Toro, col Parma per continuare la striscia positiva

Toro, col Parma per continuare la striscia positiva

Le statistiche di TN / Il Torino arriva da sei gara consecutive senza sconfitte e Ciro Immobile ha segnato in 6 delle ultime 8 partite

di Mario Gago

Domenica arriva la partita decisiva, il match che sicuramente deciderà se la squadra granata ritornerà in Europa dopo tanti anni e il Torino si presenta all’appuntamento in un grande momento di forma, il migliore della stagione con 6 partite di fila senza una sconfitta e con un Ciro Immobile con un rendimento incredibile.

PIU’ DI UN MESE DALL’ULTIMA SCONFITTA – Se a febbraio le vittorie non arrivavano così facilmente e a marzo erano i gol a latitare (furono ben quattro le gare di fila in cui i granata non erano riusciti a segnare), Ventura ha saputo cambiare l’inerzia dei risultati e un mese più tardi il Toro si è ritrovato il proprio destino in mano: giocare o meno in Europa il prossimo anno. Se nelle due partite che mancano si otterranno 6 punti, il traguardo è garantito.

 

A conti fatti il Torino ha collezionato 6 partite senza subire sconfitte, con 4 vittorie (e quattro vittorie di fila in casa, un record stagionale) e due pareggi, numeri che in serie A il Toro non faceva da 20 anni. Guardando queste statistiche, però, il Toro ha un tabù che non è ancora riuscito a sfatare: vincere quattro parttite consecutive. Un piccolo record che, se il Toro dovesse riuscire a conquistare contro Parma e Fiorentina, significherebbe di diritto un posto in Europa League il prossimo anno.

E’ IMMOBILE L’ATTACCANTE PIU’ IN FORMA DELLA STAGIONE –  Il bomber granata si presenta alle battute conclusive della stagione in uno stato di forma eccezionale: ha messo a segno 6 reti nelle ultime 8 gare, durante la stagione ha messo a segno addirittura una tripletta contro il Livorno e soprattutto è andato a segno in ben 7 partite disputate in casa. Se anche in Nazionale valesse la meritocrazia, i suoi numeri lo vorrebbero non soltanto in Brasile quest’estate ma addirittura nell’undici titolare di Prandelli.

Con 21 gol segnati, senza rigori, è il capocannoniere della serie A, con due reti di vantaggio su Tevez, ma i dati possono dire di più: l’importanza di Immobile per il Toro è confermato da 13 delle sue 21 marcature, essendo state le reti che hanno sbloccato i rispettivi incontri, e rispetto ai suoi avversari diretti per la conquista del titolo di capocannoniere, Immobile è l’unico a non essere mai andato a segno dagli undici metri. La cosa più importante per il Toro è che i suoi gol hanno regalato ben 12 punti alla classifica granata e dunque si può ben dire che se la truppa di Ventura sta sognando l’Europa, buona parte del merito passa per i piedi dell’ex attaccante di Genoa e Pescara.

Questa domenica in ogni caso andrà in scena una partita importantissima: come detto il Toro arriverà in un gran stato di forma e se in più lo stadio Olimpico sarà tutto esaurito per l’occasione, i ragazzi di Ventura avranno le condizioni indeali per poter disputare una grande partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy