Torino-Juventus, Castan contro Benatia: erano la coppia d’oro della Roma

Torino-Juventus, Castan contro Benatia: erano la coppia d’oro della Roma

Testa a Testa / I due giocatori sono stati compagni di squadra alla Roma, ora direttamente rivali nella stessa città

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Derby della Mole è sempre un match delicato in casa bianconera, ma soprattutto in quella granata: in questa partita, però, ci sarà anche un duello interno tra due giocatori che in pochi anni sono passati da essere compagni di squadra a diretti avversari in una stracittadina. Si parla di Leandro Castan e Mehdi Benatia: entrambi difensori, uno in forza al Torino in prestito dalla Roma, l’altro in prestito alla Juventus dal Bayern Monaco. I due giocatori sono stati compagni di squadra e l’uno accanto all’altro nella difesa della Roma.

Rimasero insieme per una sola stagione, quella del 2013/2014, nella quale la  difesa della Roma era particolarmente attrezzata soprattutto grazie ai due centrali che formavano una coppia quasi invalicabile. Giocarono fianco a fianco per 35 partite, tra campionato e Coppa Italia, subendo solo 27 gol nei match giocati insieme. Poi le loro strade si separarono, con il difensore marocchino che si spostò a Monaco di Baviera, mentre il centrale brasiliano venne colpito da una gravissima malattia, che lo costrinse a rimanere per più di un anno fuori dai campi da gioco della Serie A. Ed ora si ritrovano, l’uno contro l’altro in un Derby diretto, ma con situazioni diverse.

Castan – al momento – è una sorta di amuleto per il Toro allo stadio Olimpico Grande Torino: con il brasiliano in campo, i granata non hanno mai perso tra le mura amiche (5 vittorie, 2 pareggi). Perciò la sua presenza sarà molto importante, soprattutto per contrastare l’attacco possente dei cugini rivali. Al contrario, invece, la Juventus ha perso tre volte in questo campionato, sempre fuori casa e con Mehdi Benatia in campo (contro Inter, Milan e Genoa): non è assicurato che il marocchino scenda in campo per il Derby della Mole, perché molto potrebbe dipendere dalla partita di Champions League di oggi dei bianconeri.

In ogni caso sarà un’opportunità per i due giocatori di rincontrarsi dopo diverso tempo, e cercare di fare meglio dell’avversario ex compagno di squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy