Torino, rinnovi in stand-by: novembre caldo per Parigini e De Silvestri

Torino, rinnovi in stand-by: novembre caldo per Parigini e De Silvestri

Il punto / Priorità a De Silvestri e Parigini, in scadenza nel 2019. Discorsi avviati anche per Bonifazi e Mazzarri, per il quale il rinnovo fino a poche settimane fa sembrava solo una formalità

di Redazione Toro News

Torino, c’è ancora calma apparente sul fronte rinnovi. Tanti i tavoli aperti dalla società, ma ancora pochi veri segnali di chiusure imminenti: da Parigini a De Silvestri, passando per Bonifazi e Mazzarri, sono attesi sviluppi nei prossimi mesi. In un verso o nell’altro.

IN SCADENZA – Priorità a Parigini e De Silvestri, in scadenza a luglio 2019 e per i quali i prossimi mesi saranno decisivi per comprendere il proprio futuro in granata. Entrambi vorrebbero continuare con il Torino, ma sarà la società – in concomitanza con l’entourage dei giocatori – a prendere una decisione definitiva. La sensazione è che entro novembre il Torino assumerà una posizione chiara, con una consapevolezza: da gennaio 2019, sia Parigini che De Silvestri potranno accordarsi con qualunque società per trasferirsi a parametro zero al termine della stagione sportiva. Si tratta.

GLI ALTRI – Discorsi avviati anche per i prolungamenti contrattuali di Mazzarri e Bonifazi. Quello del tecnico toscano, stando alle dichiarazioni delle scorse settimane, dovrebbe essere poco più che una formalità. Chissà che Cairo non possa approfittare di questa pausa dal campionato per pianificare un incontro con il suo mister e mettere tutto nero su bianco. Meno prioritario invece il rinnovo di Bonifazi, il cui contratto scadrà nel 2022. Le parti sono al lavoro per trovare un accordo per un adeguamento di contratto, con annesso un prolungamento per almeno un’altra stagione. Difficile dire oggi se ci saranno o meno novità a stretto giro di posta: al momento è tutto in stand-by, ma c’è la consapevolezza che la situazione inizierà a scaldarsi da novembre in poi.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. loik55 - 3 giorni fa

    Con tutto il rispetto per l’esemplare Lollo, ha fatto il suo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. filosofia granata - 3 giorni fa

    Il problema non è tanto il rinnovo o meno la questione è a monte: questo Toro è tante cose ma non è un progetto futuribile per i ragazzi del Fila (e qui ci sarebbe d’aprire un’altra questione sul perché non sia teatro delle gesta degli eroi in maglia granata ma solo un campo di allenamento) i Parigini gli Edera i Buongiorno i Millico i Fiordaliso in una società che avesse voluto tracciare una continuità con la storia vestirebbero la maglia della prima squadra altro che Djidji Bremer o Nzonzi e tutti i mercenari e gli ex gobbi che non comprendono di quale maglia si vestono col granata… ora non pretendo che adottiamo la filosofia dell’Athletic Bilbao ma non parliamo di identità quando un ragazzo come Pargini cresciuto a pane granata e Fila nonostante si sia vestito pure d’azzurro e non abbia mai sfigurato rispetto ai compagni di squadra alla fine lo perderemo come gli altri perché la politica societaria e del calciomercato in Italia è dettata da altri interessi che non riguardano la storia e l’identità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 3 giorni fa

      purtroppo Parigini non è assolutamente visto da testadighisa che gli ha sempre e comunque preferito Bergenguer (che è un suo pallino evidentemente, non ci fosse Sirigu giocherebbe pure in porta); quindi dal suo punto di vista fa bene a non voler rinnovare, da titolare della under 21 alla tribuna il salto indietro è troppo, magari se a gennaio va a Udine trova al sua dimensione
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 3 giorni fa

      Se fosse bravo giocherebbe. Mi spiace per Vittorio che é uno di noi, Ma purtroppo il toro é una squadra troppo forte per le sue qualità che mi spiace dirlo ma sono modeste. Dovevano venderlo al tempo per 6 milioni quando lo voleva il Sassuolo. Deve ancora nascere un allenatore che non fa giocare un giocatore valido. Purtroppo noi sono troppi anni che non facciamo uscire talenti veri dalla primavera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. suoladicane - 3 giorni fa

    rinnoverei solo a Bonifazi, sicuramente non al mister…….
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 3 giorni fa

    se si giochera’ sempre con le ali è bene rinnovare parigini valido rincalzo di jago e verdi..altrimenti a gennaio via lui edera millico..non avrebbe senso per loro rimanere e non essere idonei ai moduli che prevedono trequartisti che non lo sono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PrivilegioGranata - 3 giorni fa

    “… con una consapevolezza: da gennaio 2019, sia Parigini che De Silvestri potranno accordarsi con qualunque società per trasferirsi a parametro zero…”

    Magari GENNAIO 2020?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy