Torino, Mazzarri chiama Millico e Rauti: i gemellini del gol arrivano in Europa League

Torino, Mazzarri chiama Millico e Rauti: i gemellini del gol arrivano in Europa League

Focus On / I due giovani talenti saranno schierati in panchina contro il Debrecen: il tecnico crede in entrambi

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino si proietta alla sfida contro il Debrecen, che sarà oggi alle ore 21. Comincia così la stagione dei granata, con una partita che sarà già importante e in parte decisiva per definire il proseguo dell’annata del Toro. I granata arrivano a questa sfida dopo solo 3 settimane di preparazione, non in condizione fisica ideale ma con la consapevolezza che la forza del gruppo possa essere una risorsa importante. A questa squadra, Mazzarri ha aggiunto anche una coppia inedita per la Prima Squadra del Torino, vale a dire quella dei gemellini del gol Vincenzo Millico e Nicola Rauti.

Mazzarri pre Torino-Debrecen: “Non buttiamo via quel che abbiamo fatto di buono”

FIDUCIA – L’allenatore del Torino ha voluto dimostrare che crede nel vivaio granata. Se Millico anche l’anno scorso si era unito alla Prima Squadra, esordendo anche in Serie A, la conferma della filosofia del tecnico arriva proprio dalla convocazione di Rauti, che di certo potrà mettere in conto di aver partecipato – quantomeno in panchina – ad un match di Europa League, nonostante la sua giovane età. Nonostante questo, però, è ancora probabile che Rauti lasci il Toro, e che venga ceduto in prestito per una stagione, cosa che invece non si può dire di Millico.

La probabile formazione del Torino: Bremer titolare nel 3-4-3 di Mazzarri

UNDER 15 – Ma, prima di parlare di mercato, è giusto onorare questa convocazione importante per Millico e Rauti. I due giocatori sono cresciuti, passati dall’Under 15 fino alla Primavera, lasciando il segno nella scorsa stagione agli ordini di Coppitelli. Ed ora, l’Europa League, un traguardo che sarà di certo un punto di partenza importante per i due talentini granata, che metteranno nel “curriculum” un’esperienza di certo alquanto formativa. E, chissà, un giorno potrebbero anche diventare la coppia ufficiale di questo Torino: ciò che è sicuro è che difficilmente Millico e Rauti dimenticheranno la serata di oggi.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Criss73 - 3 settimane fa

    Chiama i gemellini….ma dove, solo millico e neanche lo fa giocare…vergogna…. in tribuna rauti..ok è giovane, ma allora TACI..W.M.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 3 settimane fa

    Il “Moccagatta” di Alessandria ci darà la spinta per vincere la partita….forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SemperFidelis - 3 settimane fa

    Stasera prima partita ufficiale del Toro, si torna in Europa questo mi rende orgoglioso perché meritato, si parte dai preliminari non dalla semifinale si gioca contro il Debrecm 3 classificata campionato ungherese, formazione decisamente inferiore alla nostra anche con i primavera titolari, se il Toro non passasse il turno per me si spiegherebbe solo con le stesse motivazioni per cui abbiamo perso in casa con parma e bologna.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. skrunk - 3 settimane fa

      Le motivazioni devono averle per forza… il Toro torna a giocare in una competizione Europea dopo qualche anno, non vanno a giocarsi la “Coppa del Nonno”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 3 settimane fa

    Ci crede o non aveva alternative per mettere insieme 20 cristiani?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato - 3 settimane fa

      É mai possibile che si debba sempre criticare “a prescindere”? Caro Bischero, mi sei simpatico e molte volte condivido il tuo pensiero ma ho la sensazione (smentiscimi pure) che tu, e tanti altri in questo sito, vediate sempre il bicchiere mezzo vuoto.
      Provae un po’ a cercare di vederlo “mezzo pieno”, la vita sorride a chi lo vede mezzo pieno, credimi (Madama granata insegna…).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 3 settimane fa

    Io spero che Mazzarri li tenga entrambi in prima squadra.
    Se dobbiamo fare 3 competizioni, ci saranno occasioni per tutti.
    Continuo a pensare che, sotto la guida di un allenatore così importante, con Belotti come maestro, giocando con Falque e Zaza, i nosri ragazzi avranno più occasioni di migliorare e maturare che non in serie B, dove probabilmente non sarebbero titolari, o peggio in serie C.
    Troppe promesse si sono perse giocando nei campionati minori.
    Inoltre i 2 “cit”, se cresceranno e matureranno come si spera, si troveranno poi anche già ben inseriti nel resto della squadra, cosa molto importante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 settimane fa

      Madama…come ben ricordera’..un certo Roberto Cravero si sparo’ 2 campionati in serie b col cesena prima di ritornare alla base…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. skrunk - 3 settimane fa

        Sono sostanzialmente d’accordo con il commento di Madama_granata, solo che io spero che Belotti faccia parte dell’attacco del Toro ancora per parecchi anni, e vedrei bene Millico trasformarsi in trequartista, pronto sia a lanciare le punte che a puntare direttamente a rete, ipotesi folle?
        eurotoro, Roberto Cravero per me è stato uno dei migliori calciatori italiani di sempre, cervello fino e grande tecnica, magari dal vivaio crescesse qualche giovane come lui…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 4 settimane fa

    Oh yes…sono eccitato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 settimane fa

      …e diro’ di piu…mi eccita l’idea Singo come primo rincalzo di desilvestri….una sua discesa sulla fascia con dribbling a rientrare in una partita campionato primavera..utilizzato da coppitelli come terzino..mi ha entusiasmato…hai visto mai..ce l’avevamo in casa!…grande fisico e gamba..daje daje

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy