Torino, Mazzarri valuterà Zaccagno: lui spera nel salto di qualità

Torino, Mazzarri valuterà Zaccagno: lui spera nel salto di qualità

In uscita / Il portiere di proprietà del Toro, dopo una buona stagione alla Vibonese, potrebbe essere il secondo di Sirigu: ma una cessione non è da escludere

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino sta pensando molto, in questo periodo, a risolvere situazioni particolari, soprattutto riguardo quei giocatori che tornano dai rispettivi prestiti e sui quali bisogna fare delle riflessioni. Uno di questi è sicuramente Andrea Zaccagno, portiere granata che più volte – a livello giovanile e Nazionale – ha dimostrato di avere grandi qualità che, se coltivate, potrebbero renderlo un portiere di grande caratura. Il suo futuro, al momento, non è ancora definito, perché il giovane estremo difensore ha più opzioni per la prossima stagione.

VIBONESE – Zaccagno arriva da una buona mezza stagione con la Vibonese, squadra che gli ha permesso di giocare con continuità (11 le presenze messe a segno tra gennaio e giugno) e con la quale ha fatto una buona esperienza. Il portiere originario di Padova aveva raccolto 8 presenze anche nella prima metà di stagione, con la Pro Piacenza, club poi cancellato dal campionato di Serie C per un grave dissesto economico. Giunto alla sua terza stagione di professionismo, Zaccagno ha voglia di fare un salto di qualità ed è legato al Torino da un contratto sino al 2021.

LE OPZIONI – A questo punto, ci sono due possibilità per la prossima stagione. Il portiere verrà valutato molto probabilmente nel ritiro di Bormio, durante il quale avrà la chance di mettersi in mostra e confrontarsi con giocatori di Serie A, per valutare il suo livello: Mazzarri lo terrà sott’occhio, e una delle opzioni è proprio quella di rimanere al Toro. Il giocatore potrebbe prendere il posto di Ichazo come secondo portiere, con la possibilità anche di collezionare qualche presenza in caso di forfait di Sirigu. Nel caso in cui l’allenatore del Torino non dovesse ritenerlo ancora pronto, Zaccagno sarebbe pronto per un altro prestito, considerato anche che ha un contratto col Toro fino al 2021. A questo punto sarà interessante conoscere il destino di questo ragazzo, che sicuramente ha voglia di giocare per continuare a fare esperienza.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PaoloSWE - 2 mesi fa

    Se Ichazo non rinnova… E nel caso Rosati rimanga come terzo, uno tra Zaccagno e Cucchietti magari potrebbe rimanere come secondo, spero li valutino entrambi in ritiro per scegliere l’alternativa più valida. Poi bisogna vedere se i ragazzi vogliono giocare o accettano un ruolo da subalterno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PaoloSWE - 2 mesi fa

    Qualcuno mi spiega perché non si giocano più le amichevoli infrasettimanali in provincia o in giro per il Piemonte?
    Era un modo per avvicinare ancor di piu al Toro la nostra gente e specialmente i più giovani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Torello_621 - 2 mesi fa

    Tutti a Bormio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Garnet Bull - 2 mesi fa

    Penso che Cucchietti nonostante sia più giovane possa darci più sicurezza e lo reputo superiore anche in prospettiva

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Su transfermarht e tuttocalciatori.net si parla di 183 cm, che è quello che sembra di vedere in fotografia.
    Si wikipedia 189 cm, boh.
    Io me lo ricordo piccolino per essere un portiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio - 2 mesi fa

    Comprendo che per il ruolo di portiere siano indispensabili alcune caratteristiche fisiche ma, non sono tutto e non possiamo attenerci solo a queste per giudicare un elemento. A questo proposito, vorrei portare ad esempio Milinković-Savić, alto 2.02 ma giocatore che non è neppure in grado di giocare, non dico nella Spal ma neppure nell’Ascoli ed in nessuna squadra, ancorché di categoria inferiore. Chi non crede nelle qualità di Zaccagno verrà smentito dai fatti e dal tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alberto Fava - 2 mesi fa

    Bene, mi auguro che gli venga data una chance.
    Lo ricordo bene in quella favolosa Primavera di Longo, dimostrava già di avere dei numeri, e che numeri!
    Poi: è un prodotto costruito dalle giovanili del Padova e completato scuola Toro più volte Nazionale nelle varie categorie, e che si è comportato sempre bene finora in giro dove ha giocato.
    Infine e questo è la parte più interessante per tutti: il maturare all’ombra di una quercia come il nostro numero 1 Sardo, non può che far sbocciare al meglio le doti insindacabili di base ed il talento del Ragazzo.
    Forza Andrea, dacci sotto e dimostra che vali un posto in Granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bischero - 2 mesi fa

    Ciao Mimmo. Credo che nel calcio il fisico abbia il suo peso e va aggiunto al bagaglio tecnico. A 22 anni se sei bravo giochi almeno in serie b. Zaccagno 1.89?su transfmarket da 1.83.cmq non mi sembra un mostro di fisicità. Valuterà come dice l articolo Mazzarri e lo staff. Ma io fossi in lui andrei a giocare. Per un portiere é importante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimmo75 - 2 mesi fa

    I centimentri non sono un problema. Zaccagno ne ha 3 in meno di Sirigu ma è più alto di Ichazo, per dire. 1.89 è un’altezza consona a un portiere (ricordi Gillet con il suo metro e ottanta?). Piuttosto è da testare ad alti livelli e non credo che il ritiro possa dare indicazioni complete. Sicuramente Mazzarri avrà modo di scrutare altri valori come professionalità, impegno, voglia di emergere, umiltà. Per quelli tecnici servono banchi di prova importanti, con punti in palio e sul lungo periodo. Io credo che si profili un altro prestito, magari in serie B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 2 mesi fa

      Rispondevo a Bischero ma è apparso qui il commento….boh?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    E’ alto 183 cm, troppo poco per un portiere di fascia alta. Purtroppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Il “degno” sostituto di un portiere come Sirigu, in una squadra con ambizioni di alta classifica, non può essere un ragazzo che in 3 anni di professionismo ha messo insieme una manciata di presenze in serie minori. Auguro a Zaccagno di diventare un portiere di serie A e credo ne abbia le potenzialità, ma per farlo ha bisogno di giocare regolarmente almeno un paio di stagioni tra serie A e alta B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Bischero - 2 mesi fa

    Non ha I cm e I numeri per giocare a grandi livelli. Mi spiace…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13962533 - 2 mesi fa

    Meglio venderlo che bruciarlo non facendolo giocare. Dispiace, ma per la sua carriera sarebbe meglio se venisse ceduto a una società che possa garantirgli il posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy