Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

Le voci

Torino, Rodriguez: “Siamo sulla strada giusta, adesso il vento sta cambiando”

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - SEPTEMBER 17: Ricardo Rodriguez of Torino FC in action during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on September 17, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il difensore svizzero ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport alla vigilia del match con la Juventus

Redazione Toro News

Alla vigilia del Derby della Mole numero 203, ai microfoni della Gazzetta dello Sport è intervenuto Ricardo Rodriguez che con l'arrivo di Ivan Juric ha ritrovato il posto da titolare nel tridente difensivo al fianco di Bremer. Il primo pensiero dello svizzero va ovviamente al match di domani: "Sarà una magia. È la prima volta che giocherò il derby di Torino con la carica del nostro pubblico, non nascondo che sono molto curioso ma immagino un’atmosfera bellissima. Il clima dei derby un po’ lo conosco, ne ho giocati tanti a Milano. Vorrei uno stadio tutto granata, con tutti i posti disponibili occupati dalla nostra gente. Quando siamo in campo - continua lo svizzero - è importante sentire i tifosi che cantano per noi. Ci spingono. Se ci sarà una fase della partita un po’ delicata, la carica del pubblico ci porterà a dare di più".

 TURIN, ITALY - SEPTEMBER 23: Ricardo Rodriguez of Torino FC in action during the Serie A match between Torino FC v SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on September 23, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Rodriguez continua parlando del nuovo allenatore Ivan Juric, arrivato al Torino solo questa estate, ma che in poco tempo è riuscito a cambiare la mentalità della squadra: "Juric vive e ama il calcio, lavora tantissimo per migliorare fin le più piccole cose e ci fa allenare davvero tanto. È uno dei tecnici in carriera con cui ho lavorato più forte, mi ricorda Felix Magath, il mio tecnico al Wolfsburg. Ammiro la sua ricerca della perfezione: quando non riusciamo a essere perfetti, si resta in campo a ripetere un esercizio tante volte. Il mister poi sente molto la gara: quando siamo in campo è come se fosse accanto a noi. Quando lavori così forte, in partita deve per forza uscire una cosa bella".

Il difensore parla nuovamente del derby di domani: "Sarà una sfida dall’importanza superiore sia per noi sia per la nostra gente. Io vivo in centro, anche se sto poco in giro, ma sento chela città si aspetta un bel Toro. Se riusciremo a ridurre quei piccoli errori, potremmo farcela.

Siamo già sulla strada giusta".

tutte le notizie di