Toro, Falque al Genoa fino al termine del campionato: ma il Grifone lo riscatterà?

Toro, Falque al Genoa fino al termine del campionato: ma il Grifone lo riscatterà?

Calciomercato / Il Genoa potrà esercitare il riscatto, fissato a 8 milioni. Si attendono notizie certe dalla Figc

di Andrea Calderoni

Il campionato si avvicina. Una quindicina di giorni e il Torino tornerà in campo contro il Parma per inaugurare l’ultimo terzo della stagione. Il 30 giugno, però, sarebbe dovuta terminare l’originaria stagione, quella senza il Coronavirus. Proprio a fine giugno i contratti sarebbero dovuti scadere, così come i prestiti annuali con conseguente pagamento o meno del riscatto. È obbligatorio utilizzare ancora il condizionale, perché non si sa come la Federazione modificherà il regolamento a riguardo. Si andrà certamente nella direzione del prolungamento dei contratti in scadenza e dei prestiti su base annuale con conseguente slittamento degli eventuali pagamenti dei riscatti, ma i dettagli Gabriele Gravina e il suo staff dovranno renderli ufficiali nei prossimi giorni. Urgono, tuttavia, delle decisioni certe considerata l’imminente ripresa. Il discorso serve per introdurre un tema tanto caro sotto la Mole, quello inerente Iago Falque.

PRESTITO SOTTO LA LANTERNA – L’attaccante spagnolo è tornato a gennaio in prestito al Genoa e il Grifone potrà esercitare il riscatto per una cifra di 8 milioni al termine della stagione. Come evidenziato nella premessa, il nuovo regolamento che la Figc stilerà farà concludere il campionato a Falque nella città portuale e quindi a distanza sfiderà il Torino per rimanere in Serie A (QUI LE SUE DICHIARAZIONI). Poi, però, rispetto ad un futuro a più larghe vedute non si hanno certezze. In primo luogo perché spetterà al Genoa decidere se riscattare l’attaccante. La scelta è strettamente vincolata ad una serie di fattori, primo fra tutti la permanenza o meno dei rossoblù nella massima serie e poi dal rendimento di Falque nell’ultimo scorcio della stagione dopo mesi travagliati e complicati, vissuti più in infermeria che nel rettangolo verde.

Toro, le ultime dal Fila: affaticamento muscolare per Meité, ancora a parte Ansaldi

SCONTRO DIRETTO – Falque, perciò, sarà un avversario e non un’arma in più nello sprint finale. È utile ribadirlo considerato che in tanti in queste ore si interrogano sul futuro di chi è in prestito e dovrebbe tornare alla base il 1° luglio oppure essere ceduto definitivamente con il saldo del riscatto. Tra l’altro, il 16 luglio alle 19.30 allo stadio “Grande Torino” ci sarà lo scontro diretto tra granata e Falque. Come detto, il 30enne spagnolo di Vigo ha faticato notevolmente negli ultimi mesi. Appena sette le presenze complessive nella stagione interrotta bruscamente ad inizio marzo, di cui una con la Primavera granata. Con il Genoa soltanto 32 minuti il 23 febbraio contro la Lazio. Starà a lui farsi confermare dal Grifone e capire il suo futuro, che almeno fino al termine del campionato 2019/2020 sarà sotto la Lanterna, in attesa di una parola ufficiale della Figc.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 mese fa

    Aver dato via Iago Falque a gennaio, e per giunta ad una diretta concorrente per la salvezza, è stata un’operazione folle. Abbiamo gli uomini contati e la rosa quantitativamente più scarsa della serie A. Longo dovrà attingere a piene mani dalla Primavera e con le possibili cinque sostituzioni, contro le squadre di alta classifica potrebbe essere una gara al bersaglio, modello Atalanta, contro il nostro povero Toro. Se contro Udinese e Parma non si prendono subito sei punti le cose si metteranno molto male. Sperando che il 16 luglio Iago non sfoderi proprio contro il Toro la partita dell’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. altoro - 1 mese fa

    Durante la scorsa sessione invernale di mercato per la Società TORINO F.C. non è stato assolutamente semplice scaricare in prestito al Genoa Iago Falque, certamente dotato di qualità tecnica se supportato da una adeguata condizione fisica, tuttavia in quel determinato momento ancora convalescente in quanto la stessa lo ha abbandonato ormai da oltre un anno, in questa ottica, effettuando un parallelismo,a questo punto temo che durante la prossima sessione estiva di mercato, presumibilmente a Settembre, risulterà pressoché impossibile “scaricare”, anche soltanto con l’identica formula del prestito con l’opzione del diritto di riscatto, Baselli, il quale, tra due giorni ossia Lunedì 8 Giugno, sarà sottoposto ad intervento chirurgico presso una clinica specializzata di Bologna.
    Il Genoa deciderà se riterrà opportuno riscattare Iago Falque al prezzo fissato di 8 milioni mentre, purtroppo, l’attuale previsione, assolutamente deleteria e dannosa per le casse sociali e per il bilancio della Società TORINO F.c., è quella che la stessa avrà ancora a libro paga per la settima stagione consecutiva l’ingaggio milionario dello “smidollato” Baselli. Che sfiga terribile ! … . Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. christian85 - 1 mese fa

    Fratello Bertu62
    ormai senza leggere il tuo nome riconosco che i post li scrivi tu ahahahah
    comunque dici bene.

    Per quel che mi riguarda, 8 milioni non sono una cifra folle.. ma pur vero che Falque ha gia’ 30 anni; una societa’ per comprare un attaccante come minimo deve garantirgli un contratto di 4 anni.. non so se possa essere il caso di Falque, che comunque in ogni caso ha dichiarato di voler tornare da noi, e questo ovviamente fa’ piacere.

    Se pero’ torna Falque, quasi impossibile allora venga Joao Pedro. In quei ruoli inoltre, abbiamo anche Millico ed Edera.
    Se Joao dovesse venire con la cessione di Zaza, serve a quel punto un vice Belotti.

    Ma ogni anno la rosa e’ sempre incompleta.. l’unico anno in cui il Toro ha avuto la rosa completa e’ stato quello di Bilbao, avevamo almeno 2 sostituti per ruolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bertu62 - 1 mese fa

    Eh, ragazzi, ma il “povero” (???) Gravina non ha mica avuto il tempo per pensare ANCHE a queste cosucce, queste sciocchezzuole, queste QUISQUILIE (Cit. Totò…): in fondo si tratta SOLO dei contratti in scadenza, ecchediamine, Lui si è dovuto occupare di BEN ALTRO, la ripartenza prima di tutto!!!
    RIDICOLI lo erano, PERICOLOSI lo stanno diventando, se ci mettiamo pure l’idea di “riaprire” gli stadi!
    Comunque, la faccenda “Falque-Torino-Genoa” è nei termini ECONOMICI prima che contrattuali: il Genoa tirerà fuori 8 Milioni oppure NO? Sta tutto qui, come sempre, SONO SOLO I SOLDI A COMANDARE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy