Torino: Moretti gioca anche per il rinnovo del contratto

Focus on / L’esperto centrale mancino dopo un inizio da comparsa si è fatto trovare pronto meritandosi una maglia da titolare. Il suo rinnovo però è un rebus…

di Nicolò Muggianu
Moretti

Trentacinque anni e non sentirli. E’ il caso di Emiliano Moretti, esperto centrale difensivo di piede mancino del Torino, che dopo un “triennio aureo” sotto la gestione-Ventura, con l’inizio del nuovo corso e il passaggio alla difesa a quattro sembrava aver perso il ruolo da attore protagonista e anche lo smalto dei tempi migliori. Durante la prima partita di campionato con Mihajlovic in panchina infatti – il 21 agosto 2016 a San Siro contro il Milan – qualche errore di troppo aveva fatto scivolare il ragazzo nelle gerarchie del tecnico che, da lì in poi, gli avrebbe spesso preferito il brasiliano Castan.

SSC Napoli v FC Torino - Serie A

Come se non bastasse, il contratto in scadenza 30 giugno 2017 aveva aggiunto ulteriori pressioni a Moretti che è riuscito però a rialzarsi nel migliore dei modi facendosi trovare pronto quando chiamato in causa dal tecnico Mihajlovic. Il suo futuro però resta un argomento che prima o poi si dovrà affrontare. Resta ancora da capire infatti quale sarà il destino di Castan e Carlao – al quale da poco è stato fatto firmare un biennale – e quale potrebbe essere il ruolo di Moretti nel Toro del futuro. I rapporti tra giocatore e società sono ottimi – visti anche i lunghi trascorsi – ma certamente il progetto a lungo periodo del Toro non potrà essere fondato su un ragazzo che è ormai alla soglia dei trentasei anni. Nella conferenza stampa pre-Roma, poi il difensore granata aveva mandato più di un messaggio riguardo la sua disponibilità al rinnovo: “Il mio obiettivo è sempre quello di essere utile, dentro al campo come fuori dal campo. E dare il 100% ogni volta che sono chiamato in causa, dando una mano alla squadra. Questo è quello che intendo fare finchè me ne sarà data la possibilità”. 

Moretti

Nella stessa occasione anche Mihajlovic aveva speso per lui parole al miele“E’ un ragazzo intelligente, corretto, sa quello che può dare e lo dà sempre. E quando parla, dice cose giuste. Si è sempre comportato da esempio, sia quando giocava che quando non giocava. E’ uno di quei giocatori che tutti gli allenatori vorrebbero avere“. I presupposti per un rinnovo del contratto sembrano dunque poterci essere: c’è la considerazione dell’allenatore, che fino a prova contraria sarà Mihajlovic anche l’anno prossimo, c’è la stima della società e c’è la disponibilità del giocatore. Rimane solo da capire quale potrebbe essere il ruolo di Moretti nel Toro che verrà, anche considerando il fattore della limitazione della rosa a 25 giocatori. A questo proposito l’ipotesi più coerente – e certamente sarebbe un giusto premio al rendimento e alla professionalità del giocatore – potrebbe essere quella di rinnovare il contratto del ragazzo di un anno decidendo man mano il suo futuro in base all’apporto dato alla squadra.

Derby

Non solo esempio per i compagni fuori dal campo, Moretti ha dimostrato di poter essere ancora un giocatore utile alla causa offrendo prestazioni solide e di livello. Con l’inizio della primavera, arriverà il momento per discutere il rinnovo di un uomo che oltre ad una grande correttezza, umiltà e disponibilità ha dimostrato di poter dire ancora la sua sul terreno di gioco. A questo proposito il rinnovo sembrerebbe meritato e la giusta conseguenza di una stagione, fin qui, sopra le aspettative.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pimpa - 4 anni fa

    Giusto.
    Ma un altro anno con Mihajlovic, vi prego, vi scongiuro, no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. echoes - 4 anni fa

    Merita sicuramente la conferma!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy