Torino-Parma, Gervinho e Nkoulou: i due casi di mercato di nuovo protagonisti

Testa a Testa / I due giocatori si sfidano, avendo passato una parabola simile nel corso di questa stagione: ora vivono momenti diversi

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, questo fine settimana, andrà a sfidare il Parma: la partita si svolgerà allo stadio Olimpico Grande Torino, tra due squadre che vivono momenti completamente opposti, con i crociati che vedono l’Europa e stanno cercando di dare continuità ad una stagione soddisfacente, mentre i granata stanno attraversando un periodo grave, con cinque sconfitte consecutive e cinque punti di distanza dalla zona retrocessione. Questo match sarà cruciale per le due formazioni anche a livello di singoli. In particolare ci sarà una competizione tra Gervinho e Nkoulou, giocatori dal destino simile.

Torino, Izzo si riprende il posto: da Bremer troppi errori tecnici col Milan

SEPARATI – Entrambi i giocatori quest’anno hanno avuto delle situazioni poco piacevoli nella squadra in cui giocano. La scorsa estate Nkoulou ha cominciato a palesare il suo malumore per il mancato trasferimento, avendo cercato uno scatto di carriera in squadre più blasonate, finendo per essere forzatamente trattenuto e di conseguenza escluso dalla squadra per diverse settimane. Un episodio simile è capitato anche a Gervinho, ma durante il mercato invernale: l’attaccante era vicino all’addio, volenteroso di altre esperienze. Quando il trasferimento è saltato, Gervinho non si è sforzato per evitare di dimostrare il suo malcontento. Per questo motivo è stato escluso per quasi un mese dalla sua squadra.

Toro, le ultime dal Fila: lombalgia per Millico. Per lui solo terapie

REINTEGRAZIONE – Sia Nkoulou che Gervinho hanno però ritrovato la strada della  reintegrazione nella squadra, dopo un percorso a tutti gli effetti punitivo. Il difensore è tornato ad essere il perno di una difesa che purtroppo non è più quella dello scorso anno: senza il camerunese, la squadra granata avrebbe avuto molte più difficoltà di quante non ne abbia già avute. Per quanto riguarda l’attaccante, è stato reintegrato proprio lo scorso match contro il Sassuolo: il destino ha voluto che il gol vittoria (del definitivo 0-1) lo abbia segnato proprio Gervinho, ritrovando quindi la fiducia dei compagni e i sorrisi dei tifosi. Per i due giocatori sarà una partita fondamentale, per cercare di arrivare a fine stagione in maniera professionale, nonostante la spaccatura creata con i tifosi e la società.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maurygranata - 9 mesi fa

    Forse col senno di poi aveva ragione Cairetto che trattenendo i giocatori contro voglia si finisce col perderci tutti. Chiaro che se ci fosse una società consolidata con un progetto serio non ci sarebbe un fuggi fuggi generale come penso purtroppo succederà a giugno. Comunque sia Forza Toro Sempre !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. byfolko - 9 mesi fa

    Assodato che ormai sono tutti mercenari, tanto vale che siano almeno forti. Gervinho lo è e preferirei averlo in squadra piuttosto che contro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il_Principe_della_Zolla - 9 mesi fa

    Meglio perderli che trovarli, entrambi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy