Torino, uno sguardo sul girone di Europa League

Torino, uno sguardo sul girone di Europa League

L’urna di Montecarlo ha regalato al Toro il girone B con Copenaghen, Club Brugge ed HJK Helsinki

di Matteo Gabiano

Dopo il sorteggio di oggi a Montecarlo, il Toro è finito nel girone B con Copenaghen, Brugge e Helsinki. Girone che propone trasferte lunghe, ma avversari non impossibili.

COPENAGHEN – Il Copenaghen conosce piuttosto bene la città di Torino avendo giocato lo scorso anno nello stesso girone di Champions della Juventus. Il pareggio in Danimarca costò ai bianconeri il passaggio del turno. Eroe di quella partita fu il portiere dei danesi, oggi capitano della squadra Johan Wiland. La squadra più tifata di Danimarca è anche una delle più giovani, essendo nata nel 1992 grazie alla fusione di due club esistenti. 10 campionati vinti, di cui 8 nel decennio 2000-2010, è presenza fissa in Europa dal momento della sua nascita. Lo stadio è il Parken Stadium, stadio casalingo anche della Nazionale danese. 38065 posti di capienza. Copenaghen dista 1229 km in linea d’aria da Torino.

BRUGES – Il Club Brugge è una delle grandi del calcio belga con 13 campionati, 10 Coppe di Belgio e 13 Supercoppe in bacheca. L’apice della sua storia è stata la finale di Coppa dei Campioni del 1978 persa contro il Liverpool. Detiene il record di maggior numero di partecipazioni consecutive alla Coppa UEFA, ben 16. Pericolo pubblico numero 1 è il bomber della squadra Tom de Sutter. Giocano in casa allo Jan Breydel Stadium che ha la capienza di 29472, sempre accompagnati da una discreta cornice di pubblico e con i tifosi abituati a fare trasferte europee. 759 km separano Torino e Bruges in linea d’aria.

HELSINKI – L’HJK Helsinki è la squadra più vincente della storia della Finlandia con 26 scudetti in bacheca ed 11 coppe nazionali. Vince il campionato ininterrotamente dal 2009. Occhio al parco di attaccanti africani che hanno fatto della Finlandia il loro terreno di caccia abituale ed ora vogliono espandersi all’Europa che conta. In casa giocano al Sonera Stadium che può ospitare 10300 tifosi ed è situato di fianco allo Stadio Olimpico di Helsinki che risale alle Olimpiadi finlandesi del 1952. La distanza tra Torino ed Helsinki è di 2032 km.

Il girone B è un girone non impossibile per il Torino che può e deve coltivare il sogno di superare il turno. Il Toro non è inferiore a nessuna delle squadre che l’urna gli ha assegnato, le trasferte creeranno problemi logistici come è ovvio, ma le difficoltà tecniche non sono proibitive.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy