Torino-Verona: gli ultimi dubbi di Ventura e Mandorlini

Torino-Verona: gli ultimi dubbi di Ventura e Mandorlini

Verso Torino-Hellas Verona / L’assenza di Nocerino apre le porte a Benassi, nel Verona l’esperienza di Rafa Marquez può far la differenza

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Questa sera all’Olimpico il Toro scenderà di nuovo in campo per una grande sfida dal sapore sempre affascinante, che costituisce già un primo esame per l’undici granata. Pur essendo solo alla terza giornata, comincia ad essere fondamentale raccogliere punti, a maggior ragione contro una diretta concorrente con un simile livello qualitativo. Una vittoria porterebbe certamente entusiasmo e trasformerebbe il bilancio di inizio stagione in qualcosa di decisamente positivo. Nel caso opposto, invece, pur non essendo ancora in alcun modo determinante, una sconfitta rimediata in casa oscurerebbe di cupi presagi la mente esigente del tifoso granata e porterebbe maggiore tensione in questo incerto inizio di stagione.

QUI TORO – La formazione sembra quasi decisa, eccezion fatta per pochi ballottaggi. Dopo il turn over applicato a Bruges, Ventura si affida alla difesa titolare e riconsegna il centrocampo nelle mani di Vives. L’infortunio di Nocerino complica non poco i programmi del tecnico ligure. Un’assenza importante, resa ancora più grave dalla durata dello stop: 45 giorni. Il centrocampista dovrà saltare i tanti impegni ravvicinati. Al suo posto titolare sarà Benassi: un’occasione d’oro per mettersi ancora in mostra. Sulle fasce Darmian e Molinaro, con Bruno Peres, non affaticato dalle coppe, pronto ad insidiare quest’ultimo. In attacco Quagliarella è sicuro del posto ed Amauri é pronto a far tandem con lui.

QUI VERONA – D’altra parte l’Hellas dovrà fare i conti con tre assenze: Sala, Agostini e Hallfredsson. In vista dell’impegno infrasettimanale in campionato, in casa Verona verrà applicato un lieve turn over in attacco. Sicuri del posto solo Toni e Gomez, mentre il giovane Nico Lopez sembra pronto ad insidiare il posto Lazaros Christodoulopoulos, questo favorito per il terzo posto da titolare, anche su Jankovic. A centrocampo l’ex granata Tachtsidis e in difesa l’esperienza di Marquez. Ancora in panchina, salvo sorprese, il nuovo acquisto Saviola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy