Torino-Palermo 3-1: è Gallo show, questo Belotti è un ciclone

Torino-Palermo 3-1: è Gallo show, questo Belotti è un ciclone

Fischio finale contro i rosanero / Il numero 9 ne segna tre, è inarrestabile. Palermo in 10 e al tappeto

di Marco Parella

I primi 45 minuti hanno visto Belotti e compagni manovrare bene sulla trequarti avversaria, rischiare poco o nulla e arrivare in almeno quattro occasioni vicini al gol. Un po’ di sfortuna e una quota di imprecisione hanno però permesso a Posavec di andare all’intervallo imbattuto e a Rispoli di beneficiare di una prateria, percorrerla indisturbato e battere Hart di precisione. Sinisa Mihajlovic corre subito ai ripari inserendo Ljajic per Boyè.

La prima grande chance capita proprio sui piedi del serbo che, imbeccato bene da Iago Falque, spara altissimo a due passi da Posavec. Il Toro non riesce ad affondare e Mihajlovic manda dentro anche Maxi Lopez per Gustafson, alla ricerca di maggior peso in attacco. Pochi istanti dopo una botta di Ljajic viene murata da un difensore a seguito di un batti e ribatti in area rosanero. È un assedio del Torino, ma il Palermo si difende con tutte le sue forze. In campo anche Iturbe per Falque.

Torino-Palermo 3-1, Cairo: “La clausola di Belotti oggi la metterei a 150 milioni”

Il pareggio arriva, meritatissimo, al 72esimo: su calcio d’angolo è sempre lui, il Gallo Belotti a insaccare di testa. È 1 a 1 con un quarto d’ora da giocare per provare a portare a casa i tre punti. Balogh non ci sta e prova a spaventare Hart, ma il suo tiro è debole. Ricomincia l’accerchiamento del fortino rosanero da parte del Toro. L’ansia dura lo spazio di un battito di ciglia perché al 76esimo il Grande Torino esplode per il destro al volo di Andrea Belotti su calcio da fermo di Adem Ljajic. Tutti in piedi per il numero 9.

La gente si è appena seduta quando, nell’ordine, Belotti si guadagna una punizione sulla linea di fondo, atterrato da due avversari, Ljajic la batte lunga e morbida sul secondo palo, lo stesso Belotti incorna ancora (indisturbato) alle spalle di Posavec. Tripletta del Gallo, sono 22 in campionato.
Ancora lui serve di tacco Barreca che entra in area e invita al tap-in Lukic, palla larga di un soffio. Al 41esimo Belotti la lascia dietro a Maxi Lopez che batte da buona posizione, ma Posavec devia con la punta delle dita. Al 90esimo Diamanti impegna Hart su punizione, poi Iturbe ha un paio di buoni spunti non finalizzati.

Torino-Palermo 3-1, Mihajlovic: “La vittoria è strameritata, non cerchiamo il pelo nell’uovo”

Quando Rizzoli fischia la fine tutto lo stadio è per Belotti, un giocatore così a Torino (e in Italia) non si vedeva da tantissimo tempo.

 

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mauro69 - 3 anni fa

    Adesso però rimaniamo con i piedi ben piantati a terra e ricordiamoci che nel 2017 siamo riusciti a battere (e non senza patemi) solo Pescara e Palermo, cioè 2 squadre già virtualmente retrocesse.
    È vero, la squadra sta ritrovando lo spirito giusto, lo dimostra il carattere che sta tirando fuori soprattutto nei secondi tempi (Belotti è un grandissimo, ma segna perché gli altri lo mettono nelle condizioni di farlo), e questo è un ottimo segnale, ma la strada da percorrere è ancora lunga e insidiosa.
    È ora di tornare a vincere con una big… Lazio e Inter sono alle porte, chissà. Se il Toro gioca da Toro (e non da torello), niente ci è precluso.
    Dobbiamo crederci sempre e non mollare mai!!! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 3 anni fa

    Immenso Belotti! Ci ha risparmiato un’altra giornata amara! Oggi è solo felicità, ma il pensiero della sua possibile partenza è un tarlo che rode.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. commercial_384 - 3 anni fa

    Ora Miha sta anche provando a lanciare dei giovani, aveva solo 2 centrali discreti entrambi infortunati e se l’è un po’ inventata ed è arrivata una crisi che ci ha fatto perdere 3/4 punti ma è una dimensione stra-accettabile, anzi, se si tifa e non si fa come ruttosport-solo-gobba magari si può battere il record del 2014!
    Sarò d’accordo con i disfattisti quando i diritti televisivi in Italia verranno suddivisi come in Inghilterra ad esempio e non SOLO a favore delle prime 3/4…
    Mancano 11 giornate e occorrono 18 punti… non facile, non impossibile… Dopo Lazio e Inter abbiamo Udinese, Cagliari e Crotone… FORZA TORO E BASTA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. commercial_635 - 3 anni fa

    Ora Miha sta anche provando a lanciare dei giovani, aveva solo 2 centrali discreti entrambi infortunati e se l’è un po’ inventata ed è arrivata una crisi che ci ha fatto perdere 3/4 punti ma è una dimensione stra-accettabile, anzi, se si tifa e non si fa come ruttosport-solo-gobba magari si può battere il record del 2014! Mancano 11 giornate e occorrono 18 punti… non facile, non impossibile… Dopo Lazio e Inter abbiamo Udinese, Cagliari e Crotone… FORZA TORO E BASTA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. commercial_570 - 3 anni fa

    Per il resto è arrivato: 11° nel 2001-2002 (il Toro di Camolese di Lucarelli-Ferrante-Comotto ma anche di Osmanovski per capirci
    per il resto è solo era Ventura con un 16° posto (1° in serie A dopo la vergogna) del 2013, 7° con 57 punti (stra-record sino a quel momento… il massimo di punti erano i 43 di 12 anni prima) nel 2014, 9° nel 2015 con 54 e 12° nel 2016 con 45… punto, riga… E’ COSì STRANO CONSIDERARE QUESTO UN BUON CAMPIONATO?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. commercial_400 - 3 anni fa

    Il Toro però non è solo il Gallo e io sono orgoglioso di questo Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. commercial_87 - 3 anni fa

    Sono orgoglioso di questo Toro che prova sempre a giocare a calcio!
    E sono anche un po’ stufo di questo disfattismo ‘che sono tutti brocchi e tutte merde tranne il Gallo…
    Dal 2000 ad oggi il Toro, in 16 campionati (più questo) ha il seguente ruolino di marcia:
    7 su 16 se li è fatti in Serie B
    2 su 16 è retrocesso
    3 su 16 si è salvato per il rotto della cuffia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. daunavitagranata51 - 3 anni fa

    quanto cuore sto gallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. daunavitagranata51 - 3 anni fa

    senza parole……tanta gioia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 anni fa

    Io uno così in Italia (e italiano) non lo vedevo dai tempi del miglior Vieri. Ma il gallo è ancora più forte: Immenso.
    L’unico che oggi davvero non ci stava a perdere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 anni fa

      A parità di età il Gallo è già superiore a Vieri per risultati, davvero incredibile.
      Un giocatore completo nel ruolo,ma anche capace di andare oltre o limiti dell’attaccante e aiutate,anzi no trascinare la squadra.
      Il Gallo sarà per 10 anni il miglior attaccante della nazionale,ma spero di vederlo ancora un paio di anni da noi,anche se la vedo molto dura con gli osservatori di mezza Europa sempre a vederlo segnare.
      Bravo Andrea, un esempio per i giovani calciatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 anni fa

        Condivido tutto, anche la speranza di averlo con noi almeno fino ai Mondiali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. blubba - 3 anni fa

    Ma che giocatore abbiamo!!Mamma mia , ringraziamo ancora mister libidine che lo ha portato assieme a al Ds e godiamocelo finchè potremo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. wally - 3 anni fa

    e quanti ci voleva per far capire a quel “genio” che per questo STRATOSFERICO BELOTTI ci voleva una spalla?…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. CHC Bull - 3 anni fa

    Bellissimo Belotti.
    Bene Baselli (già la seconda) e bene Lukic (già la terza).
    Spero alla prossima di vedere un centrocampo Baselli, Lukic e Valdifiori.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Baveno granata - 3 anni fa

    STRATOSFERICO!!!
    A giugno ti perderemo ma ti auguro ugualmente una carriera ricca di goal

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sylber68 - 3 anni fa

      Cazzo sei un veggente??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Baveno granata - 3 anni fa

        Non ho la sfera magica per prevedere il futuro,ma Con braccino al comando lo considero già perso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. prawn - 3 anni fa

    Avendo visto diverse partite sia della Gobbaglia che della Roma ho sempre detto che il Gallo e’ nettamente superiore sia a quella cacca a striscie di Higuain che a Dzeko.

    C’e’ l’eta’ da considerare, il fatto che comunque giochi in una squadra che gliene passa poche ogni domenica.

    Certo ha cannato i rigori, deve migliorare, ma sarebbe praticamente irragiungibile se fosse rigorista titolare.

    Cairo lo tiene? 100 milioni? Li vale tutti. Sara’ dura. Ma se Cairo vuole un toro da europa, se fa sul serio, si tiene il Gallo per un paio d’anni e il Gallo puo’ essere quello che Maradona fu per il Napoli.

    Oggi si e’ visto un Toro migliore, soprattutto al centrocampo, vorrei vedere Maxi piu’ spesso. A Ljacic la panca fa benissimo, magari farebbe bene incominciare da seduto pure a Iago favorendo La Gallina.

    Tanti giovani, che faticano a girare le sorti di una partita.

    Iturbe lo considererei fuori rosa, tanto non sono soldi nostri, un incidente di percorso, un po’ come la gomitalgia del Carlao.

    Forza Toro, continuiamo a vincere, l’ottavo posto non e’ lontano. (Almeno quello dai!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. abatta68 - 3 anni fa

    Grande Andrea!!!! Ci voleva una vittoria per rasserenare un po l’ambiente, in vista delle prossime due partite decisamente difficili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. magnetic00 - 3 anni fa

    che giocatore completo che abbiamo…..godiamo alla grande!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy