Toro, nuovo tampone per Sanabria. Ma il Cagliari resta comunque un miraggio

Focus on / Il centravanti non mette piede su un campo da calcio da più di tre settimane e non si è mai allenato con i nuovi compagni

di Alberto Giulini, @albigiulini

Continua a vivere una situazione di stallo Antonio Sanabria, rinforzo del mercato invernale su cui Nicola non ha ancora potuto contare. Il centravanti paraguayano è risultato infatti positivo al Covid al momento del suo approdo a Torino e non si è ancora potuto aggregare ai nuovi compagni. Nella giornata di oggi per l’ex Genoa è in programma un nuovo tampone che, se negativo, consentirebbe di avvicinare il momento del rientro.

IL RECUPERO – Anche in caso di tampone negativo, resta comunque in fortissimo dubbio un’eventuale presenza nelle trasferta in programma venerdì sera a Cagliari. Sanabria dovrebbe prima di tutto sottoporsi agli accertamenti medici necessari per tutti i giocatori che hanno contratto il Covid. A quel punto, con la possibilità di riprendere gli allenamenti (con i nuovi compagni ancora da conoscere), il paraguayano dovrebbe ritrovare una condizione fisica che non può essere delle migliori.

MILAN, ITALY – DECEMBER 21: Antonio Sanabria of Genoa CFC evades challenge from Alessandro Bastoni of FC Internazionale during the Serie A match between FC Internazionale and Genoa CFC at Stadio Giuseppe Meazza on December 21, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Chris Ricco/Getty Images)

LUNGO STOP – L’ex Genoa è infatti fermo dal 26 gennaio, quando scese in campo in Copa del Rey con la maglia del Betis. Il giorno seguente sbarco quindi in Italia ed il 31 il Toro annunciò il suo acquisto e la contestuale positività al Covid-19. E così Sanabria, chiuso in hotel da inizio mese, non mette piede su un campo da calcio ormai da più di tre settimane. La sua assenza è sicuramente importante per Nicola, che ha perso un potenziale titolare nel reparto avanzato, ma i tempi per il rientro non possono essere brevissimi. Inevitabilmente, andrà preventivato un fisiologico periodo di lavoro per recuperare la condizione. Sanabria, verosimilmente, potrebbe dover spostare il mirino su Torino-Sassuolo, in programma venerdì 26 febbraio. 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bischero - 2 settimane fa

    Fosse arrivato ai primi di gennaio sarebbe già parte integrante della squadra. È 20 giorni che é qua. Non ha ancora fatto 1 allenamento con i nuovi compagni.il tempo di ambientarsi e il campionato é già belle che finito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio19 - 2 settimane fa

    Verissimo lo fanno tamponare da Lotito, gioca subito e da qui alla fine fa sue gol a partita, per cui salvezza assicurata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Angelo - 2 settimane fa

    Non dicevo questo,intendevo dire che sarà insufficiente per evitare la b.
    io ho perso ogni speranza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

      Tranquillo, ci salviamo. Purtroppo non da Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MAgo - 2 settimane fa

    La soluzione è semplicissima : si chiama lotito (volutamente minuscolo) ed il ragazzo può giocare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fabio19 - 2 settimane fa

    Dici che sia più scarso della papaya?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Angelo - 2 settimane fa

    Non avere fretta fabio,perla serie b è a tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fabio19 - 2 settimane fa

    Stranezze della vita, Sanabria è da un mese positivo ai controlli, neppure la papaya o la Coca Cola, sono riusciti ad esserlo così a lungo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy