Toro, la galleria degli errori arbitrali

Torino – Napoli 0-1 / Ripercorriamo i danni inferti al Toro in stagione dai fischietti italiani

di Redazione Toro News

Giampiero Ventura ieri in zona mista lo ha affermato più volte: “Gli episodi a nostro sfavore ormai non si contano più, mi ero ripromesso di non parlare più di arbitri ma dall’inizio del campionato ad ora siamo stati danneggiati ripetutamente, e ora sono un po’in imbarazzo. Non vedo l’ora che questo campionato finisca”.

In effetti, è innegabile che il Toro abbia ben più di qualcosa da recriminare a proposito degli arbitraggi. Ripercorrendo la stagione in breve, facciamo un piccolo sunto dei principali errori dei fischietti che hanno oggetttivamente sfavorito il Torino.

ATALANTA – TORINO 2-0, arbitro Bergonzi: in una partita stregata per il Toro, il vantaggio atalantino di Stendardo è irregolare: Yepes, in netto fuorigioco, staziona davanti a Padelli e gli ostruisce la visuale. Anche l’azione che porta al raddoppio di Lucchini nasce da un fallo su Cerci non visto dall’arbitro.

TORINO – MILAN 2-2, arbitro Massa: l’azione del rigore del pareggio milanista, per un fallo a dir poco ingenuo di Pasquale su Poli, nasce da una discutibile decisione di Massa: a pochi secondi al triplice fischio, Larrondo si rompe il piede ed è a terra dolorante, la palla esce, ma l’arbitro non consente né ai sanitari di entrare in campo né a Ventura di sostituire il giocatore, lasciando Mexes battere la rimessa laterale seguente in fretta e furia. Sugli sviluppi dell’azione, ecco il rigore procurato da Poli e realizzato da Balotelli.

TORINO – JUVENTUS 0-1, arbitro Mazzoleni: il goal della Juventus è irregolare: Pogba mette dentro una facile ribattuta dopo una traversa colpita da Tevez, ma l’Apache bianconero è in posizione chiaramente irregolare, difficile da non ravvisare poiché si trovava a neanche un metro di distanza dalla linea di porta di Padelli davanti a tutti gli altri difensori dopo una “spizzata” proveniente dal primo palo.

SAMPDORIA – TORINO 2-2, arbitro Gervasoni: la Samp acciuffa il pari all’ultimo respiro su rigore, ma il fallo di Glik su Eder che lo causa a giudizio di Gervasoni è molto discutibile. Decisione che sa molto di compensazione visto il goal ingiustamente annullato alla Sampdoria sul finire del primo tempo.

NAPOLI – TORINO 2-0, arbitro De Marco: le reti del Napoli arrivano entrambe su calcio di rigore. Se il primo a velocità normale poteva ingannare l’arbitro (ma è più Mertens a cercare il contato con Bellomo che il contrario), il secondo è concesso inspiegabilmente per un mani di Glik su conclusione ravvicinata di Fernandez. Ma il capitano granata ha il braccio attaccato al corpo e la palla gli arriva da una distanza di pochi passi.

JUVENTUS – TORINO 1-0, arbitro Rizzoli: il fischietto di Bologna non vede un chiaro rigore su El Kaddouri e non ravvisa un chiaro e volontario fallo di mano di Vidal: per il cileno sarebbe stata doppia ammonizione e conseguente espulsione.

TORINO – SAMPDORIA 0-2, arbitro Damato: Okaka mette dentro il goal del vantaggio doriano, ma quando riceve palla da un filtrante di Gabbiadini è in posizione di fuorigioco, anche se non di molto: a rigor di regolamento, rete irregolare.

TORINO – NAPOLI 0-1, arbitro Doveri:  la rete di Higuain arriva dopo un contatto che nel 90% dei casi viene ritenuto fallo, perché il contatto tra le gambe dei giocatori c’è così come il danno procurato. Glik, inoltre, era in vantaggio e non aveva motivo di simulare perché sarebbe arrivato prima dell’asso argentino sul pallone.

Insomma, sempre badando bene a non cadere in un facile vittimismo e sottolineando che dietro all’ultimo periodo negativo del Toro ci sono soprattutto limiti della squadra di Ventura, è oggettivo che al Toro manca qualche punto in classifica: a fronte di soli due errori a favore (la rete annullata a Pozzi a Genova contro la Samp e il rigore concesso a Cerci contro l’Atalanta in casa) la bilancia pende a sfavore dei granata e per ora non corrisponde alla realtà il famoso detto per cui errori a favore e a sfavore alla fine si compensano…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy