Torino, riecco Abisso dopo Firenze. Con lui bilancio positivo, ma a Udine…

Precedenti / Sono dieci le volte in cui il fischietto di Palermo ha diretto un match della squadra granata: cinque vittorie, due pareggio e tre sconfitte

di Redazione Toro News

Rosario Abisso dirigerà una gara del Torino per l’undicesima volta nella sua carriera. I granata saranno di scena allo stadio Olimpico di Roma per sfidare i giallorossi di Fonseca. Fischio d’inizio alle ore 20:45 di giovedì 17. Il bilancio granata con l’arbitro siciliano è per lo più positivo, ma non sono mancati risultati negativi: dei 10 precedenti incroci, il Toro ne ha portati a casa ben cinque, raccogliendo anche due pareggi e infine tre sconfitte.

FLORENCE, ITALY – SEPTEMBER 19: Borja Valero of ACF Fiorentina in action during the Serie A match between ACF Fiorentina and Torino FC at Stadio Artemio Franchi on September 19, 2020 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il primo incontro è datato 6 gennaio 2015 e fu uno 0-0 al Bentegodi tra Chievo Verona e Toro: i granata, allenati all’epoca da Ventura, non riuscirono ad avere la meglio sui veneti. Poi la prima vittoria arrivò a Bologna con un rigore assegnato proprio da Abisso e realizzato da Belotti il 16 aprile 2016. L’ultimo incrocio invece risale alla prima giornata di questo campionato, il 19 settembre scorso, contro la Fiorentina all’Artemio Franchi. In quell’occasione il fischietto di Palermo annullò correttamente un gol per parte e la gara si risolse 1-0 a favore dei viola con la rete decisiva di Castrovilli.

Il fischietto di Palermo si è però reso protagonista di un episodio piuttosto discusso risalente al 20 ottobre 2019. Il Torino era impegnato in trasferta alla Dacia Arena contro l’Udinese e Okaka decise il match con una rete al 42′. In occasione di quella gara Abisso commise un errore di valutazione: nel corso del primo tempo, Laxalt andò via in velocità a Opoku, quest’ultimo allargò il braccio facendo cadere l’uruguaiano in piena area. Il direttore di gara, tra le proteste granata, fischiò fallo in attacco e dal momento che l’arbitro aveva preso una decisione autonoma riguardo ad un’azione che aveva potuto vedere chiaramente, il VAR non potè intervenire.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea63 - 1 mese fa

    Il cognome rende l’idea di dove ci ha scaraventato Cairo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy