Toro, con la difesa delude anche Nkoulou: non è il leader dell’anno scorso

Toro, con la difesa delude anche Nkoulou: non è il leader dell’anno scorso

Focus on / Il giocatore della scorsa stagione è solo un lontano ricordo. E sul gol di Lautaro la responsabilità è soprattutto sua

di Alberto Giulini, @albigiulini

Venti gol subiti in tredici partite: sono innanzitutto i numeri a certificare come la difesa del Toro non sia nemmeno lontanamente paragonabile a quella dell’anno scorso. E con il rendimento generale è drasticamente calato anche quello dei singoli, soprattutto di quel Nicolas Nkoulou che giusto pochi mesi fa era il fiore all’occhiello della retroguardia.

ALTRI LIVELLI – Un vero leader, sempre pronto a guidare i compagni ed elegantissimo palla al piede: il camerunese rappresentava sicuramente un elemento imprescindibile per i granata. Un valore aggiunto, grande protagonista di una difesa che concedeva pochissimo. Ma da quando Nkoulou è tornato, dopo l’ammutinamento di fine agosto, non è più stato ai livelli della scorsa stagione. Qualche gara buona non è mancata, si pensi ad esempio a quella contro il Cagliari, e non si può dire che il campionato che sta conducendo sia negativo sotto tutti gli aspetti, come dimostra il fatto che, prima della partita contro l’Inter, aveva il 100% di contrasti vinti. Ma questo non basta e l’impressione, netta, è che Nkoulou non sia complessivamente ai fasti delle stagioni precedenti per quanto riguarda la continuità di rendimento.

Le pagelle di Torino-Inter 0-3: la difesa di ferro mazzarriana è un ricordo sbiadito

IL FUTURO – Anche contro l’Inter Nkoulou è stato protagonista di una prova insufficiente. Sono infatti in gran parte sue le responsabilità per il gol di Lautaro Martinez che ha portato in vantaggio i nerazzurri. Un errore di posizionamento individuale e di reparto, di una difesa prima troppo alta e poi lenta ad indietreggiare che proprio il camerunese avrebbe dovuto guidare. Altri gol presi banalmente, vedi quello di Okaka a Udine, hanno visto Nkoulou non riuscire a guidare la linea come ai tempi d’oro. Rendimento che è dunque nettamente al di sotto delle aspettative e non fa comodo a nessuno. Perché il Toro si sta ritrovando un giocatore al di sotto dei suoi standard e lo stesso Nkoulou, fosse ancora desideroso di essere prossimamente ceduto, non si starebbe certo mettendo in mostra.

 

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alex71 - 10 mesi fa

    Non credo che N’Koulou sia l’unica mela marcia del gruppo. E’ solo la punta dell’iceberg. Sbagliatissimo secondo me reintegrarlo anche se, visto che lo devi vendere, lo devi anche mettere in mostra in qualche modo. A gennaio credo e spero che se ne andra’. Comunque, al momento, non vedo giocatori felici di giocare in questa squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pinco pallino - 10 mesi fa

    La mela marcia del gruppo.
    Al posto ddi essere preso a calci in culo e mandato via,
    ancora a parlare di lui.
    incedibilmente, dopo il caso nkoulou, tutto è cambiato
    VIA deve solo andar via, si dovrebbe davvero vergognare Mazzarri, di averlo riproposto titolare, dopo tutte le bischerate (voglio essere buono) che ha sparato sulla meritocrazia. E meno male, che andava dicendo a tutti che lui non guardava in faccia a nessuno. Meno male.
    VIA Zaza, viaaaaa, abbiamo Millico. Facciamo giocare Vincenzo.
    Tanto con il gobbo in campo è come giocare in dieci
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alexku65 - 10 mesi fa

    Che strano…. non sembra essere l’unico calciatore a non riuscire più a rendere con questo allenatore …alcuni no. Hanno proprio iniziato , altri non sono neanche scesi in campo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabrizio - 10 mesi fa

    e’ sempre colpa di altri…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. altoro - 10 mesi fa

    Nel moderno calcio business i calciatori professionisti in genere hanno ulteriormente incrementato il tasso medio di generale “mecenatismo” individuale e collettivo che caratterizza l’intera categoria di privilegiati.
    Nkoulou appartiene a questa larga cerchia di “mercenari”.
    In genere lo sono comunemente tutti i calciatori italiani, figuriamoci quelli stranieri che approdano nel Campionato Italiano offrendosi, tramite i loro agenti/procuratori, sempre e comunque alle Società che garantiscono al loro conto bancario l’ingaggio maggiormente sostanzioso sotto l’aspetto economico.
    Durante la scorsa estate il difensore centrale camerunense è rimasto abbagliato dalle “promesse da mercante” di quell’abile e astuto ex Diretttore Sportivo Petrachi, trasferitosi nel frattempo al servizio della proprietà americana della Roma.
    Nkoulou aveva già l’accordo con Petrachi per il suo trasferimento nella Capitale ma il patron Cairo si è dimostrato assolutamente irremovibile nell’abbattimento di tale trattativa, espletata sottotraccia dal dirigente salentino.
    Una volta reintegrato in squadra dal tecnico toscano, Nkoulou non si è più rivelato il leader assoluto del reparto difensivo, ammirato per eccelsa tecnica ed eleganza la scorsa stagione.
    Purtroppo risulta oggettivo che tale vicenda lo ha segnato profondamente nell’animo per cui il suo rendimento in campo è divenuto nettamente inferiore alle aspettative dell’intero ambiente granata (Società, Squadra e Tifosi) e degli addetti ai lavori ossia gli stessi organi vari di informazione.
    Personalmente ignoro l’eventuale strategia della Società in riferimento al rapporto contrattuale con lo svogliato Nkoulou in considerazione di tale serie di prestazioni individuali assolutamente insufficienti sotto l’aspetto tecnico.
    Si tratta di una “brutta gatta da pelare” la cui gestione è estremamente complicata.
    Chissà sella prossima sessione invernale di mercato la Roma effettuerà, stavolta alla luce del sole e non più sottotraccia come accadde l’estate scorsa, una nuova offerta davvero adeguata alla reale quotazione di mercato del calciatore africano.
    Personalmente, da semplice tifoso dell’amato TORO, mi limito ad una considerazione di natura tecnica.
    Nell’eventualità in cui Bremer e Nkoulou replicano prossimamente la recente disastrosa prestazione offerta individualmente conto l’Inter sabato scorso, è assolutamente auspicabile che Mazzarri prenda in considerazione la candidatura delle alternative a disposizione nel ruolo specifico ossia Bonifazi e Djidji.
    Forse già a Genova sabato prossimo, perché no ?… .
    Mister Mazzarri, alla luce dell’oggettiva crisi di gioco e di risultati della squadra, la tua panchina vacilla da almeno un mese per cui ti conviene pensarci, prima che sia anche per te troppo tardi … . Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mont6_12956074 - 10 mesi fa

    NKOULOU UN ILLUSO…….CHE ILLUDE!!!!!!CHE SE NON FOSSE MAI VENUTO AL TORO SAREBBE STATO MEGLIO……
    SEMPRE FORZA TORO !!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alelux77 - 10 mesi fa

    L idea di Cairo, credendo molto nella rosa giocatori di proprietà che aveva fatto un girone di ritorno da 4 posto, era di tenere tutti e aggiungere due Titolari che andassero ad alzare il livello generale. I risultati si basavo su una difesa invidiata da tutti.
    Purtroppo proprio colui che avrebbe dovuto guidare la difesa come l anno prima nella sua non era d accordo con questa idea e fini in quel polverone della finale coi wolwer..
    Nkoulu ha le sue responsabilità per questa crisi e arrivare ad una sua cessione sarebbe la conclusione corretta della vicenda, forse…
    Ciò non risolve la crisi, ma chi se ne vuole andare, va lasciato andare. Giocare nel Toro è un punto di arrivo non può essere un trampolino di lancio per squadre di pari blasone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 10 mesi fa

      …la cronaca dice quindi che cairo viene tradito in ordine prima da petrachi poi da nkoulu e x finire anche dal mister che non gli porta punti in classifica…il tutto molto agghiaggiande! !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro Forever - 10 mesi fa

    Quando “tira” la bufera vola via tutto. Nel Toro attuale si sono perse la sicurezza e l’identità. Giocatori in crisi di fiducia “immolati” sulla pira della paura. Tutti rimbambiti? O forse frastornati da un ossessionato maniaco di contorte alchimie tattiche? Chi mi sa indicare il nome di un giocatore in crescita in questa Squadra? Mi fermo qui. “Direi bene”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. MondinoFabbri - 10 mesi fa

    Secondo voi, Redazione, perchè Nkoulou non è più il leader dell’anno scorso ?

    Ma quello che ha combinato quest’estate al giocatore il cialtrone presiniente milanista ve lo siete già scordato ?

    Oppure credete che ci siamo cascati come dei polli, quando tutta la colpa è stata scaricata addosso al giocatore per coprire la porcata fatta dal suddetto cialtrone presiniente milanista ?

    Le promesse vanno mantenute, anche se questa società putrefattoa e i suoi “esimi zombies” mentono un giorno si e l’altro anche, specialmente quando promettono (vedi Filadelfia aperto il lunedì).

    Nkoulou non ha alcun bisogno di mettersi in mostra, poichè le altre società conoscono benissimo il suo valore e le sue capacità calcistiche e sanno perfettamente chi è la causa del suo attuale basso profilo e anche il perchè.

    La lista di coloro che hanno chieso di essere ceduti alla fine della stagione è già ben sostanziosa e non è detto che sia ancora completa.

    Urbano Cairo è peggio di Calleri, Goveani, Cimminelli e Romero messi insieme.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 10 mesi fa

      Insomma vorresti sostenere che non è vero che il presidente non è un contaballe? Certo che ve le inventate tutte voi maicuntent

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MondinoFabbri - 10 mesi fa

        Cairo è purezza, trasparenza, filantropia, salvezza, Amore per il Toro, caro marione!!!

        Siet voi che non lo capite che è una povera vittima delle circostanze!!!!

        🙂 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. rogozin - 10 mesi fa

        Lo scrive molto chiaramente il suo pensiero: Cairo non ha mantenuto le promesse fatte in precedenza e da ciò il malcontento di nkoulou ( e forse di molti altri ). Mica si tratta di essere maicontenti, è un’ipotesi come altre e tra l’altro plausibile. A testimoniare che su Cairo dice il giusto, ci sono ad esempio le promesse di rafforzare tempestivamente la squadra fatte a campionato scorso appena concluso poi tramutatesi in difficilmente si può migliorare ciò che è già buono ( Sic ).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. donato - 10 mesi fa

      Nkoulu si è dimostrato quest’estate un mercenario. Se la difesa è andata in tilt è forse perché lui si è rifiutato di giocare? O magari sta facendo come all’andata coi Wolves, quando scappava in campo davanti agli avversari per poi ammettere negli spogliatoi di non starci con la testa???
      Sarà un gran difensore ma è un piccolo uomo. E da quando è tornato le sue prestazioni sono ridicole, altro che 100% di contrasti vinti. Quali contrasti???
      La difesa sarebbe dovuta essere Izzo Nkoulou e Lyanco. Se non è andata così non è colpa di Cairo. Ma perché non avete contestato ad agosto quando tutti eravamo certi di avere uno squadrone?????
      Verdi doveva dare fosforo al centrocampo, e non è accaduto. Iago perennemente infortunato, così come Lyanco.
      Un DS che scappa in pieno calciomercato.
      Ma che cazzo può fare CAiro??
      Ma forse era migliore Ciuccariello o come cavolo si chiamava? E già, perché l’emiro del Dubai poi tra il Toro e il Manchester ha scelto gli altri.
      La verità è che senza Cairo a quest’ora, nella città degli ovini ci sarebbe stata una sola squadra, quella strisciata
      FVCG!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MondinoFabbri - 10 mesi fa

        Ti rispondo solo con queste affemazioni:

        Chi ha scelto il DS che avrebbe sostituito Petrachi?

        Chi ha scelto gli uomini componenti dell’oranigramma della società?

        Chi ha atteso l’ultima mezz’ora di calciomercato per acquistare un due giocatori inutili e riserve nelle squadre di provenienza ?

        Chi ha lasciato che la squadra si giocasse le sue chances ai preliminari di EL senza intervenire sul mercato ?

        Chi ha impedito il trasferimento di Millico e di altri giovani promettenti del viavio in prestito, tenendoli a marcire in panchiina ?

        Chi ha promesso di aprire il Filadelfia per un giorno alla settimana e poi, dopo nemmeno una settimana, ha prontamente sconfessato la sua promessa ?

        Oggi Ruttospoc ha raccolto in una pagina tutte le dichiarazioni del milanista Cairo degli ultimi 5 mesi, intitolando la pagina “Il blob del presidente”. Vattela a leggere.

        P.S.: la storia di Ciuccariello, le altre balle che nessuno compra perchè ci sono i gobbi e tutte le solite frasi fatte sull’argomento, valle a cnatare da un’altra parte.

        Ho già abbondantemente risposto e smontato questo castello di carte e di menzogne.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 10 mesi fa

        Donato,
        La tua è la mentalità italiana che chi sta al vertice non risponde mai, infatti si vede al vertice in tutto ci sono sempre gli stessi personaggi loschi e faccendieri.
        Detto questo Cairo fa finta di cadere dalle nuvole ma sapeva tutto.
        Poi basta con sta patetica solfa che se non c’era capito, basta mamma mia tutti siamo necessari nessuno indispensabile figurati quel piccolo uomo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. ddavide69 - 10 mesi fa

        Intanto : concordo col fatto che nkoulou non è un uomo.

        Personalmente non ho mai pensato fossimo uno squadrone , anzi sono 3-4 anni che sostengo che abbiamo un centrocampo da bassa serie A.
        Cairo è da marzo che sà che petrachi si era accordato con la roma , procurando varie conseguenze , ma si è guardato bene di dotarsi di una struttura adeguata e di sostituirlo . Infatti ha messo al suo poso una figura che non c’entra un cazzo con quel ruolo , oltretutto così forse ha anche danneggiato la primavera.

        Cairo non ha combinato una minchia in 15 anni , non c’è bisogno di un genio per capirlo o per vederlo , non si puo’ prendere due giocatori l’ultimo giorno di mercato tra l’altro con le qualificazioni di EL da fare. Solo un dilettante o uno a cui non frega un cazzo della squadra puo’ comportarsi in questo modo!

        Cairo deve fare una cosa , cercarsi un acquirente come fanno tutte gli amministratori delle società di calcio serie e lavarsi da coglioni, questo deve fare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giancarlo - 10 mesi fa

      Per scrivere certe stupidaggini non c’è mai limite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13657940 - 10 mesi fa

    Vendere nkoulou

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 10 mesi fa

      Il titolo ora è Svendere Nkolou. Gran colpo del presiniente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granata71 - 10 mesi fa

    Oltre a parlare dei singoli……con articoli che lasciano il tempo che trovano in quanto scontati e banali…..
    A quando un bell’articolo/lettera aperta al ns presiniente in cui si chiede di dichiarare pubblicamente la messa in vendita della società?
    Si parla sempre di sceicchi, di magnati, di grandi imprenditori che non sono interessati all’acquisto del Toro: il primo passo è mettere in vendita la società in modo ufficiale.
    Sono convinto che qualcuno sia interessato e, viste come stanno le cose, statisticamente è impossibile che sia peggio di Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. donato - 10 mesi fa

      Mettere in vendita la società senza compratori creerebbe solo destabilizzazione. Di solito chi vuole acquistare si propone a prescindere, lo fa sotto traccia. O magari aspetta il prossimo fallimento per acquistare a zero euro.
      Se CAiro vendesse prima cederebbe Belotti, Sirigu, Izzo, Baselli…. No so se ne varrebbe la pena
      Ciao
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea D’Alberto - 10 mesi fa

      mi pare che per la Roma è il Napoli chi è interessato si è fatto vivo anche senza cartello vendesi sulla porta

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy