Torino-Udinese 2-2: è un pareggio anche nei confronti tra giocatori

Torino-Udinese 2-2: è un pareggio anche nei confronti tra giocatori

Testa a Testa / Il talento ceco realizza un gol da urlo, il serbo cala rispetto alle partite precedenti: il numero 6 granata sfiora un altro gol dei suoi

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino ha colto un pareggio per 2-2 contro l’Udinese, tra le mura di casa: il risultato non è affatto soddisfacente per i granata, che nel corso del match hanno avuto diverse occasioni sia per passare in vantaggio che per ribaltare il risultato. Gli uomini di Sinisa Mihajlovic escono dallo stadio Olimpico Grande Torino con molto rammarico sulle spalle, soprattutto per quei pali, quelle traverse e quel gol di Belotti regolare annullato, in una chiamata che era oggettivamente molto complessa. Andando, invece, ad analizzare le partite dei singoli, e nel particolare i testa a testa, si nota un certo equilibrio e, quindi, un pareggio anche su questo fronte.

UDINE, ITALY - MARCH 19:  Jakub Jankto of Udinese Calcio celebrates after scoring  his teams fourth goal  during the Serie A match between Udinese Calcio and US Citta di Palermo at Stadio Friuli on March 19, 2017 in Udine, Italy.  (Photo by Dino Panato/Getty Images)
UDINE, ITALY – MARCH 19: Jakub Jankto of Udinese Calcio celebrates after scoring his teams fourth goal during the Serie A match between Udinese Calcio and US Citta di Palermo at Stadio Friuli on March 19, 2017 in Udine, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

LUKIC-JANKTO – Partendo dal primo confronto, ecco che l’Udinese “passa in vantaggio”, in tutti i sensi: Jakub Jankto, talento ceco dei friulani, è stato senza dubbio tra i miglior in campo, con quell’occasione avuto nei primi minuti del primo tempo, con quel tiro che si è impennato eccessivamente a porta sguarnita. Ma soprattutto il ragazzo si è preso la copertina e ha vinto il confronto con Lukic grazie a quel gol che ha aperto le marcature: una rete frutto di un’enorme potenza e altrettanta precisione, che non ha lasciato scampo a Joe Hart. D’altro canto, invece, il giocatore serbo del Torino ha fatto un piccolo passo indietro rispetto alle partite precedenti: poca lucidità, qualche errore di troppo, e perciò è arrivata la sostituzione: è stato sacrificato proprio Lukic per mettere il Toro a trazione anteriore e, ad onor del vero, la mossa è stata azzeccata.

TURIN, ITALY - MARCH 18:  Afriyie Acquah of FC Torino celebrates a goal during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 18: Afriyie Acquah of FC Torino celebrates a goal during the Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

ACQUAH-BADU – Se il vantaggio in casa Udinese lo ha portato Jankto, ecco che il pareggio granata nei testa a testa arriva grazie ad Acquah: il ghanese del Torino supera il connazionale avversario, grazie ad una prestazione molto propositiva ed ordinata, che stava per essere anche coronata da un altro dei suoi gol, da fuori area, che è stato tolto dall’incrocio basso da Scuffet, molto bravo a vedere i lpallone all’ultimo in quel groviglio di gambe che si era creato. Badu non ha disputato una partita sottotono, perché in ogni caso sull’azione del raddoppio del’Udinese c’è anche il suo zampino, perché è riuscito a servire Zapata sulla corsa, ma non è stato convincente e costante nell’arco dei 90 minuti, come invece è successo per Acquah.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy