Torino-Lecce, perché sì e perché no: granata in fiducia, ma occhio alla difesa

Torino-Lecce, perché sì e perché no: granata in fiducia, ma occhio alla difesa

Verso il match / Tre motivi per credere nei granata e tre per temere la gara contro i pugliesi

di Redazione Toro News

STATO DI FORMA

Come di consueto, nel percorso di avvicinamento al match, analizziamo nel dettaglio glielementi favorevoli alla squadra di Mazzarri e, in parallelo, i fattori a cui il Toro deve stare attento. Perché sì e perché no: tre motivi per credere nella vittoria del Torino contro il Lecce e tre motivi per aver timore della squadra di Liverani.

PERCHÉ SÌ: I granata hanno dimostrato di essere in un ottimo stato di forma. Le vittorie contro Sassuolo ed Atalanta danno maggiore consapevolezza agli uomini di Mazzarri, che potranno affrontare le prossime gare senza l’affanno di dover recuperare subito punti.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 2 mesi fa

    Con tutto il rispetto per il Lecce (bentornati in serie a) dobbiamo grigliarli come si deve, senza tante storie.
    Nessuna partita va sottovalutata ma questa è e deve essere alla nostra portata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dario61 - 2 mesi fa

    La mia fortuna è,se così si può chiamare, che a 15 anni incominciai ad andare a vedere le partite del Toro con tanto di sciarpa ad urlare in maratona era il 1976 una goduria immensa che credevo irripetibile…forza ragazzi fatemi sognare.. possiamo essere il Leicester d’Italia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kieft - 2 mesi fa

    Mia Madre “Dai sorridete però che poi a questa foto gli mettiamo la cornice e la diamo a nonna… ma perché non sorridono?”
    Mio Padre si eclissa piemontesizzando un “lassà mach perde”

    Per anni sopra alla televisione di mia nonna, accanto alla gondola di plastica c’è stata quella foto incorniciata dove io e mio cugino grande che facevamo le medie abbiamo una specie di ringhio e gli occhi iniettati di lacrime e sangue, mio cuginetto che iniziava le elementari guarda a terra sconsolato e mia sorella adolescente, che ai tempi non aveva ancora contratto il virus, sorride ingenua senza sapere che da lì a un anno si invaghirà di Gianluca Sordo e farà il suo primo abbonamento.

    Mia madre una volta compresa la situazione reagì a suo modo, da allora non comprò mai, mai più, condiriso, sottoaceti, peperlizia o qualsiasi prodotto del loro sponsor di allora, ponti.

    Perché SI : perché è dal 1989 che per me con questi si deve solo vincere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy