Toro, +6 sul Lecce ma nelle prossime quattro… Il confronto con le dirette concorrenti

Toro News / Lazio, Juventus e Inter nel giro di quattro giornate: ecco il mini-ciclo di fuoco che preoccupa il Torino. Il confronto con gli impegni di Lecce e Genoa

di Nicolò Muggianu

Saranno due settimane di fuoco per il Torino. Arriva il primo stop della ripresa per la squadra di Moreno Longo che, dopo i quattro punti racimolati contro Parma e Udinese, cade alla Sardegna Arena sotto i colpi del Cagliari (4-2 il risultato finale in favore dei sardi). Un’occasione sprecata per Belotti e compagni, che nelle prossime due settimane dovranno affrontare un mini-ciclo di fuoco in cui far punti sarà molto complicato.

Cagliari-Torino 4-2, Longo: “Di positivo c’è la reazione, ora non deprimiamoci”

TORINO – Il calendario, infatti, parla chiaro: nelle prossime quattro partite il Torino dovrà affrontare Lazio, Juventus, Brescia e Inter. Due partite in casa (quelle contro Lazio e Brescia) e altrettante gare in trasferta (quelle contro Juve e Inter), in cui i granata dovranno sfidare nel giro di pochi giorni la prima, la seconda e la terza forza del campionato. Oggi come oggi, una previsione realistica può essere quella che vedrebbe il Torino portare a casa non più di tre punti. Un tour de force che non può lasciare indifferenti, specie in una fase delicata della stagione come quella attuale. I granata naturalmente proveranno a conquistare il maggior numero di punti a disposizione ma, vista la forza delle avversarie, una domanda sorge spontanea: tra quattro giornate, il Torino sarà ancora fuori dalla zona retrocessione come lo è oggi? Analizziamo per brevità solo il calendario di Genoa (la quartultima) e Lecce (la terzultima), pur considerando che sono presenti nel lotto delle squadre pericolanti anche Sampdoria e Udinese.

LECCE – La formazione di Liverani è reduce da due sconfitte consecutive contro Milan e Juventus, ma è probabilmente la squadra tra quelle invischiate nella lotta per non retrocedere con il calendario più accessibile. La compagine pugliese, infatti, nelle prossime quattro partite affronterà la Sampdoria (in casa), il Sassuolo (fuori casa), la Lazio (in casa) ed il Cagliari (fuori casa). Avversari – almeno sulla carta – più abbordabili rispetto a quelli che affronterà il Torino, con la Lazio che è l’unica tra i prossimi avversari dei salentini ad occupare le zone nobili della classifica. Anche per la squadra di Liverani però non mancheranno le incognite: attenzione, in particolare, agli scontri diretti contro Sampdoria e Cagliari.

GENOA – Più complicato invece il calendario delle prossime due settimane del Genoa. La squadra di Davide Nicola dovrà fronteggiare la Juventus (in casa), l’Udinese, il Napoli (in casa) e la Spal (in casa). Due top club e due scontri diretti per la formazione rossoblu, reduce da un punto in due partite contro Parma e Brescia. Un confronto che almeno sulla carta vede il Torino sfavorito. I granata potranno però contare sui sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione: un dettaglio non indifferente, ma che da solo potrebbe non bastare.

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata68 - 5 mesi fa

    Giusto per ricordare ….. “LECCE – La formazione di Liverani è reduce da due sconfitte consecutive contro Milan e Juventus, ma è probabilmente la squadra tra quelle invischiate nella lotta per non retrocedere con il calendario più accessibile. La compagine pugliese, infatti, nelle prossime quattro partite affronterà la Sampdoria (in casa), il Sassuolo (fuori casa), la Lazio (in casa) ed il Cagliari (fuori casa). Avversari – almeno sulla carta – più abbordabili rispetto a quelli che affronterà il Torino, con la Lazio che è l’unica tra i prossimi avversari dei salentini ad occupare le zone nobili della classifica.
    Come già scrissi tre giorni fa le partite che deve affrontare il Lecce non sono nient’affatto abbordabili (come secondo la redazione ….) infatti LECCE SAMPDORIA 1 a 3 ed ora sotto contro l’altra squadra abbordabile (il Sassuolo) che ne ha rifilati 3 alla Viola questa sera…. al prossimo aggiornamento ahahahahaha

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi2 - 5 mesi fa

    A me sembra abbiano già deciso di tenere in a il genoa. Con 13 rigori è la seconda squadra del campionato ad averne avuti. Gli ultimi otto gol, quattro su rigore. Non ho visto le altre partite, ma ieri quella col Brescia si. Sul 2 a 0 l’arbitro ha riaperto la partita inventandosi un rigore per il genoa. Sempre su rigore ha pareggiato, anche se il secondo c’era. Però se poi faccio il raffronto con noi, dove diversi possibili rigori, oltre a non averceli dati, nemmeno si è andato a visionare il var e dopo che contro l Udinese è stato annullato un gol regolare ad edera fischiando un fallo che non c’era prima di far finire l’azione, eliminando così la possibilità di andare al var, mi da da pensare. Con questo non voglio assolutamente giustificare la pochezza della squadra e del gioco. Solo è un dato di fatto, che continua da sempre a nostro sfavore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata68 - 5 mesi fa

    Sassuolo Sampdoria Lazio e Cagliari sono abbordabili ?? Ricordate che per arrivare a pari punti devono vincere almeno due su quattro e noi perderle tutte compresa quella in casa con il Brescia.Sarebbe bene pensare a noi invece di fare tabelle oltretutto sconclusionate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Vittoria - 5 mesi fa

      Quoto al 100%
      Pensiamo solo alla Lazio e cerchiamo di crescere in concentrazione e gioco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torracofabi_13706409 - 5 mesi fa

    Ma insomma,la vogliamo finire di fare conti a tavolino e cominciamo un pò a giocare a calcio o almeno proviamoci… Per le prossime quattro partite se ne danno già tre per perse, non è questo lo spirito per affrontare questo gioco.. svegliatevi un pò altrimenti non scendiamo proprio in campo e giochiamo solo col Brescia. Chiaro che ci sono squadre che hanno un rosa migliore della nostra ma ricordo a tutti che la palla è tonda e se c’è qualcuno che ha giocato al calcio specialmente in redazione dovrebbe saperlo. Fare i conti è controproducente ma li avete visti giocare i gobbi ultimamente… se non fosse che sono sempre 12 contro 10 non so fino a che punto sarebbero lì. Se proprio vi piace calcolare dovete mttere in conto anche il valzer delle partite che saranno vendute e taroccate come ogni fine stagione. Io già ho le palle girate dopo aver visto gli ultimi venti minuti di ieri con tutto quel potenziale in panchina e quelli con i piedi quadrati all’inizio… Ma cosa succede abbiamo paura di giocare? Longo che ha me sta tanto simpatico sta diventando come quel caprone di Mazzarri, si entra in campo per fare un punto ed un tiro in porta…. poi quando si perde, lasciate stare gli arbitri (che si sa, sono venduti), e sopratutto la sfortuna che ogni volta ci tiriamo dietro da soli…. analizzate bene le partite e scoprirete che tanto sfortunati non siamo, guardate con attenzione tutte le partite vinte, specialmente quelle con Mazzarri, un tiro in porta e barricate con Sirigu(senza nulla togliere al Gallo che è l’unico che sputa il sangue) sempre migliore in campo che si vinca o che si perda…… Scusate lo sfogo ma, sono stufo di vedere scendere in campo una squadra sempre rassegnata alla ricerca di mille scuse per giustificare una brutta prestazione. Siamo il TORO e se ci manca qualche mezzo tecnico dobbiamo compensarlo con le PALLE. Meglio perdere una partita perchè si è provato a giocarla e non per il contrario. Volevo aggiungere una nota positiva: Bremer.. ha un anticipo secco importante ed anche dei piedi discretamente buoni per essere un difensore, se migliora nel uno contro uno diventa veramente forte.
    Sempre FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 5 mesi fa

      Veramente chi fa i conti a tavolino a calcio non ci gioca, per questo fa i conti, perché non sa cosa altro commentare! A calcio dovrebbero giocare i calciatori, che si chiamano così apposta, solo che non lo sanno fare. Quindi noi tifosi ci ritroviamo a dover sostenere qualcosa che non c’è. Dopodiché io credo che a luglio ormai tutti sappiano gia se restano o se ne vanno, quindi a tutti credo sia stato chiesto di fare sto sforzo di fare 7 punti con brescia genoa e spal e buonanotte! O qualcuno pensa che giocheremo un derby col coltello tra i denti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torracofabi_13706409 - 5 mesi fa

        Ciao, suppongo che quel 68 nel nik sia il tuo anno, identico al mio sarà che abbiamo visto abbastanza cose e forse anche fatte simili è chiaro che la penso come te però ho le palle girate lo stesso! Il Toro è una passione e per carattere a me non piace essere rassegnato io in campo ci ho rimesso tre ginocchia e tanto altro però, mai il carattere e la voglia di spaccare tutto e lo stesso dicasi quando ho allenato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. torracofabi_13706409 - 5 mesi fa

        ps il like è il mio….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bongiobello - 5 mesi fa

    Contro lazio e mer… dentro la primavera. Tanto perdere per perdere almeno ci teniamo sani quei 4 giocatori buoni che abbiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LBgranata. - 5 mesi fa

    Ieri Longo ha sbagliato completamente la formazione.
    E anche i cambi sono stati fatti in ritardo.
    Edera non può giocare in serie A è un mediocre finiamola di pensare che chi arriva dal nostro vivaio per forza deve essere un campione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. daunavitagranata51 - 5 mesi fa

      edera è sicuramente meglio di zaza, però essere meglio di una schiappa come zaza lo sono anche io che ho 69 anni che quattro anni fà giocavo [nelle partitelle d`allenamento] e allenavo la squadra primavera dove giocava mio figlio, nel campionato regionale del nord Olanda,

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata - 5 mesi fa

    Nessuno nomina la Fiorentina ma mi pare che abbia gli stessi punti del Toro. Come mai certa stampa li considera quasi in lotta per l’Europa ed invece il Toro a rischio B ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 5 mesi fa

      Infatti è la magia della prospettiva, noi ce l’abbiamo mezzo vuoto , loro mezzo pieno. Comunque punti se ne possono fare anche con la lazio e 6 punti son un bel tesoretto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. grammelot - 5 mesi fa

      Forse perchè loro hanno Commisso e noi abbiamo Urbano Cairo ?

      Che ne dici ?

      Ormai Urbano e la sua “filosofia” li conoscono anche i sassi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 5 mesi fa

        Tutta la filosofia che vuoi ma in campo ci vanno altri. Il Toro fa campionato sciagurato e la viola ? Il rischio è pari, per me.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. grammelot - 5 mesi fa

          Non sono abituato a farmi carico e a guardare le disgrazie altrui, mi bastano e avanzano le mie.

          Dopodichè certo, meglio loro che noi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. christian85 - 5 mesi fa

      Granata,
      quoto il tuo intervento. Non nomino la Fiorentina perchè sicuramente almeno 6 punti nelle prossime 4 partite li farà.

      Noi se ti sei accorto dobbiamo giocare contro Lazio Inter Juve…..
      In ogni caso il problema non eè avere +6 sulle altre perchè hanno perso, il problema è questo +6 poteva essere tranquillissimante un +15 senza nemmeno doversi sbattere fin troppo.

      Invece noi come sempre siamo dei maghi a saper trasfermare in oro tutto ciò che ormai è considerato MORTO !!!!!!

      Abbiamo perso 20 punti come minimo, con le sconfitte di : Lecce ( 2 volte ), Sampdoria (2 volte ) Udinese ( 1 volta ), Hellas ( 2 punti ), Spal e Sassuolo ( che era una diretta concorrente ). Fai il conto…. ( sono addirittura 23 ), per non citare poi i punti persi durante le 6 sconfitte consecutive.

      Ma ti pare ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bischero - 5 mesi fa

    Tutto da scrivere. Ci possiamo salvare(ma per demeriti altrui) ma sarà solo a fine campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Toro 8 Scudetti - 5 mesi fa

    Scusate, ma l’Udinese? E la Sampdoria? Già salve?
    Va bene il pessimismo ma qui c’è da toccarsi le palle.
    Leggi questi articoli e ti senti già in B. E basta con questa negatività, alla fine arriva anche alla squadra.
    Nonostante tutto passiamo gestire un vantaggio di 5/6 punti. Avete paura delle prossime 2 giornate? E il Genoa allora? Gobbi e scontro diretto a Udine e poi il Napoli. Avessimo pareggiato come loro col Brescia (rubando tra l’altro) cosa avremmo fatto, ci saremmo direttamente iscritti al campionato di B?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. policano1967 - 5 mesi fa

      ke la negativita arriui alla squadra ho i mieh dubbi.direi piu ke la loro negativita arrivi a noi.in queste condizioni 6 punti di vantaggio nn possono fa sta tranquilli nessuno.parliamone tra due giornate se i punti di vantaggio saranno gli stessi.facile fare i conti sugli altri.noi salvo miracoli ci aspettano due sconfitte consecutive.sei cosi sicuro ke dietro nessuno guadagnera punti?io no.io dico ke la salvezza e tt altro ke sicura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro 8 Scudetti - 5 mesi fa

        Sono d’accordo la salvezza é tutt’altro che sicura ma a noi bastano 9 punti (forse meno) a Genoa e Lecce ne servono 15 ..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. policano1967 - 5 mesi fa

          Questo lo si puo vede solo partita dopo partita.sarebbe gia tanto averne 4 tra due domenike a mio avviso a patto ke si riesca a battere il brescia.il problema e ke la nostra squadra e inaffidabile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

            La nostra squadra è inaffidabile anche nel “bene” oltreché nel male. The age of Mazzarri ci ha insegnato che spesso, non sapendo fare gioco ma solo distruggerlo, si è giocato meglio con le squadre che tendono ad occupare il campo piuttosto che aspettare. Non mi stupirei se si riuscisse ha fare dei punti prima e poi rovinare tutto col Brescia.

            Mi piace Non mi piace
        2. TorelloRomano - 5 mesi fa

          A farli… 9 punti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. scifo66 - 5 mesi fa

    Anche gli infortuni e le squalifiche saranno determinanti. Per quanto riguarda le rose, solo il Genoa può vantare parecchie alternative soprattutto in attacco. Il Lecce ha un organico numericamente ridotto all’osso come il nostro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

      Si il Genoa ha diverse alternative in attacco, a Gennaio hanno preso anche uno piuttosto forte che può fare la differenza… mi sembra che si chiami Iago Falque!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. rza78 - 5 mesi fa

    L’orizzonte di questo Torino è la serie B. Dopo 1 anno senza DS ci giochiamo La serie A senza allenatore. Giocatori meno che mediocri da qualcuno sopravvalutati all’inverosimile (e per 1 anno e mezzo fatti rendere da mazzarri al 200% delle possibilità…). E solito spartito per i pochi validi: dopo 1 anno o 2 al massimo capiscono che il club non ha ambizioni chiedono di essere ceduti e se non accontentati smettono di giocare (nkoulu Izzo ecc). Poi prende il ds della spal retrocessa dopo avere messo in panchina forse il peggiore allenatore di A e B per di più senza esperienza. E questo scempio non finirà mai anche i n B non ci toglieremo dalle palle l’unico responsabile di tutto questo. Post dedicato a quelli che “era tutta colpa di mazzarri (7 posto con questi invertebrati ps ieri sera zero ammoniti……..)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CLAUDIO - 5 mesi fa

      Mazzarri chi?
      Quello che ne ha presi 7 in casa dall’Atalanta?
      Che ha lasciato 6 punti al Lecce
      Che ha perso in casa con la Spal
      Che ha voluto la rosa corta perché non in grado di gestire una squadra
      E potrei continuare nelle oscenità perpetrate dal sig Mazzarri.
      Ma per favore dimenticare che Cairo e Mazzarri sono i principali artefici di questo scempio e prendersela con Longo che si è ritrovato le macerie di una squadra è veramente rificolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

      Questi invertebrati sono il frutto delle scelte di Mazzarri!

      Cairo ha tantissime responsabilità, non sarò certo io a toglierle, ma nella fattispecie di questa disastrosa stagione ha la grandissima colpa di essersi fidato ciecamente di Mazzarri tanto da avergli affidato anche il ruolo occulto di DS.

      Altra cosa, sentir parlare così male di Longo, che è uno di noi e ce la sta mettendo tutta per tappare un buco clamoroso lasciato dal suo predecessore, è ignobile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. grammelot - 5 mesi fa

      Segui il tuo collega Bacigalupo1967 e vai a raggiungere il tuo idolo avvinazzato a Livorno: un posto nella sua bocciofila e al tavolo della briscola, scopa, tresette c’è anche per te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Gattojoyce - 5 mesi fa

      No, ma davvero hai ancora l’ardire di difendere il disastro e la devastazione operati da Uolter? Davvero davvero?

      È arrivato senza aver mai vinto nulla, né aver lasciato un buon ricordo o parvenza di squadra dovunque sia andato; in compenso si è portato dietro la sua insuperabile arte di piangersi addosso e di scaricare le responsabilità delle sconfitte a tutti, dalla pioggia che ha reso il campo pesante alle formiche ed alle talpe che hanno rimodellato il fondo del terreno e ciò ha destabilizzato i ragazzi.

      Ha comprato o provato a farsi comprare chi voleva (per Verdi ha insistito lui…buon giocatore, ma non da 25 mln; io, a quella cifra circa, avrei preso De Paul).

      Ma, SOPRATTUTTO, ha venduto o cacciato chi non gli andava a genio (le cessioni di Ljaic e Iago gridano ancora vendetta..), lasciando una rosa depauperata in qualità e quantità.

      Ci ha portato al settimo posto? Bene…a cosa è servito? Ad andare in Europa? No, perché in Europa si andava con il sesto posto, quindi ha miseramente fallito l’obiettivo.

      Per i mille danni finanziari del Milan siamo stati ripescati, ma merito di Mazzarri? No, il suo merito sarebbe stato entrare in Europa attraverso i preliminari, ma ha ulteriormente fallito anche
      questo obiettivo.

      E, dopo figure barbine e sconfitte che rimarranno alla storia (personalmente non so se mi vergogno di più delle sette pappine prese in casa dall’Atalanta o delle quattro prese da una squadra di MERDA come il Lecce…) se ne è andato, o è stato cacciato, poco importa, lasciando una devastazione per la quale rischiamo di pagare un prezzo vergognoso.

      Longo si è trovato una squadra raffazzonata, assolutamente fuori forma (perché il gran genio livornese non è stato in grado, professionista ed esperto come dicono sia, di fornire o recuperare una preparazione atletica almeno accettabile in 6 mesi….), esigua per numeri e valori tecnici, spenta nello spirito e nel fisico.

      Sta recuperando l’una e l’altra cosa, i giocatori sembrano seguirlo, certo più di quanto davano ascolto all’avinazzato, sta provando a far le nozze con i fichi secchi, è maniacale nella preparazione e nello studio degli avversari.

      Non sto qui a disquisire su Cairo e sul suo operato, non ho sufficienti ore a disposizione.

      Ma dire che la colpa della situazione è da addossarsi sulle spalle di Longo, definendo il livornese non solo totalmente scevro da colpe, ma addirittura come quello che ci ha portato risultati è, come minimo, intellettualmente scorretto…anzi, decisamente criminale.

      Pochi allenatori sono stati incapaci come lui (a memoria mi viene in mente Lerda, dovessi fare un nome…), ma ancor meno hanno fatto danni e provocato scempi nella stessa misura.

      Ancor di più considerando il materiale umano che aveva comunque a disposizione e la disponibilità (di questo gliene va dato atto) da parte di Cairo di spendere un minimo..non sa gestire la società, fa molte cose a katzo, ma come livello di spese siamo decisamente messi meglio rispetto altri periodi storici…che poi spenda male è un altro discorso…

      Quindi, per favore, non venitemi ad incensare un personaggio abietto come il Uolter, addossando a Longo colpe non sue.

      Se e quando Longo potrà costruire e plasmare la squadra secondo i suoi dettami potrà essere criticato e massacrato se se lo sarà meritato.

      Solo allora, non adesso che deve ricostruire sulle macerie lasciate dall’Inetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ciccio Graziani - 5 mesi fa

    Il calendario lascia il tempo che trova, sono fiducioso, non vedo Udinese, Lecce e Genoa in grado di fare molti più punti di noi. Ma il rendimento nostro è molto molto al di sotto delle aspettative

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy