Torino, Millico, Rauti, De Angelis e Buongiorno ancora in granata: esuberi o risorse?

Torino, Millico, Rauti, De Angelis e Buongiorno ancora in granata: esuberi o risorse?

Focus on / La sessione del calciomercato si è chiusa e Millico, Rauti, De Angelis e Buongiorno vestiranno ancora la maglia granata, almeno fino a gennaio, a meno di qualche offerta dall’estero

di Redazione Toro News

La sessione del calciomercato del Torino si è chiusa con una doppia sorpresa: l’acquisto dal Napoli di Simone Verdi e il mancato trasferimento in prestito di Millico al Chievo Verona. Sembrava tutto fatto per il passaggio in veneto del giovane attaccante e invece è saltato l’affare perchè i documenti sono stati depositati qualche minuto dopo le 22. Il classe 2000, perciò, rimarrà a Torino fino a gennaio, a meno che non ci sia una qualche altra opportunità all’estero, come ha dichiarato il presidente Urbano Cairo nella tarda serata di ieri (LEGGI QUI). La storia di Millico è simile a quella di altri tre giovani: Rauti, Buongiorno e De Angelis che sembravano destinati al prestito e invece non è stato trovato l’accordo per nessuno dei tre. Leggermente differente, invece, la situazione del portiere Zaccagno: lui si è trattenuto a Torino per curarsi la spalla (LEGGI QUI). E ora, che ruolo potranno recitare in questa stagione i vari Millico, Rauti, Buongiorno e De Angelis? Esuberi o risorse?

MILLICO E RAUTI La situazione dei due attaccanti è differente rispetto a quella dei due compagni. Millico è stato nel corso del mese d’agosto una pedina importante per il tecnico Mazzarri. L’infortunio di Iago Falque ha permesso al 2000 di giocare tre scampoli di partita nelle qualificazioni di Europa League. All’esordio, tra l’altro, nei 14′ con il Debrecen si è tolto la soddisfazione di segnare. Poi, è stato adoperato 12′ in Bielorussia con il Soligorsk e 8′ in Inghilterra con il Wolverhampton. In campionato ha seduto in panchina 90′ sia con il Sassuolo che con l’Atalanta, partita in cui sarebbe stato l’unica alternativa a Belotti, complice l’infortunio di Zaza. Anche Rauti fa ormai costantemente parte del gruppo della Prima Squadra, anche se non ha ancora esordito. Per entrambi le opportunità di mettersi in mostra agli occhi di Mazzarri saranno veramente poche. L’arrivo di Verdi e poi il rientro dall’infortunio di Iago Falque rinfoltiranno il reparto offensivo. Inoltre, l’eliminazione ai play-off di Europa League con il Wolverhampton limiterà ancor di più il loro impiego, essendoci meno impegni ufficiali da disputare.

BUONGIORNO E DE ANGELIS Per il difensore classe 1999 e per il centrocampista classe 2000 la situazione è ancor più complicata. Entrambi, infatti, sono meno integrati nel gruppo di Mazzarri. Un loro utilizzo in Serie A o in Coppa Italia appare utopistico. Probabilmente continueranno ad allenarsi con Belotti e compagni, ma fino a gennaio non calcheranno mai il campo. Per entrambi c’erano stati molti sondaggi durante gli ultimi giorni di calciomercato, ma non è stato trovato l’accordo con nessuna società. Dovranno, perciò, armarsi di pazienza e imparare il più possibile stando al fianco dei compagni più esperti, aspettando fiduciosi l’inverno.

 

Andrea Calderoni

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. aguilera - 2 settimane fa

    purtroppo non è il primo anno…lo scorso anno ferigra non sono riusciti a darlo in prestito nonostante avesse esordito in serie a poi ha passato l’anno a fare il ‘nonno’ con la primavera,edera stesspo che è infortunato dovevano mandarlo in b a recuperare e poi a giocare sempre…non aver mandato millico a farsi le ossa è un gravissimo errore una mancanza totale di programmazione,sui perde tempo ad acquistare in qua’ e la per la primavera e poi i ragazzi piu talentuosi non riesci a trovargli una sistemazione adeguata…tra l’altro per millico il chievo sarebbe stata soluzione top in una squadra ambiziosa che lottera’ per vincere il campionato dove avrebbe trovato competizione ecc…… pure gemello è stato piazzato alla fermana(!) nelle ultime ore,e poi ci si sciacqua la bocca a parlare di settore giovanile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 settimane fa

      E ridagli con la solfa “mancanza di programmazione”….Che noia! Siate almeno creativi!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. aguilera - 2 settimane fa

        assenza di programmazione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bertu62 - 2 settimane fa

          Bello sforzo, complimenti vivissimi! Francamente non mi aspettavo tanto da Te, hai fatto OLTRE il Tuo massimo! Sono ansioso di leggere altre perle…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PiazzistaDiSeggiolini - 2 settimane fa

            Quindi non aver dato in prestito Millico e gli altri talent ex Primavera per mancato deposito in tempo utile (dunque contratto nullo) cosa rappresenterebbe…???

            Un piccolo errore…una negligenza trascurabile…???

            Fatti furbo gadan, te l’ho già detto, e pensa prima di scrivere

            Mi piace Non mi piace
  2. PiazzistaDiSeggiolini - 2 settimane fa

    Chievo, Pellissier: “La trattativa saltata per Millico? Colpa del Torino”
    03.09.2019 13:14 di Marina Beccuti, TMW

    Il responsabile dell’area tecnica del Chievo, tra l’altro ex giocatore granata, Sergio Pellissier, ha parlato oggi al termine del mercato. Cè stato spazio anche per spiegare come mai Vincenzo Millico non è riuscito ad arrivare alla squadra veronese, retrocessa in B nella scorsa stagione.

    “Con Millico ci ho parlato io stesso verso le otto di ieri sera, era un affare alla portata, il Presidente aveva firmato il contratto e avevamo inviato il tutto via mail al Torino alle 21.30, però fino alle 21.58 non ci avevano rimandato niente e alla fine non c’era più tempo. Pur in tempi ridottissimi noi avevamo fatto tutto perfettamente, la trattativa è saltata per causa loro”.

    Queste sono le cretinate di “personaggi dirigenziali” che attendono sempre l’ultimo minuto per agire e che poi, puntualmente, combinano solo guai.

    Millico, Rauti, De Angelis e Buongiorno sono Giocatori Giovani e Preziosi, forgiati in casa, da far giocare con continuità, crescere e maturare.

    Che la società, Cairo e i suoi quadri dirigenziali rimedino e al più presto: non si rovinano delle Risorse così importanti per incapacità cronica ed attendismo da dilettanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 2 settimane fa

      Anche il Chievo ha spedito la mail alle 21 e 30, avessero piazzato prima Stepinski si sarebbero mossi prima. Verdi era l’obiettivo e anche 6 ore prima non te lo davano, ADL si è convinto nel pomeriggio inoltrato. Comunque bisogna vedere che carattere ha Millico per capire se un’esperienza in Portogallo potrebbe viverla bene o no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. verarob_701 - 2 settimane fa

      Apro e chiudo….ho detto che ha sbagliato la società…..ma se fossi stato il Chievo, e così interessato tranquilli che dalle 21.30 ero in linea con il Torino calcio e al momento in cui Verdi firmava facevo accodare la pec per Millico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. bertu62 - 2 settimane fa

      Ma Te, @piazzista di sti…., non lavori mai? Magari all’estero? Magari in un posto dove non c’è campo? Mica per niente, proprio per tutto! Tutta la nostra salute, ammorbata dal Tuo olezzo…. però con simpatia eh? Hai visto mai che ti puoi anche offendere…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PiazzistaDiSeggiolini - 2 settimane fa

        Io vivo di rendita e posso permettermi di fare il kapzo che mi pare, alla faccia tua e d tutti i poveracci come te che hanno le pezze al deretano o lavorano per vivere…!!!

        Senza offesa eh, pidocchio…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. unasolafede - 2 settimane fa

          Io lavoro quindi? Sono anch’io un poveraccio con le pezze al culo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PiazzistaDiSeggiolini - 2 settimane fa

    Al momento la gestione dei nostri Ragazzi più talentuosi è stata veramente pessima: prima aggregati in prima squadra con speranze di crescita e di gioco, ora in un limbo incomprensibile.

    Mi auguro soltanto che non vengano tenuti a marcire in panchina, per evitare di fare la fine di Parigini ed Edera.

    Hanno bisogno di giocare, maturare e crescere calcisticamente e professionalmente.

    Far perdere loro un anno sarebbe veramente vergognoso, inconcepibile e totalmente controproducente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Follefra Granata - 2 settimane fa

    Millico è rimasto perché aspettavo Verdi. E se si ufficializza l’acquisto alle 21.57 è logico che non siano riusciti a depositare in tempo la cessione in prestito. Potrebbe essere una sfida esaltante in qualche campionato estero (Portogallo?) con meno tattica e pressione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 2 settimane fa

    Risorse: per me assolutamente risorse!
    Da far crescere sotto gli occhi vigili di Mazzarri, da far allenare duramente e seriamente con la prima squadra (e che squadra!) e da incominciare ad inserire di tanto in tanto!
    Ad esempio: se la prossima partita il risultato fosse in cassaforte, vedrei volentieri almeno uno di loro in campo x gli ultimi 15/20 minuti!
    In tanti mi avete detto che gli ex-Primavera non sono ancora pronti x la serie A.
    Io ci credo, ma continuo a pensare che, se non li si prova, non si può sapere a che punto sono e cosa possono dare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 2 settimane fa

      Questi sono ragazzi che devono giocare, non stare a guardare.
      E’ assolutamente vero che si è perso tanto tempo sul mercato con la scusa dei preliminari, scusa falsa.
      Non è stato fatto un buon mercato, è evidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. verarob_701 - 2 settimane fa

    SSFT l momento il più interessante è il Portogallo..detto ciò Millico è un esubero, visto che deve giocare ed è colpa sicuramente della società se è rimasto…per Rauti sinceramente non ho sentito di trattative, e credo sia rimasto come punta di ricambio se ci fossero davvero grossi problemi di infortuni, credo che per De Angelis e Buongiorno ci siano colpe anche dei procuratori, anche per loro non ho sentito di grosse richieste, la cosa mi pare strana, soprattutto per Buongiorno con un campionato di B alle spalle, potrebbe darsi che siano loro ad aver detto no a qualcuno, e non si sia materializzata l’offerta che speravano..ripeto per Millico colpa del Toro, ma fino all’addio di Stepinski al Chievo di ieri pomeriggio, mi pare che Millico non fosse convinto…mi par di capire , e vale per tutti i giocatori, che preferiscano il “tappeto rosso”, posso capirli, ma devi essere anche tu a ” sfondare”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SSFT - 2 settimane fa

      Capito, grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. @lupostyle - 2 settimane fa

    Ma non dovevano fare le seconde squadre, le under 23 obbligatorie da quest’anno? Con tutti sti ragazzi che ha il toro, la rosa della squadra sarebbe già fatta. Non ci sono più le condizioni per fare le seconde squadre?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 settimane fa

      Questione interessantissima la Tua, @lupostyle, complimenti! Ti rispondo per quanto ne so io, senza presunzione per carità, già mi danno del “professore presuntuoso” in altro sito 🙂 !!
      Dunque la situazione delle II° squadre per quanto ne so, appunto, è questa: NESSUN OBBLIGO, ci mancherebbe, quindi libera scelta alle società se presentare domanda per iscrizione oppure non presentarla, il Toro, così come tante altre squadre di A che avrebbero i requisiti necessari ed in regola per farlo, ha scelto di no…I motivi, quelli VERI? Non li conosco, ovviamente 🙂 , non sono all’interno della Società, posso dirti quelle che sono state ufficialmente “le motivazioni” addotte: prima di tutto il fatto che i giocatori che vengono utilizzati i questa II° squadra NON POSSONO aver già giocato nella I°, per dire un Millico, una volta convocato ufficialmente in prima squadra non può più “retrocedere” nella II° (figuriamoci poi se addirittura ha esordito!)…Secondo, i costi/benefici non sono sostenibili senza adeguato ammortamento/compensazione, cioè allestire un’altra squadra comporta costi che vanno dall’allenatore dedicato allo staff allo stadio (non può essere quello della I° squadra e nel caso del Toro non può essere il Filadelfia perché, grazie a CHI si è succeduto al governo della Città di Torino ed alla Provincia, il Filadelfia non è più uno stadio ma un impianto sportivo che non può essere utilizzato per gare ufficiali nel campionati FIGC anche se minori, come la Serie C…Infine la poca chiarezza sulle regole stesse della FIGC e Lega Calcio e Lega Serie C in merito alle promozioni/retrocessioni: al momento le II° squadre non possono né essere promosse (si potrebbe venire a creare una situazione paradossale qualora la I° squadra retrocedesse in B e la II° squadra venisse promossa in B…) né retrocedere (verrebbero a mancare i principi fondamentali relativi alla presenza di una II° squadra in un campionato professionistico… Insomma, UN GRAN BEL CASINO, tipicamente una roba in cui FIGC e LEGA CALCIO da anni ci sguazza!!!
      Saluti brò…
      FV♥G!!! SEMPRE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 2 settimane fa

    Sbavature

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. andre_football - 2 settimane fa

    Mi dispiace per questi ragazzi e anche per il Toro, per quello che questi giovani rappresentano. Purtroppo un pó per come funziona il mondo del calcio oggigiorno e un pó per come la società gestisce i giovani, se vogliono fare esperienza e avere qualche chance di emergere è meglio che vadano altrove. È in peccato, ma purtroppo questa è la realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ardi - 2 settimane fa

    Bava quest’estate non ha sicuramente dato il meglio di se

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Garnet Bull - 2 settimane fa

    Bhe de angelis per allungare il centrocampo in caso di bisogno è tutt’altro che da buttare via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 2 settimane fa

      Cerchiamo di essere realisti, con l’attitudine del mister di adattare i giocatori in ruoli differenti, per vedere il campo deve scoppiare un’epidemia.
      Io sono del parere che allenarsi 6 mesi con la prima squadra, con un gruppo del genere, può solo fare bene anche perché la maglia da titolare all’esordio tra i prof non è scontata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. aguilera - 2 settimane fa

      de angelis faceva cagare in primavera e tu lo vuoi in serie A.. prima di fare un passaggio tocca la palla 40 volte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. luna - 2 settimane fa

    Sta di fatto che sono nella rosa,…potrebbero tornare utili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. SSFT - 2 settimane fa

    Ma quali sono questi campionati esteri con il mercato ancora aperto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 settimane fa

      Buona domanda anche la Tua…In zona UEFA i mercati ancora aperti sono 4: Bulgaria, Slovacchia, Repubblica Ceca & Israele …Fai Te…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torello_621 - 2 settimane fa

        Pellegrinaggio a Gerusalemme vale sempre la pena.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. vinbrulè - 2 settimane fa

    Ma non possono giocare in primavera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Rimbaud - 2 settimane fa

    Ora io mi chiedo è possibile che il toro sia riuscita a piazzare tanti giovani da gemello a belkheir, da damascan e rossetti, perfino gustfason a titolo definitivo e si sia dimenticata di quelli che sono a tutti gli effetti i suoi primavera migliori? Senza offesa, ma non è sembrato che bava avesse di meglio da fare. Non È possibile che mazzarri abbia chiesto di averli qualche mese con sé? Questa potrebbe essere un interessante domanda da porre al mister magari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. poluva66 - 2 settimane fa

    Complimenti a Bava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aguilera - 2 settimane fa

      bava alla bocca

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 settimane fa

        Complimenti a tutti e due.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy