Torino: Glik “The Wall”, per Darmian la qualità non passa mai di moda

Torino: Glik “The Wall”, per Darmian la qualità non passa mai di moda

Europa League, RNK Split – Torino 1-0: le pagelle di TN / In difficoltà Maksimovic, Moretti e Molinaro. Barreto dimostra la sua utilità, da Quagliarella ci aspettiamo di più

di Diego Fornero, @diegofornero

Diamo i voti ai granata in questo play-off di Europa League tra Torino e RNK Split, concluso col risultato di 1-0 in favore dei ragazzi di Giampiero Ventura, vittoria che consente loro l’accesso alla fase a gironi.

PADELLI 6.5: Salva con la manona al 17′ la sua porta su un’insidiosa punizione croata, per il rest

MAKSIMOVIC 5.5: Non attentissimo in difesa, si perde Glavina al 38′ lasciandolo libero di calciare un sinistro al volo molto pericoloso. Cresce nella ripresa, ma gli manca ancora un po’ di quella concentrazione e quella freddezza cui ci aveva abituato.

GLIK 7: Attento in difesa, sa come far valere il fisico. Liscia una conclusione al volo al 60′ che avrebbe fatto crollare la Maratona. Il metro piuttosto severo del direttore di gara non fa per lui, e gli vengono sanzionati anche contatti innocui, ma il polacco non si scompone e tenta un’altra bella capocciata all’80’. Migliore in campo tra i granata.

MORETTI 5.5: Qualche errore di disimpegno in avvio e qualche retropassaggio di troppo. Non è stata certamente la sua migliore partita in granata.

DARMIAN 7: In quel ruolo di esterno destro, semplicemente, ha pochi rivali. Nel primo tempo è padrone assoluto del campo, nella ripresa pensa più che altro a contenere, ma la qualità è quella a cui ci ha abituato.

BENASSI 6: E’ nel posto giusto al momento giusto all’11’ ma il suo tocco di esterno termina a lato da due passi. Si ripete sbagliando un clamoroso contropiede al 33′ a tu per tu con Vukovic, ma la sua prova è comunque sufficiente (dal 57′, NOCERINO 5.5: L’ex Milan si vede troppo poco).

VIVES 6: O’ Professò svolge con autorevolezza e maturità il suo ruolo di perno del centrocampo granata, senza rischiare ma anche senza concedersi sfizi offensivi. Punizione direttamente in porta all’84’ troppo velleitaria.

EL KADDOURI 6.5: Bella punizione dopo 6′, che costringe Vukovic a un super intervento sul primo palo. Fa molto movimento e si procura il rigore da lui stesso, poi, realizzato. Nel secondo tempo incide meno, come spesso è capitato (dal 90′, GAZZI: sv).

MOLINARO 5.5: Nel primo tempo, su e giù per quella fascia mancina, ma anche qualche buon intervento difensivo. Nella ripresa patisce troppo la pressione avversaria, rischiando anche qualcosina in un tentativo di retropassaggio al 68′ che regala un angolo ai croati, e ripetendosi poco dopo svirgolando un pallone in area sul quale è provvidenziale Maksimovic.

BARRETO 6: Tanto movimento e un po’ di sfortuna, attira su di sé gli avversari come mosche, attirandosi falli in abbondanza. Splendido assist al 60′ per Glik, ma il compagno liscia la conclusione. Pur non trovando il goal, si conferma comunque utile per personalità e velocità all’attacco granata (dal 63′ MARTINEZ 6.5: Entra con un’ovazione dell’Olimpico, che l’ha già adottato come proprio beniamino. Spreca subito un contropiede, ma mette in difficoltà la retroguardia croata attirandosi anch’egli numerosi falli. All’86’ una splendida staffilata a fil di palo che avrebbe potuto immediatamente chiudere la partita

QUAGLIARELLA 6: Una bella girata che termina a fil di palo sullo scadere della prima frazione, seguita da una super respinta di Vukovic ad inizio ripresa. Al 60′ spreca un contropiede tentando un dribbling di troppo: non una prova malvagia, ma da lui ci si aspetta sempre di più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy