Torino, l’età media del Wolverhampton è più bassa: sinonimo di maggiore esperienza dei granata?

Torino, l’età media del Wolverhampton è più bassa: sinonimo di maggiore esperienza dei granata?

Focus / L’età media del Torino è alzata particolarmente dai portieri: Sirigu e Rosati hanno rispettivamente 32 e 36 anni

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Gallina vecchia fa buon brodo” è un detto spesso usato, anche in ambito sportivo (anche Valentino Rossi lo usò per celebrare il nono mondiale vinto). Ora, definire il Torino una squadra vecchia sarebbe impensabile, considerando i tanti giovani presenti in rosa e praticamente tutti sono pedine importanti per Walter Mazzarri. Basta pensare ai vari Lukic, Bremer, Berenguer e Ola Aina per capire quanto i granata investano sui giovani. Eppure la formazione del tecnico toscano è più ‘vecchia’ del Wolverhampton. L’età media è di 25,4 per il Torino e di 24,75 per la formazione inglese. A fare la differenza è senza ombra di dubbio il pacchetto dei portieri granata, perché Sirigu e Rosati hanno rispettivamente 32 e 36 anni e fanno una media di 34 spaccato, mentre quella dei Wolves è di 28,33.

SINGOLI MATCH – Non sorprende più di tanto che gli inglesi abbiano una formazione così giovane, visto che un anno fa, all’inizio della Premier League, avevano l’età media più bassa in assoluto di tutto il campionato (24,9, mentre l’Everton seconda in questa speciale classifica aveva una media di 25,7). La giovane età del Wolverhampton rispetto al Torino si rende ancora più palese se si guardano gli undici iniziali schierati nel corso dei preliminari. I granata hanno schierato, infatti, la loro formazione più giovane nella gara d’andata contro il Debrecen (27,9), mentre gli inglesi nell’ultimo match contro il Pyunik (24,7 cioè in linea con l’età media della squadra).

Mazzarri-Espirito Santo: la difesa a tre come credo ma diversi modi di interpretarla

ESPERIENZA – Gallina vecchia fa buon brodo si diceva, eppure in fatto di esperienza internazionale i ragazzi di Espirito Santo non sono messi male. I top della squadra inglese sono Rui Patricio con 96 presenze tra Europa League e Champions e Joao Moutinho con ben 105 presenze in competizioni internazionali per club (61 in Champions e 44 in Europa League). Il resto della squadra si attesta su cifre decisamente inferiori, visto che il terzo calciatore più esperto è Raul Jimenez con 22 presenze in Champions League. I granata, dal canto loro, hanno come trio di giocatori più esperti Cristian Ansaldi, Salvatore Sirigu e Nicolas Nkoulou, che contano rispettivamente 44, 35 e 34 partite tra Europa League e Champions (QUI l’analisi dettagliata sul Torino). Insomma la formazione che arriverà a sfidare i granata giovedì è senza ombra di dubbio abituata a giocare partite in ambito europeo.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. KanYasuda - 8 mesi fa

    Avete bisogno di ferie !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pignal - 8 mesi fa

    Articolo dove c’è scritto tutto e il contrario di tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marcogol - 8 mesi fa

    L’età media non conta contano i tre gol che gli faremo all’andata e i due che gli faremo al ritorno. Loro se ci riusciranno ce ne saranno due al massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pignal - 8 mesi fa

      Conta però l’età media degli articolisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. renatoponzzo - 8 mesi fa

    bravo roberto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rogozin - 8 mesi fa

    Nel toro ci sono più giocatori con gli occhi azzurri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 8 mesi fa

    Ormai non si sa più cosa scrivere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gattojoyce - 8 mesi fa

    Articolo utile come un frigo Polo Nord…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. abatta68 - 8 mesi fa

    …e con altezza e peso come siamo messi? Reddito? Orientamento politico? Speriamo di avere approfondimenti in futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. bertu62 - 8 mesi fa

    No vabbé daiiii!!! Con “il taglio” di alcuni articoli adesso veramente si sta raschiando il fondo del barile e si rischia davvero il comico! Il prossimo quale sarà, sulla “misura media” dei numeri di scarpa, per scrivere se “PIEDI GROSSI SIGNIFICHI CORRERE PIU’ VELOCI O FARE TACKLE MIGLIORI?” MA DAIIII!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pignal - 8 mesi fa

      Ha fatto addirittura la media tra l’età di Sirigu e quella di Rosati, che calcoli impegnativi e interessanti! Perchè allora non ha fatto la media dell’età di tutti i giocatori di movimento?
      1) troppo sbattito
      2) l’età media è la stessa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pignal - 8 mesi fa

        Ecco, ho fatto il calcolo. Età media dei giocatori di movimento:
        Wolverhampton: 24,9
        Torino: 25,2
        In pratica i nostri hanno in media 4 mesi in più dei loro.
        Nota: dati presi da Transfermarkt, quindi ci sono sia per noi che per loro ancora molti giovani che verranno ceduti ma che fanno media

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Dario61 - 8 mesi fa

    Sai che bella notizia..io invece punto sulla mentalità vincente e su questo farei molta attenzione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. magnetic00 - 8 mesi fa

    Articoli che lasciano il tempo che trovano, le sentenze ( a nostro favore) le darà il rettangolo erboso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Nidam - 8 mesi fa

    Significa solo che i migliori giocatori dai 23 ai 26-27 anni vanno a giocare in Premier dove pagano molto di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy