Toro ed Europa League: la competizione non vale più di 9.9 milioni

Toro ed Europa League: la competizione non vale più di 9.9 milioni

Europa League / Ecco la vera redistribuzione ricavi: L’ammontare netto disponibile per i club partecipanti verrà diviso con quota 60-40, la vittoria a Bruges vale 200.000 euro, il pari 100.000 

di Redazione Toro News

In tanti in questi giorni, in particolar modo sui social network, hanno abbozzato (per non dire strillato) cifre che il Torino avrebbe già percepito dall’Uefa, per la partecipazione ai gironi di Europa League. In molti, dunque, ci avete chiesto di far chiarezza in merito. E la risposta, vera, arriva direttamente dal comitato organizzatore della competizione.

Da quest’anno i ricavi commerciali lordi della UEFA Europa League, sono stati stimati in circa 225 milioni di euro (come riporta il sito ufficiale dell’Uefa). Il 75% di questi ricavi, proveniente principalmente dalla cessione dei diritti TV, andranno ai club partecipanti, mentre il restante 25% sarà trattenuto dall’Uefa, che lo utilizzerà per coprire i costi organizzativi e amministrativi di gestione.

Ma non è tutto, perché da quest’anno è stato stanziato un contributo speciale di 40 milioni di euro, proprio per i club della UEFA Europa League. Dunque, il totale a disposizione dei club qualificati è di 208,75 milioni di euro.

Di questi 208 e rotti milioni di euro, il 60% (125,25 mln) verrà distribuito ai club in quota fissa. Il restante 40% (83,5 mln), invece, cambierà in base al valore proporzionale di ogni mercato televisivo dei singoli campionati di riferimento, rappresentati nella competizione.

Ciascuno dei 48 club qualificati alla fase a gironi, quindi, incasserà certamente 1,3 milioni di euro. Successivamente, in base alle prestazioni della squadra, ci saranno altri versamenti. Nell’ordine: 200.000 euro per ogni vittoria e 100.000 per ogni pareggio nella fase a gironi.

In caso di qualificazione, invece, il Torino – come tutti gli altri club – riceverà altri 400.000 euro (se arriverà primo) oppure 200.000 euro (in caso di secondo piazzamento).

Da qui in poi si potranno eventualmente aggiungere ulteriori introiti, come riporta il comunicato ufficiale dell’Uefa: ”A proposito della fase a eliminazione diretta, le squadre che parteciperanno ai sedicesimi avranno ciascuna 200.000 euro, i club agli ottavi 350.000 euro, le otto ai quarti 450.000 euro e le quattro semifinaliste riceveranno un milione di euro. La squadra che vincerà la UEFA Europa League avrà 5 milioni di euro mentre la seconda classificata avrà 2,5 milioni di euro”.

Dunque, escludendo la quota variabile derivante dal mercato di riferimento delle televisioni, un club partecipante non potrà ricevere più di 9,9 milioni di euro.

In questo momento, per rispondere a chi ci chiedeva quanto avesse realmente incassato il Torino, si può affermare che i granata abbiamo portato a casa i seguenti incassi: 130.000 euro per la partecipazione al primissimo turno di qualificazione (contro il Brommapojkarna) ed altri 140.000 euro per aver superato lo Split. A questi si aggiungerà il milione e trecentomila euro per la partecipazione al girone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy