Toro, a Spalato un brutto precedente da invertire

Toro, a Spalato un brutto precedente da invertire

Verso l’Europa League, RNK Split – Torino / Nell’autunno del 1985 i granata incrociavano l’Hajduk, l’altra squadra cittadina, e venivano eliminati dalla Coppa Uefa

di Roberto Maccario

A Torino sale la febbre per la partita di Europa League in programma giovedì 21 a Spalato contro l’RNK. Della città croata, però, i tifosi granata non hanno buoni ricordi, in quanto nella Coppa Uefa della stagione 1985 /’86 vennero eliminati dall’Hajduk, l’altra squadra cittadina.

Era il 6 novembre del 1985 e il Toro di Radice, reduce dal secondo posto in campionato alle spalle del sorprendente Hellas Verona e dall’ 1-1 dell’andata al Comunale, affrontava l’insidiosa trasferta nei Balcani.
E il Torino ebbe la peggio, venendo sconfitto per 3-1 e dicendo addio ai sogni di gloria: Leo Junior, al 15′, pareggiò su rigore la rete croata di Asanovic dopo appena due minuti di gioco, ma in seguito Zaccarelli e compagni dovettero soccombere sotto i colpi di Siskovic e di Vujovic. Inutile dire che tutto il popolo granata auspica per il prossimo match un finale diverso.

HAJDUK SPLIT – TORINO 3-1 (2-1)

Hajduk Split: Varvodic, Miljus, Petrovic, Gudelj (all’87’ Deveric), Kalinic (all’85’ Jerolimov), Celic, Vujovic Zl., Sliskovic, Vujovic Z., Asanovic, Vulic.All.: Polkepovic.

Torino: Martina, E.Rossi, Ferri I, Zaccarelli (al 35′ Cravero), Junior (al 72′ Lerda), Beruatto, Pileggi, Sabato, Schachner, Dossena, Comi. All.: Radice.

Arbitro: Tritschler (Germania Ovest).

Reti: Asanovic 2′ (H), Junior 15′ rig. (T), Sliskovic 29′ (H), Vujovic Zl. 55′ (H)

Spettatori: 55.000 circa.

Note: Ammoniti Rossi, Zaccarelli e Schachner.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy