due squadre (Genoa e Lecce) hanno fatto peggio. Un calo in picchiata tanto vertiginoso ed evidente quanto non facile da spiegare. E Izzo ne è tra i protagonisti, nel bene e nel male, avendo praticamente giocato tutte le partite, sia nella scorsa stagione che in quella corrente. I più maligni sostengono che le sirene di mercato della scorsa estate lo abbiano distratto, c’è anche chi sostiene semplicemente che la scorsa stagione Izzo abbia reso oltre il suo reale livello. Di sicuro oggi si osserva un altro Armando e un altro Toro.

Toro, la tenuta mentale è un problema: al primo errore la squadra crolla

RISCHIO – Non solo. Le prestazioni dello scorso campionato avevano portato Izzo ad entrare nel giro della nazionale di Roberto Mancini, con la quale ha raccolto tre presenze nel 2019: il ct lo ha sempre convocato nelle ultime finestre di impegni internazionali. Il vistoso calo attuale, però, potrebbe costar caro al difensore napoletano. Nel reparto difensivo azzurro infatti la competizione sia tra i centrali che tra i terzini è molto serrata e le recenti prestazioni non aiutano Izzo, che rischia concretamente di veder sfumare la possibilità di essere convocato per Euro 2020. Starà ora al numero 5 granata ritrovare serenità e continuità di prestazioni, in modo tale da convincere Longo prima e Mancini poi a puntare ancora su di lui.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Conta7 - 6 mesi fa

    Quello che sta facendo sui social poi è la netta dimostrazione di un disagio evidente verso il clima che si era creato.
    Peccato perché l’anno scorso è stato senza dubbio uno dei trascinatore.
    A giugno credo proprio che andrà via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14608786 - 6 mesi fa

    Cercherò di farmene una ragione . FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 6 mesi fa

    Eh si…che Izzo rischi di saltare l’Europeo è proprio una cosa che ci getta tutti nello sconforto piu’ assoluto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 6 mesi fa

    Semplicemente
    I N G U A R D A B I L E.

    E c’è chi invece muore dalla voglia di giocare ch’è disposto ad andare alla spal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio - 6 mesi fa

    come tutti i grandi acquisti dell’era Cairo un sopravvalutato (tranne immobile e belotti forse) gli altri scomparsi tutti una volta raggiunto il calcio che conta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paul67 - 6 mesi fa

    …. Su Instagram però suda la maglia….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Toro 8 Scudetti - 6 mesi fa

    Nonostante le penose prestaxioni, il cambio procuratore (e che procuratore…) dovrebbe garantirgli la convocazione per l’Europeo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Giaguaro 66 - 6 mesi fa

    Diciamo che dal parrucchiere e a fare le lampade non perde una seduta, agli allenamenti non so ma questo bisognava chiederlo a Mazzarri, l’unico che lo vedeva agli allenamenti rigorosamente a porte chiuse…testa troppo da esteta e poco da atleta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 6 mesi fa

      🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. alexcorrent_1669165 - 6 mesi fa

    Ragazzi buonasera , stamattina ho letto da qualche parte che gira un ” presunto ” audio di Izzo durante gli allenamenti , qualcuno mi sa spiegare meglio ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. CLAUDIO - 6 mesi fa

    secondo me se continiamo cosi’ rischia anche il gallo belotti. mi dispiacerebbe tantissimo e credo che per lui sarebbe una “botta tremenda” ma mancini non stravede certo per lui e non aspetta altro che una scusa per farlo fuori, con un immobile simile il centavanti ce l’ha e per gli altri posti lui preferisce giocatori di manovra. sarebbe una beffa atroce per il nostro capitano l’unico che non molla mai, ma non mi stupirebbe…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 6 mesi fa

      Beh immobile segna, il gallo. Che fa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 6 mesi fa

        beh immobile ha una squadra di calcio alle spalle, belotti ha un fanfarone… (e non e’ longo..)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tajarin - 6 mesi fa

      Ciro il posto lo merita eccome, più del Gallo per essere sinceri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granata - 6 mesi fa

    Quello che mi fa pensare di Izzo non è tanto il cambio di procuratore quanto il modo. Il suo ex procuratore lo ha trattato da uno di famiglia sempre. Gli è stato vicino nei momenti in cui nessuno lo voleva. Lo ha portato al Toro che gli ha permesso visibilità e convocazione in nazionale. Abbandonare una persona così non è normale, non all’improvviso a metà anno dove non c’è nulla in discussione. Il suo rendimento in campo risente anche di questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 6 mesi fa

      Porello, sono quasi commosso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. miele - 6 mesi fa

    Cambiare titolo, per favore: la chimera non sarà un piazzamento per EL, ma la salvezza che è ora il nostro solo obiettivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 6 mesi fa

      L’articolo parla di Europeo (nazionale) e non di EL…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 6 mesi fa

        Hai ragione, chiedo scusa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Rock y Toro - 6 mesi fa

    Forse risente più di altri la scarsa condizione atletica essendo nel suo DNA la carica agonistica più dell’eleganza e della tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Patatrack - 6 mesi fa

    Nel momento in cui si è “donato” a Raiola, bisognava venderlo subito.

    Quando sei nele mani di Raiola del calcio non te ne fotte più nulla, vuoi solo ingaggi milionari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13953968 - 6 mesi fa

    Dopo la sceneggiata con CR7 mi è scaduto …. a lui del mio Toro non gliene frega niente pensa solo ai soldi (come tutti) e a farsi le lampade per essere figo.
    Mi auguro guardi gli europei davanti al televisore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 6 mesi fa

      Io penso abbia già un accordo con un’altra squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 6 mesi fa

        CHE VADA.. fara’ la fine di bruno peres….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Antoniogranata76 - 6 mesi fa

          Assolutamente d’accordo

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy