Torino, riunione fino a notte fonda tra la società e lo staff tecnico

Torino, riunione fino a notte fonda tra la società e lo staff tecnico

Postpartita / Walter Mazzarri ha lasciato lo stadio all’una e trenta dopo lungo colloquio con il presidente Urbano Cairo

di Redazione Toro News
deficit

Notte lunga, lunghissima quella del Torino. E’ appena terminata la riunione tra società e staff tecnico allo stadio “Grande Torino”. Walter Mazzarri con il suo staff ha lasciato la struttura intorno all’una e trenta, mentre il presidente Urbano Cairo non è ancora andato via dall’impianto. Sono iniziate le riflessioni dopo uno 0 a 7 umiliante che sarà difficile da digerire. Il Torino ha annunciato il ritiro a tempo indeterminato per mezzo di Mazzarri. Intanto martedì ci sarà il Milan in Coppa Italia.

41 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giangic_3064536 - 7 mesi fa

    Non ho mai scritto e mi presento. Sono tifoso del toro da sempre, lontano da Torino dove i tifosi delle zebre sono tanti come tante sono state le umiliazioni.
    Questa è stata pesante ma personalmente sono più amareggiato dai punti persi con Lecce e spal o Udinese etc.
    Hanno tutti la colpa chi più chi meno … ma una giornata può sempre capitare e credo che il nostro compito sia quello di stare vicino ai giocatori. Nessuno di loro si è mai comportato male verso la maglia e non credo che quando le cose vanno male infierire aiuti molto.
    Non mi piace Mazzarri ma non mi piace cadere dalla padella alla brace … perché in modo costruttivo non proponiamo un allenatore che piaccia a tutti e che verrebbe? Non mi piace come Mazzarri sta facendo giocare il toro … ma non so se riusciremmo a trovare un altro nome

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. policano1967 - 7 mesi fa

    Staff tecnico cioe comi bava cairo e mazzarri?e di tecnico ke ce in questi 4.evviva l ignoranza fatta societa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BogaBoga - 7 mesi fa

    Gianpaolo è ancora sotto contratto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG - 7 mesi fa

    Quindi 3 persone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG - 7 mesi fa

      Tizio, Cairo e Sempronio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. eurotoro - 7 mesi fa

    non esonerare questo integralista della fase difensiva che intristisce qualsiasi giocatore abile dalla meta’ campo in su fa’ capire la freddezza di questa gestione…agghiaggiande…ibernazione..gelo..era glaciale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gantonaz64 - 7 mesi fa

    Cairo avrà chiesto a Mazzarri: non farmi passare il turno con il Milan ,altrimenti da qui a Maggio ci aspettano ,3 derby con altre insopportabili figure di merda. E. Mazzarri a 90.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. wendok - 7 mesi fa

    credo che cairo imparerà nel giro di pochi giorni la triste realtà : forse si era creduto invincibile, immortale etc etc e questo lo ha portato alla spocchia da presidente, pur essendosi dimostrato incompetente nella gestione della squadra e attorniandosi di yesmen di valore scarsissimo,… ma dopo 15 anni di promesse vane, gli si impatterà contro sia la più grande contestazione abbia mai visto e contemporaneamente imparerà che fare i furbi con la più grande società di investimenti alternativi al mondo ( blackstone ), porta solo rogne. Farà cassa con il toro ( meno male ) e sparirà dalla visibilità che fino ad ora ha avuto. Sopravvalutato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 7 mesi fa

      se la conosci ci spieghi meglio la storia della blackstone? e per i diritti tv vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mirafiori64 - 7 mesi fa

        Cairo e Rcs, gruppo editoriale che pubblica Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport, si sono lanciati contro una delle più grandi società di investimenti alternativi al mondo, la Blackstone, contestando la vendita della storica sede di Via Solferino svenduta nel 2013 da Rcs al fondo americano per appena 120 milioni. Di seguito il punto della situazione in attesa della sentenza da parte dell’edizione online de Il Sole 24 Ore.

        Rcs alla stretta con Blackstone, per Cairo spunta la manleva

        “[…] Il braccio di ferro tra Rcs Mediagroup e Blackstone sul palazzo del Corriere della Sera a Milano arriva alle battute finali. […] L’immobile di pregio dovrebbe essere restituito alla società, è la richiesta. Come risposta, dagli uffici di Londra dove dirige le sue attività europee, Blackstone ha fatto una doppia contro causa, chiedendo un risarcimento monstre da 600 milioni di dollari. […] Cairo, verso il quale il fondo ha promosso una delle due azioni, si è protetto dagli eventuali effetti di una decisione avversa del giudice di New York, piazza dove Blackstone ha deciso di difendere i suoi interessi. Nel dettaglio, nel corso di una seduta tenuta in estate, il cda del gruppo editoriale ha concesso una manleva al suo stesso presidente Cairo, coprendo il 100% di un possibile risarcimento comminato a suo carico. […] Se la vicenda non dovesse chiudersi con l’arbitrato la palla passerà al giudice di New York. E in questo caso se il tribunale dovesse esprimersi contro la società e contro Cairo quest’ultimo non pagherà personalmente, ma sarà la casa editrice a saldare il conto. A confortare il cda è stato un parere di Sergio Erede, il super avvocato d’affari che è anche l’ispiratore della causa contro Blackstone. Secondo quanto ricostruito da Il Sole 24 Ore, nella riunione del cda che ha preso la decisione risultavano parecchie assenze. Tra queste quelle di Marco Tronchetti Provera, Diego Della Valle, Carlo Cimbri e Gaetano Micciché. […] Secondo esperti contattati da Il Sole 24 Ore in casi del genere è questione aperta quella relativa all’organo societario competente su aspetti delicati come la manleva: c’è chi sostiene che la tematica debba passare il vaglio dell’assemblea, diversamente altri ritengono che sia sufficiente il voto del cda. Il caso Cairo rientrerebbe in questa seconda fattispecie perché l’imprenditore è finito nel mirino per aver agito in qualità di presidente e amministratore delegato di Rcs, e quindi a tutela dell’azienda. La partita è ancora alle battute iniziali, di certo però in ballo ci sono cifre rilevanti. L’importo complessivo chiesto dal fondo è superiore alla capitalizzazione di Borsa della società (499 milioni di euro ieri pomeriggio). […]”.
        Simone Filippetti, Il Sole 24 Ore edizione online

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. byfolko - 7 mesi fa

          Tutto male gli deve andare a questo, deve fallire , non lo voglio più vedere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marione - 7 mesi fa

    Ma Chiampa non ha un sostituto altrettanto devoto alla famiglia Agnelli da mettere al posto tuo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gingipooh - 7 mesi fa

    Sono amareggiato. Non voglio più vedere questa banda di incapaci anche se sono un abbonato. Torno solo con: un nuovo allenatore – con i giovani che giocano – non voglio più vedere Meite, Aina , Laxalt e Izzo. Mio padre era un grande tifoso del Grande Torino e spero che da lassù vi abbia mandato a fare in culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GranataVallidiLanzo - 7 mesi fa

    Notte tesissima a cornetti e cappuccini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. wendok - 7 mesi fa

    affanculo cairo. vendi. non importa a chi. il fondo lo si è toccato, e le promesse come ogni anno, falle ai tuoi dipendenti, non a chi ti fa lucrare come visibilità, denaro, etc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. FarineldalTor - 7 mesi fa

    Fateci sapere se, nella riunione di ieri fino a notte fonda, avete festeggiato abbondantemente con bignole e prosecco lo sfascio indicibile e inenarrabile che avete causato alla nosrta Storia, al nostro Balsone, alla nostra Dignità e al nostro Onore.

    Definirvi dei mascalzoni mercenari e traditori è un complimento che non meritate. I termini e le parole per definirvi sono altri.

    Andatevene dal Toro e da Torino, e portatevi dietro tutti i vostri “tifosi gobbi infiltrati”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Carlo - 7 mesi fa

    Sento circolare nomi come di Biagio e Prandelli… con quelli si va giù dritti! Longo scelta del cuore, Ballardini discreto allenatore, ma nel caso scordiamoci il gioco. FVCG sempre e comunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 7 mesi fa

      @Carlo, per avore longo laciamolo dov’e ! se vuoi una scelta di cuore ci vado io ad allenare il toro, ti garantisco che sono piu granata di longo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FarineldalTor - 7 mesi fa

      Guidolin subito: serio, preparato, professionale e con ottimo ascendente sui giocatori.

      Non ci sono altre alternative

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. garibb_307 - 7 mesi fa

    VENDI EDICOLAIO!!!!!…VATTENE..SEI RIDICOLO CIALTRONE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. prawn - 7 mesi fa

    Mi sa che ho finalmente capito. Anche grazie ai commenti sotto..
    La verità è che senza petrachi e ventura siamo tornati proprio la società che comprava i barone e i recoba e che metteva lerda come allenatore.
    è proprio triste ma siamo di nuovo quelli li, spendiamo di più e male.
    Non c’è via d’uscita, Cairo o se ne va o trova qualcuno che lo aiuti ma sul serio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Florian - 7 mesi fa

      commento PERFETTO. Secondo me hai centrato il punto alla grandissima, bisognerebbe riflettere da qui. (E i due che citi non erano Dio, eh: solo due persone un minimo capaci e un minimo cazzute – Petrachi soprattutto – capaci di influire davvero sulle scelte di Cairo).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. UNICAFEDE - 7 mesi fa

    Il TORO è morto anni fa e il suo funerale è stato il fallimento del2005. Dopo è nato il torino, altra cosa. Questa società non ha più avuto Il sentimento, la passione, la grinta, l’orgoglio, il tremendismo, insomma i valori che da sempre hanno caratterizzato il vero TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. tajarin - 7 mesi fa

    Una società formata da Cairo e stop. Ridicolo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. chatamula203_12178705 - 7 mesi fa

    Guardi che l’unico da cambiare è il presidente Cairo. Capisco che siete suoi dipendenti ma finitela di prendere in giro i tifosi, quelli veri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. tajarin - 7 mesi fa

    Quale società?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Nero77 - 7 mesi fa

    La quota salvezza è ancora lontana.Si rischia di essere risucchiati nella bassa classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. leggendagranata - 7 mesi fa

    Dispiace dover dire “avevamo ragione”. Avevamo ragione quando sottolineavamo che questa società non ha un organigramma di persone all’ altezza di un club un minimo ambizioso; avevamo ragione quando dicevamo che il presidente pur non capendo molto di calcio, faceva danni perchè voleva fare di testa sua; avevamo ragione quando sostenevamo che l’ allenatore era un testardo ottuso, che in due stagioni e mezza non aveva saputo dare un gioco ed una personalità alla squadra; avevamo ragione a domandarci perchè mai si erano andati a pescare nell’ ultima campagna acquisti (ma non solo) giocatori che non colmavano le vere lacune della “rosa”. La cosa peggiore non è cadere, bensì non rialzarsi e giacere nella polvere. Ecco, il presidente si alzi dalla polvere, dia un bel ribaltone al suo staff di presunti manager, riconosca di avere sbagliato strapagando un allenatore sul viale del tramonto, che non è stato capace di aggiornarsi e di capire che il suo è un calcio superato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Fantomen - 7 mesi fa

    Tradotto cairo e Mazzarri…….questa è la società e lo staff tecnico…..no ds no dg no niente …….l’hanno fatta in un bar dato che non c’è la sede …….troppo scarso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. granata63 - 7 mesi fa

    Riunione tra società e staff tecnico. Quale società? Lì decide solo Cairo. Gli altri sono degli yes men.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. FuriaGRANATA - 7 mesi fa

    Buf.foni fuori dai c…basta non se be può più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. GranataVallidiLanzo - 7 mesi fa

    Fate pietà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. fabrizio - 7 mesi fa

    e niente. c’e’ ancora gente che continua a mettere meno…. saranno gli altri 4 gatti della societa’ cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. commercial_9666663 - 7 mesi fa

      Io non sono cairese neanche un po’, gli riconosco meriti e colpe, specie nei primi scellerati anni, quelli dei Barone e dei Rocoba per intenderci… Però NON accetto, da tifoso che ha fatti anche 800 km in un giorno a volte per vedere la squadra, che la RESPONSABILITÀ NON SIA DATA PRIMA DI TUTTO A CHI È SCESO IJ CAMPO!! POI PARLIAMO DI TUTTO IL RESTO MA PER VALORE DELLA ROSA E QUALITÀ DEL TECNICO, FOSSE ANCHE UN BROCCO, non si può fare una figura del genere! E di quelli li, VIZIATI E STRAPAGATI, è, IN PRIMIS, LA COLPA!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        I giocatori scesi in campo sono quelli scelti l’anno scorso dal mister x essere RICONFERMATI quest’anno.
        Facevano già pena lo scorso anno (soprattutto a centrocampo) e il buffone che siede in panca continua a farli giocare.
        In vendita tutto il centrocampo tranne Ansaldi e fuori dalle palle Superciuk

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. chatamula203_12178705 - 7 mesi fa

        E chi ha distrutto il parco tecnico, fatto fuori i giocatori del vivaio tipo Bonifazi per affidarsi a una banda di africani impresentabili, brasiliani alla Bremer che costano 6,8 milioni di euro finiti chissa’ dove e che non giocherebbero nemmeno in C e valgono zero o a stranieri demotivati e mercenari? Non è colpa dell’allenatore di turno, ben pagato solo per fare il parafulmine del presidente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. fabrizio - 7 mesi fa

    riunione sino a notte fonda tra societa’ e staff tecnico. erano in 2?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. petrini7_7105906 - 7 mesi fa

    e se facesser come quelli del Napoli,che al ritiro si sono opposti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ElettoreReazionario - 7 mesi fa

    Tra azioni e dichiarazioni non ne stai imbroccando una che sia giusta.
    Non una.
    A questo punto l’unico che dovresti incontrare, oh presiniente che infanghi la storia ultracentenaria di questa gloriosa maglia, è un bravo psichiatra che ti possa spiegare i motivi per i quali sarebbe sconsigliato rimanere a far dispetto ai santi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. ElettoreReazionario - 7 mesi fa

    L’unico che dovresti incontrare, oh presiniente che infanghi la storia ultracentenaria di questa gloriosa maglia, è un bravo psichiatra che ti possa spiegare i motivi per i quali sarebbe sconsigliato rimanere a far dispetto ai santi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Bischero - 7 mesi fa

    Cairo ti sputerei in faccia…colloquio fra società e allenatore!!! Mi viene da ridere… Di che società state parlando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy