Torino, la difesa ai raggi X: ecco la situazione

Torino, la difesa ai raggi X: ecco la situazione

Il punto sulle gerarchie della retroguardia granata in attesa di sviluppi legati all’affare Bruno Peres

di Matteo Gabiano

Il reparto arretrato del Toro è quello che è meno cambiato rispetto alla scorsa stagione. I nuovi arrivi sono Molinaro, Jansson e Gaston Silva, per il resto è stato ampiamente confermato il blocco di “reduci” della scorsa stagione.

TERZINI – In attesa degli sviluppi dell’affare Bruno Peres a cui anche Vesovic è legato a doppio filo, il reparto esterni prevede Masiello, Darmian, Molinaro e lo stesso Vesovic. Per il serbo è abbastanza prematuro fare discorsi di collocazione in campo vista, come si diceva, la telenovela Peres. In caso di permanenza sarebbe un terzino in grado di giocare su entrambe le fasce che avrebbe la giusta pretesa di giocare con continuità. Bruno Peres ha giocato tutta la carriera sulla fascia sinistra e Ventura non gli cambierà di certo la collocazione, ma per il brasiliano bisogna attendere la fine del mercato e vedere che sviluppi ci saranno sulla questione legata al suo tesseramento. Darmian è una delle certezze del Toro e di Ventura, da lui ci si attende solo la solita dedizione, anche se qualche gol in più non dispiacerebbe a nessuno. Il posto da titolare è suo, non ci sono discussioni, sulla destra potrà finalmente tornare a compiere le sue solite scorribande magari ancora in coppia con Cerci. Molinaro si giocherà il posto con Peres o Vesovic, ma visto l’inizio di stagione e la partita praticamente perfetto con il Brommapojkarna all’Olimpico, sarà dura per chiunque togliergli il posto da titolare che, complici i problemi fisici del serbo e burocratici del brasiliano, è suo. Masiello si è guadagnato una riconferma abbastanza a sorpresa, ma lavorerà duro per farsi trovare pronto da professionista serio quale è. Visto il grande numero di partite che il Toro giocherà avrà anche lui spazio.

CENTRALI – Nei tre centrali che giocano davanti al portiere i posti blindati sono quelli del capitano Glik e di Moretti. Nella passata stagione la difesa tipo era composta da Bovo sul centro destra, Glik in mezzo e Moretti sul centro sinistra. Il numero 5 ha vissuto una stagione non semplice dal punto di vists fisico, ma ha dato il suo apporto fondamentale nel corso di tutto il campionato. Quest’anno il suo lavoro si fa più duro perchè, vista l’abbondanza di esterni, ci sarà anche Maksimovic a contendere al romano il posto alla destra di Glik. Il duello tra Bovo e Maksimovic rischia di essere uno dei grandi fili conduttori di tutta la stagione del Toro, ma trattandosi di due ottimi difensori non sarà un problema per la squadra ed i suoi equilibri. Attualmente in panchina siederebbero anche i due giovani nuovi acquisti Jansson e Silva. Lo svedese ha già assaggiato il campo e rotto il ghiaccio con l’Olimpico giocando da vice Glik, ruolo che lo accompagnerà per tutta la stagione. Silva, nel famoso gioco delle coppie di Ventura, è l’alter ego di Moretti, ma è principalmente un ragazzo giovane di grandi prospettive che deve ancora inserirsi nel gruppo e capire le logiche del calcio italiano. Nessuno gli metterà fretta, perchè c’è la consapevolezza di avere in squadra uno dal grande futuro.

Non essendoci in vista cambi di modulo, la situazione in difesa e sugli esterni al momento è questa, ma le gerarchie, specialmente in fascia potrebbero cambiare con l’ufficializzazione di Bruno Peres.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy