Toro, a Roma il capolavoro di Djidji: Mazzarri si gode l’ascesa dell’ivoriano

Toro, a Roma il capolavoro di Djidji: Mazzarri si gode l’ascesa dell’ivoriano

Focus / Ottima prestazione per il difensore granata, che non ha lasciato spazio ai laziali

di Redazione Toro News

Quella messa ieri in campo da Koffi Djidji, difensore franco-senegalese classe 1992 ex Nantes, è stata una prestazione altamente positiva, che sa di consacrazione. Per quanto visto, adesso Djidji è un punto fermo della difesa di Mazzarri, mostrandosi capace di fronteggiare gli avversari più impegnativi e di recuperare in fretta dai problemi fisici.

LA GARA DI IERI – Ieri il franco-ivoriano, reduce da una contusione muscolare che gli aveva fatto saltare l’Empoli, è stato quasi perfetto, senza nessuna sbavatura. Gli avversari lo hanno messo spesso alla prova facendosi pericolosi lì davanti; ha bloccato i tentativi pericolosi di Correa, suo peggior cliente per tutta la durata della gara e con una gran diagonale nella ripresa ha impedito ad Immobile di presentarsi tutto solo davanti a Sirigu. Nel secondo tempo è un ostacolo insormontabile per i laziali: salva tutto ancora una volta su Immobile, poi due volte si frappone tra la porta difesa da Sirigu e la palla. Con l’ingresso in campo di Moretti va a destra, per poi tornare a sinistra quando Moretti lascia posto a Lyanco, mostrandosi sempre efficace. Il prezzo del riscatto di 3.5 milioni del cartellino è a questo punto davvero conveniente: il Torino riscatterà il difensore dal Nantes per una cifra molto inferiore al suo attuale valore

LE SUE PAROLE – Djidji è anche un giocatore che si è rivelato altruista e dalle idee chiare. Nel postpartita laziale ha dichiarato, riguardo la sua prestazione: “Non so se sia stata la mia miglior partita, penso soprattutto alla squadra, è stata una buona partita ma come in altre occasioni si poteva vincere e non è successo. Ora ci riposiamo una settimana, poi dobbiamo riprendere ancora più forte per recuperare i punti che abbiamo lasciato per strada”. Protagonista, insieme a tutta la difesa, di un gran campionato, ha anche detto, riguardo le ambizioni europee dei granata: “Se vogliamo inquadrare l’Europa non possiamo considerare i pareggi come qualcosa che ci accontenti. Ora il nuovo anno inizia con la Coppa Italia con la Fiorentina, match che vogliamo vincere, poi tornerà il campionato e dovremo macinare davvero punti”.

Andrea Marchello

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BIRILLO - 8 mesi fa

    C’è un bug nel sito. Impossibili like e dislike a pacchi di 20 che arrivano in un secondo. Giusto fregarsene e comuncicare con spirito libero a prescindere i propri pareri.. Ma se chi governa la parte informatica volesse filtrare, sarebbe piacevole.
    31 dicembre 2018, buon San Silvestro a tutti i granata di cuore e alle persone leali.
    Un pensiero a chi sta meno bene e lotta e ai bimbi.
    Auguri al Toro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piemunteis - 8 mesi fa

      non c’e’ nessun bug nel sito, e’ solo che ci sono persone che fanno i post e subito si metteno una ventina di piu’ per paura dei meno che sanno arriveranno…. come i bambini. Allora la gente reagisce a forza di meno e lui si rimette nuovamente i piu… basta vedere chi ha piu’ piu’ e capisci chi e’. Non e’ la prima volta….
      Toglietegli il giochino, se avesse veramente l’eta che dichiara nel nick non farebbe cerrte cose….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

        Ti riferisci per caso a me Piemunteis@?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 8 mesi fa

    L’intero reparto difensivo è di altissimo livello.
    In questo momento ci serve UN SOLO giocatore: un signor trequartista di medio/alto livello.
    Ljajic si è scelto di farlo andar via (a mercato chiuso) x cui ora, dopo il TOTALE fallimento di Soriano, è necessario provvedere alla sua sostituzione.
    Con un trequartista di livello questa squadra potrebbe fare il salto di qualità xke agli attaccanti manca chi li metta davanti la porta.
    Speriamo che gli interessati sentano lo squillo di petrachi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. blackmapan_219 - 8 mesi fa

    Queste sono le nostre soddisfazione. Dobbiamo godere per un nono posto e per aver scoperto Gigi. Chi non si accontenta oggi si chiama spalamexda. È proprio vero i tempi sono cambiati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

      Black@ quello che tu chiami forse per denigrarlo e sminuirlo ha un nome ed un cognome si chiama Koffi Djidji.
      Personalmente non sono contento del 9 posto, ci mancherebbe, ma purtroppo non vedo all’orizzonte chi potrebbe far meglio anche considerando che la nostra presenza allo stadio (meno presenze di genoa e doria che non mi pare abbiano presidenze migliori della nostra…. ) non rende il Torino appetibile per un investitore con capacità economiche importanti in grado di farci fare il salto di qualità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. blackmapan_640 - 8 mesi fa

        20 righe per dire che chi si accontenta gode?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

          Anche per dirti che quello che tu chiami Gigi si chiama Koffi Djidji.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. jimmy - 8 mesi fa

    – Soriano
    + Djidji

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 8 mesi fa

    @Bacigalupo
    Purtroppo c’è gente che parla per partito preso. Ha memoria da elefante per gli acquisti sbagliati. Djidji era il nuovo Carlao, il bidone che costringeva Mazzarri a far giocare il vecchio Moretti. Non gli hanno dato il tempo di ambientarsi o almeno di vederlo all’opera un paio di volte.
    Per non parlare di Meitè bocciato dopo l’amichevole con il Nizza. Banda di cerebrolesi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

      Granatadellabassa@ Il mio post ha ricevuto 59 unlike (alle 22,20) che dire… sempre più orgoglioso di essere granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. blackmapan_392 - 8 mesi fa

        “Per la maggioranza, la realtà è costituita dal consenso generale e non è fondata sulla verifica critica, sulla ragione.”(E.F)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. blackmapan_263 - 8 mesi fa

      granatadallabassa@ l’aver scoperto Meite o chi altri ha fatto bene non è il fine del Torinofc e di nessun’altra società sportiva, ma bensì è un mezzo per raggiungere un obiettivo sportivo. Purtroppo, e non lo dico io ma i risultati sportivi raggiunti in questi anni, gli acquisti positivi vengono annullati da quelli negativi facendoci di fatto ottenere gli stessi risultati. Quindi, purtroppo, gli acquisti negativi pesano molto di più perché impediscono un miglioramento dei risultati. Poi ognuno ha le proprie rispettabilissima idee. Tu giustamente godi per meite, mentre io mi arrabbio per Soriano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ellelibo_669 - 8 mesi fa

    concordo. Petrachi e’ stata la miglior scelta di tutta la presidenza Cairo. e rammento che Petrachi ha dichiarato a suo tempo che non andra’ via dal TORO ptima di aver vinto qualcosa.. suona bene..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 8 mesi fa

      speriamo non sia una minaccia eheh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. BIRILLO - 8 mesi fa

    Niente da eccepire anzi. Tra Sirigu, Djidji, N’Koulou, Aina, Izzo e il ritrovato Rincon, ottimi orizzonti. Meite discreto/buono ma non si riesce a farlo crescere ancora in velocità-controllo quando ha palla al piede ? Sarebbe buono/ottimo !
    Lyanco sempre ottimo atletismo in ricerca del controllo che speriamo arrivi presto.
    Davanti solito discorso. Grande eclettismo di Iago che impiegato da trequarti rende un 15 x 100 meno che da esterno dx, in attesa di qualcuno di supporto in regia avanzata.
    Quando e se troveremo il tassello che manca… sempre che non esploda Lukic..
    Poi ci sono dei bei ma bei bei bei elementi in primavera… Poi Parigini perchè non vice Iago ?..
    Molto dipenderà da chi esce e da chi non rientra (…) già in questo mercato invernale.
    Non so cosa sarà a fine campionato e se sarà EL o meno, eppure abbiamo una bella rosa con poche mancanze che ben conosciamo nel breve periodo, e qui dovrebbe essere Cairo e il DS a fare qualcosa per provare ad ottenere il plus già quest anno. Diversamente sarebbe un pò lunga e di anni spesi ad aspettare risultati siamo “saturi”, ma le prospettive per chi riesce a non ammalarsi prima di fegato..ci sono.
    Ma farlo subito noo ???
    Saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

    Sarebbe bello rileggere quanto i professori da tastiera ebbero a scrivere all’annuncio dell’acquisto dell’ivoriano.
    I più benevoli lo indicavano come il nuovo Marcao.
    Grande acquisto di Petrachi che fa il paio con gli acquisti di N’kolou, Sirigu, Izzo, Falque, Belotti, Zappacosta, Damian, Glik, Maksimovich, Baselli, Aina, Meite’. Tutti acquistati con budget limitatissimi.
    Errori ne ha commessi ma il bilancio è ampiamente positivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

      Colpevolmente ho dimenticato il monumentale EMILIANO MORETTI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

        Un unlike a Moretti esci allo scoperto gobbo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 8 mesi fa

      Frequento questo forum da diverso tempo ed in tutta franchezza non ricordo commenti negativi su djidji in quanto sconosciuto ai più

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

      Sbagliato. Alcuni (forse) lo snobbavano, ma ci furono anche giudizi positivi, il mio ad esempio, che conosceva Dijdji avendolo seguito al Nantes (vivo in Francia da lunghi anni).
      Va bene incensare Cairo e Petrachi ad ogni pié sospinto, ma bisognerebbe sforzarsi a certa equanimità di giudizio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

        Principe@ nessuno incensa Petrachi o Cairo.
        Mi pare che molti dei giocatori acquistati dal ns Ds si siano dimostrate pedine valide.
        Poi dei bidoni li ha portati a casa, Marcao, Gaston Silva, Tata Gonzales (quest’ultimo a costo zero) ed altri, ma non dobbiamo dimenticare il budget risicatissimo a sua disposizione e la necessità di far mercato a costo zero cioè vendere bene ed investire in giovani scommesse o giocatori da rilanciare.
        Sirigu è N’kolou sono due perle del lavoro del ns Ds che se le avesse fatte Tare (per me un autentico fuoriclasse) saremmo qui tutti ad incensarlo.
        L’errore più grave di Petrachi a mio parere è stato quello di non essersi impuntato con il presidente nella scelta di Gasperini e non di Sinisa, scelta che ha poi portato all’acquisto scellerato di Niang.
        Con i se ed i ma non si fa la storia, ma con Gasperini la nostra storia recente sarebbe diversa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. blackmapan_988 - 8 mesi fa

          A chi impuri la colpa dell’acquisto di speriamo? Cairo, peteacchi, Mazzarri o il destino?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. blackmapan_669 - 8 mesi fa

            Soriano

            Mi piace Non mi piace
          2. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

            Devi esser preciso, Soriano non è stato acquistato, ma si è trattato di prestito con diritto (non obbligo) di riscatto per cui a costo zero.
            Sicuramente la scelta è stata condivisa tra Petrachi e Mazzarri ed avallata visto il costo zero (ingaggio a parte) da Cairo.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy