Toro, così giocherà Giampaolo: in fase difensiva linea alta e marcature a zona

Approfondimento / Le idee principali del tecnico abruzzese messe in mostra nelle precedenti esperienze

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Marco Giampaolo ha una precisa filosofia che porta avanti con convinzione da anni. Ecco dunque che, prendendo spunto da quello che hanno proposto le sue squadre del passato (specialmente Empoli, Sampdoria e Milan) è possibile immaginare come potrà giocare il suo Torino 2020/2021 e, di conseguenza, immaginare chi della rosa attuale potrà adattarsi al meglio ai propri schemi e quali sono invece i profili che andranno ricercati attraverso il mercato. Partendo dalla fase difensiva, ecco alcuni tra i concetti principali che Giampaolo ha spesso tentato di perseguire.

LINEA DIFENSIVA – Le squadre di Giampaolo hanno spesso un baricentro alto. La sua linea difensiva gioca molto avanzata, puntando molto sulla trappola del fuorigioco, e spesso gioca schiacciata verso la palla, in modo da cercare di soffocare la manovra avversaria. Certo ci vogliono giocatori dotati di grande applicazione mentale ma anche in grado di coprire molti metri di campo dietro di sé in caso gli avversari attacchino proficuamente la profondità. Nicolas Nkoulou sembra poter avere le caratteristiche giuste e non ci sarebbe da sorprendersi se Giampaolo lo mettesse al centro del suo progetto.

MARCATURA A ZONA – Le difese di Giampaolo schierano una linea a quattro con al centro una coppia con un giocatore più solido fisicamente e uno più bravo tecnicamente. Il principio base è la copertura degli spazi con l’attenzione che va più alla posizione della palla che a quella dell’avversario. Qualcosa di diverso rispetto a quanto era abituata a fare la squadra granata finora. I due difensori come profili sono solitamente uno più solido fisicamente e l’altro più bravo tecnicamente. Bremer e Nkoulou potrebbero rispondere bene ai requisiti ma è facile pensare che delle alternative possano arrivare specie se dovesse partire Izzo. I terzini, invece, devono essere affidabili tatticamente ma anche bravi tecnicamente perché spesso il gioco passa da loro. Ricardo Rodriguez, mancino di qualità, appare dunque idoneo. Servirà un profilo simile anche a destra.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Torino: Vagnati e Massara, accordo di massima per Rodriguez

PRESSING ALTO – La fase difensiva di Giampaolo, inoltre, parte dagli attaccanti. Il concetto su cui spesso ha puntato il tecnico abruzzese è dirigere il possesso palla degli avversari tramite il pressing delle prime punte. Quando poi la manovra altrui arriva sulle fasce, scatta il lavoro di mezzala e terzino da quella parte per andare a soffocare linee di passaggio e tempi di gioco. Belotti e Zaza, che amano spendersi per la squadra, potrebbero rispondere bene a questi requisiti. Non a caso Giampaolo avrebbe preso il secondo alla Sampdoria, nell’estate 2018.

LEGGI ANCHE: Torino, Zaza e l’ipotesi permanenza: Giampaolo lo avrebbe voluto già alla Sampdoria

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. WGranata76 - 4 mesi fa

    N’Koulou quando concentrato, e qualche volta difetta come chiunque, è un giocatore che sa leggere la manovra avversaria e compensare la limitata accelerazione con anticipi e contrasti di ottima fattura. Certo è vero che se saltato è limitato nel raggiungere la massima velocità in tempi brevi, ma avere a fianco uno come Bremer con una falcata impressionante non sarebbe male. Però va gestita la linea, perché mi preoccupa la lentezza di Rodriguez e quindi dal lato di Rodriguez conviene tenere Bremer al centro e dall’altro lato come terzino serve necessariamente uno rapidissimo, così da supportare entrambi i giocatori di difesa un po’ più lenti. In caso contrario rischiamo molto a meno di centrare sempre tutti gli offside.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 4 mesi fa

    Nessuno inventa niente nel mondo del calcio. Ci sono correnti di pensiero diverse per arrivare al fine che é il risultato. Ma nulla più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mont6_12956074 - 4 mesi fa

    MA COMPRANO O FANNO FINTA ???????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pupi - 4 mesi fa

    Se mi dici Bremer che ha corsa e velocità è un conto ma che N’Koulou sia adatto a giocare alto avendo un proficuo recupero in caso di palla persa proprio no. Certo può giocare alto confidando sulla posizione e sull’anticipo che, quando c’è con la testa, sono i suoi punto di forza. Ma se viene anticipato alto o recupera qualcun altro o lui non recupera così facilmente, non è lentissimo ma neppure veloce da giocare su spazi larghi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bastone e Carota - 4 mesi fa

    Per giocare alti servono difensori che non perdono palla e che sanno recuperare metri agli avversari nel caso malaugurato in cui questi eludano il fuorigioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gianluca - 4 mesi fa

    Nkoulou adatto a una difesa alta è una barzelletta dai. Potrei avere il conforto di un tecnico su questa cosa? Io capirò poco di calcio, ma Nkoulou è esattamente inadatto a giocare alto. Vedi primo gol del Parma a Parma o quello del Brescia o tanti altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. unasolafede - 4 mesi fa

      Secondo me N’koulou è adatto a qualsiasi tipo di difesa e pure ad alto livello, basta che sia a posto con la testa. Se dobbiamo giudicare dagli errori di quest’anno, tolti Sirigu Belotti e Bremer, non riesco a vedere un solo giocatore adatto a un qualsiasi ruolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 4 mesi fa

        Non sono proprio d’accordo. Il Toro andava in difficoltà, anche con Mazzarri nell’anno “buono” per colpa di NK. Non dimentico i gol presi da Dzeko e dall’Inter nel giro di una settimana, dopo due ottime gare del Toro all’inizio dello scorso campionato (18/19). Lì non si trattava di difendere alto, ma di due sbadataggini assolute. Io l’avrei venduto la scorsa estate, a prescindere dalle sue mattane. Non è il difensore giusto per noi, anche se ha qualità non banali e non le nego.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. eurotoro - 4 mesi fa

    ebbe’ non vedo problemi con Mazzarri si giocava alti (bonifazi a detta di molti era quello sacrificabile perché il meno idoneo a difendere alto)..la marcatura a zona altrettanto visto che sono anni che non marca piu nessuno a uomo…sul pressing fatto dalle punte belotti e zaza non devono imparare niente anzi zaza va’ pure calmato un po’!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. unasolafede - 4 mesi fa

      Gasperini marca a uomo. Tecnicamente si chiama marcatura a uomo nella zona.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 4 mesi fa

        gasperini e l’atalanta sono l’eccellenza dell’eccezione che conferma la regola! arduo imitarli nel breve! brave le società medio piccole che ci riusciranno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. unasolafede - 4 mesi fa

          Perfettamente d’accordo. Mai detto sia facile, era solo una precisazione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. eurotoro - 4 mesi fa

            ..viva tu e chi vuole fare critica costruttiva Forza Toro nonostante cairo gli arbitri e gli insultatori da tastiera!

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 mesi fa

      Difendeva alto , nel senso che si facevano 50 retropassaggi a partita?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxx72 - 4 mesi fa

    Ma giochi come diavolo vuole, basta che non si ripeta sto campionato degli orrori appena fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 4 mesi fa

      Se gioca da schifo come Con Mazzarri mi dispiace ….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy