Torino-Juventus, statistiche e curiosità: quel poker di Kaempher mai eguagliato

Torino-Juventus, statistiche e curiosità: quel poker di Kaempher mai eguagliato

Verso il match / Il giocatore austriaco detiene il record di reti segnate in un Derby della Mole

di Raffaele Lima, @RLima_21
milan, torino

Mancano sempre meno giorni al Derby della Mole che vedrà come protagonisti rispettivamente Torino e Juventus, due squadre alla ricerca di un miglioramento costante che, inevitabilmente, passerà anche da un’ipotetica vittoria di questa sfida stracittadina. Un derby che verrà giocato ad uno Stadio Grande Torino quasi vicino al tutto esaurito, circondato da un clima di inevitabile serenità e grinta, dati gli splendidi risultati del Toro in questa stagione.

ATTEGGIAMENTO NEL CORSO DEI 90′ –  Le due squadre che si affronteranno domenica prossima, vivono e leggono le partite in modo nettamente diverso. In primis, i rispettivi tecnici adottano spesso due sistemi di gioco completamente diversi: i bianconeri variano quasi sempre dalla difesa a tre a quella a quattro, mentre il tecnico serbo preferisce puntare maggiormente sul solito 4-3-3, ormai collaudato alla perfezione con il materiale umano che ha a disposizione. La difesa della Juve è però molto più forte rispetto alla retroguardia granata, la quale soffre ancora di qualche problemino. Quella della Juventus è infatti una delle migliori a livello europeo e concede poco o nulla nel corso dei 90′. La squadra di Allegri ha subito la maggior parte delle reti – 4 – nel secondo quarto d’ora della seconda metà di gara – tra il 60′ e il 75′ -, intervallo di tempo in cui, i giocatori bianconeri sembrano spesso cedere un po’, dando comunque discrete garanzie al proprio allenatore. I granata invece subiscono la maggior parte delle reti – 6 – negli ultimi 15′, il che vuol dire che spesso i giocatori del Toro arrivano al finale di partita stanchi fisicamente e soprattutto psicologicamente, distrazioni che provocano dei seri danni ai numeri della squadra di Mihajlovic. La mano del tecnico serbo però si vede e come: i giocatori del Toro infatti, al rientro dagli spogliatoi, mettono in campo una tale aggressività e grinta da sembrare quasi dei top player. Nel primo quarto d’ora del secondo tempo infatti, il Torino ha segnato il 26% delle reti fatte in tutta la stagione. Mentre i bianconeri segnano spesso nell’intervallo di tempo che va dal 60′ al 75′, periodo in cui la squadra di Allegri ha messo a segno ben 12 gol. Dovrà coprirsi bene dunque la difesa granata al fine di evitare di andare sotto a questo punto della gara, periodo del match che può rivelarsi letale al risultato finale.

RECORD DEL DERBY –  Il Torino ha giocato molte sfide stracittadine contro la Juventus, sfornando anche vari record: il Derby della Mole vinto da Toro con più reti è stato quello del 23 marzo del 1913, giorno in cui i granata hanno stracciato la formazione bianconera per 11-1 seppur in occasione di una partita amichevole. La sconfitta peggiore è arrivata invece il 20 aprile del 1952, quando i granata sono stati battuti dalla Juve per 6-0 al Comunale dinanzi a circa 30000 tifosi: a segno quel giorno sono andati Hansen J. al 10′ e all’ 82′, Hansen K. al 17′, Vivolo al 40′ e Boniperti autore di una doppietta ai minuti 64′ e 89′.

NUMERI STORICI –  Il giocatore ad aver segnato più reti in un Derby della Mole è proprio un giocatore del Toro, ovvero Hans Kämpfer, attaccante austriaco che il 3 febbraio del 1907 ha siglato un poker alla Juventus sconfitta per 4-1. Mai nessuno lo ha più superato, qualcuno ha soltanto sfiorato questo record, siglando soltanto una tripletta, tra i quali c’è Mosso, che nel 1912 ha contribuito con la sua tripletta allo splendido 8-0 inflitto ai bianconeri; Poggi e Debernardi, Libonatti, Virgili, Combin e Vialli, l’ultimo ad aver sfiorato questo record nel 1995.

GOLEADE –  Molti derby sono anche terminati con numerose reti: il primo è stato quello del 1912, finito con un 8-0 in favore del Toro. La stagione seguente, nel 1913, i granata hanno vinto per 8-6, mentre nel 1914 si sono imposti nuovamente per 7-2. L’ultima goleada è avvenuta invece nel lontano 1952, con una netta vittoria della Juve per 6-0.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy