Torino-Sampdoria 1-1, l’analisi dei gol: su Schick pasticcio collettivo, Iturbe non molla

Torino-Sampdoria 1-1, l’analisi dei gol: su Schick pasticcio collettivo, Iturbe non molla

Day after / Andiamo a rivedere come sono nate (e quali sono responsabilità e meriti) le due reti del match: transizione difensiva disastrosa, Boyé dà il la al gol

di Redazione Toro News

Un gol preso in avvio, nel proprio momento migliore, figlio della confusione generale, e un gol fatto afferrando l’unico pulviscolo di cinismo rimasto ad aleggiare sul Grande Torino. Andiamo a vedere nel dettaglio come sono nate le due reti di Torino-Sampdoria 1-1, per verificare meriti e demeriti per quanto riguarda la casa granata.

DIFESA ALLO SBANDO – La rete di Schick dopo soli 11′ di buon Toro è una doccia fredda per la squadra di Mihajlovic, ma sono i granata a favorirla con una transizione difensiva approssimativa e fatalmente decisiva. Schick scappa via sulla sinistra, dove Avelar giustamente non lo affronta con tutto una prateria alle spalle, ma temporeggia. La squadra, però, è sbilanciata e disorganizzata. Carlão è fuori posizione, Baselli a metà strada.

gol1 toro samp

Acquah e gli esterni neanche si vedono: il ghanese arriva in ritardo sul passaggio orizzontale del boemo, che poi va a posizionarsi sul limite dell’area.

gol2 toro samp

La sfera arriva allaccorrente Linetty, cui non resta che penetrare verso l’area: Falque rientra con colpevole ritardo.

gol3 toro samp

Qui è bravissimo Quagliarella a tagliare verso il fondo: Rossettini lo deve seguire, ma Carlão non chiude lo spazio e permette al doriano di prepararsi all’uno contro uno.

gol4

A quel punto il polacco lo salta, anticipando con la punta anche l’intervento di Baselli, con un tocco che diventa decisivo per Schick, dimenticato da chiunque.

gol5

I gatti non ci sono, i topi ballano: L’attaccante-rivelazione della Samp si inventa una parabola perfetta e sentenzia Hart per il vantaggio ospite.

ITURBE, GUIZZO VINCENTE – Molto meglio invece i granata in occasione del gol realizzato da Iturbe, che ha il merito di avere creduto in una palla che sembrava persa, raccogliendo così tutti i frutti del lavoro offensivo granata. Nella fattispecie, bravo (e leggermente fortunato, vista una leggera deviazione) Boyé a pescare Ljajic nonostante il raddoppio di marcatura: il serbo è libero al limite.

gol6 toro samp

La Samp è sbilanciata sulla destra, Ljajic alza la testa e prova a servire Iturbe, ma Regini è in vantaggio e anticipa.

gol7 toro samp

Il paraguaiano però non molla, si infila alle spalle dell’avversario e poi colpisce con un rasoterra fulminante: è la sua prima gioia in granata, il ritorno al gol dopo un anno e mezzo (QUI le sue parole nel post partita – QUI il nostro focus).

gol8 toro samp

È così l’unica punta di cinismo granata vista per oltre 90′ a consegnare alla squadra di Mihajlovic il pareggio e a rimediare ad un pasticcio di squadra. Con la consapevolezza che, se la determinazione fosse stata quella giusta, l’analisi dei gol granata sarebbe stata ben più sostanziosa.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torogranata - 3 anni fa

    Gol sempre nati da una approssimativa organizzazione difensiva che abbinata alla scarsezza dei nostri difensori fa un totale di 55 reti subite. La filosofia di gioco di Miha è quella di fare sempre un gol in più degli avversari e la cosa per il prossimo anno mi preoccupa non poco. Non è che magari il prossimo campionato riusciamo a prendere meno gol con difensori migliori e perdendo Belotti non segniamo più? Per quanto a parecchi di voi piaccia il gioco di Miha io preferisco l’organizzazione e la concretezza. Che con lui non vedo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy