Torino-Wolverhampton 2-3, De Silvestri: “Per la qualificazione non è finita, dobbiamo crederci”

Torino-Wolverhampton 2-3, De Silvestri: “Per la qualificazione non è finita, dobbiamo crederci”

Le voci / Le voci dalla zona mista dell’Olimpico Grande Torino

di Redazione Toro News

Al termine di Torino-Wolverhampton ha parlato Lorenzo De Silvestri. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di Torino Channel: “Dobbiamo ripartire subito. Domani dobbiamo svegliarci e pensare subito al Sassuolo, perché ci teniamo a vincere la prima partita di campionato in casa. Non sarà facile, ma dovremo provarci. Al Wolverhampton ci penseremo da lunedì, analizzeremo le cose che non sono andate e cercheremo di fare meglio. Si era creata tanta aspettativa intorno alla partita di oggi ed è giusto così perché ci giochiamo l’accesso ai gironi di Europa League. Oggi allo stadio c’era tanta gente, un pubblico bellissimo e penso che un po’ di tensione ci stia. Bisogna anche dire che di partite partite contro squadre forti davanti a un pubblico così lo scorso anno ne abbiamo giocate e ne abbiamo anche vinte“. Sul match: “Il dato di fatto è che abbiamo perso 2-3, per cui dobbiamo andare lì e fare la partita. E’ ancora possibile e dobbiamo provarci. Sono una squadra molto fisica e molto atletica, ci sono tante cose da dire che non sono alibi e c’è solo da concentrarsi e tutto l’ambiente deve vederla nello stesso modo e capire che si può fare. Ci aspettavamo tanta aggressività, loro sono una squadra forte e lo hanno dimostrato. Abbiamo fatto qualche cosa di buono e anche qualche errore, ma secondo me abbiamo pagato troppo“.

Poi ancora De Silvestri, intervenuto in zona mista ai microfoni dei media presenti: “Abbiamo cercato di contrastarli il più possibile, ma sono una squadra forte. Il dato di fatto è che abbiamo perso 2-3, ma nonostante questo c’è ancora margine per ribaltare il risultato e dobbiamo crederci. Se puntiamo l’attenzione sul fatto che si può fare il calcio ha dimostrato più volte che si può ribaltare un esito che sembra impossibile” Sugli errori commessi: “C’è stata una cornice di pubblico meravigliosa, noi siamo una squadra che concede poco. Abbiamo pagato forse troppo rispetto a quanto avremmo meritato. Ma due gol al Wolverhampton si possono fare ed è questo che dovremmo fare nel match di ritorno. Ripartire e pensare al Sassuolo non sarà facile, ma dobbiamo recuperare tutte le energie possibili e cercare di fare bene e vincere la prima giornata di campionato perché ci teniamo“.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroShakty - 3 settimane fa

    La colpa non e` di DeSilvestri che ha 33 anni non si possono pretendere piu` di 30 partite all’ anno a certi livelli ma della Societa` che non gli ha preso un’ alternativa a giugno i suoi limiti li sappiamo e` lento e contro giocatori veloci e in forma fatica sempre a difendere. Questo lo sappiamo da 3 anni e poi Caio viene a dire che e` difficile migliorare la squadra? :-)). Ma Owejan con 5 milioni lo si prendeva gia` a giugno, se ci fosse stato un progetto sportivo serio!! Che schifo di societa`!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Proprio ieri sera dovevi inanellare una delle tue partite inguardabili ?
    Proprio ieri sera ? Tu. Ansaldi. Baselli, Meitè, Berenguer ..ieri sembravate giocatori da salvezza rosicata non da Europa League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. eurotoro - 4 settimane fa

    che figura di m….!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 4 settimane fa

    Guarda cosa hai fatto sul primo gol e taci,taci,taci

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy