Toro, undici punti in undici partite: mai così pochi dal 2013-2014 con Cerci e Immobile

Toro, undici punti in undici partite: mai così pochi dal 2013-2014 con Cerci e Immobile

Il confronto / Granata mai partiti così male da sei anni a questa parte. Ma quella stagione si concluse bene per i granata

di Alberto Giulini, @albigiulini

Undici punti in undici giornate: non è un buon ritmo quello che ha caratterizzato il Toro in questo avvio di stagione. Media di un punto a gara per i granata, che avevano iniziato il campionato nel migliore dei modi. Già, perché la squadra di Mazzarri era a punteggio pieno dopo le partite contro Sassuolo ed Atalanta, poi c’è stato un crollo a partire dalla gara contro il Lecce.

IL DECLINO – Un lento declino per i granata, che da quel momento hanno trovato i tre punti solamente contro il Milan. Per il resto due pareggi (Napoli e Cagliari) e cinque sconfitte contro Lecce, Sampdoria, Udinese, Lazio e Juventus. E così, dopo undici giornate, i punti in classifica sono appena undici. Addirittura sei in meno rispetto ad un anno fa, quando il Toro occupava la parte sinistra della classifica con 17 punti.

QUEL PRECEDENTE – Per trovare un Toro con solo undici punti in altrettante partite bisogna tornare al 2013-2014, quando sulla panchina granata sedeva Giampiero Ventura. Quella squadra faticò inizialmente ad ingranare, ma disputò un grandissimo girone di ritorno con Cerci ed Immobile grandi protagonisti, chiudendo la stagione al settimo posto. Un precedente che può far ben sperare i granata: urge cambiare rotta al più presto, ma non c’è ancora niente di compromesso.

DI SEGUITO I PUNTI ALL’UNDICESIMA GIORNATA NELLE ULTIME STAGIONI

2018-2019: 17 punti (Mazzarri)
2017-2018: 16 punti (Mihajlovic)
2016-2017: 16 punti (Mihajlovic)
2015-2016: 15 punti (Ventura)
2014-2015: 12 punti (Ventura)
2013-2014: 11 punti (Ventura)

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. toroxsempre67 - 11 mesi fa

    Tranquilli siamo in crescita , prossimo obbiettivo preliminari Europa league entro il 2073

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 11 mesi fa

      Tu vuoi fallire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leoj - 11 mesi fa

    !1 punti in 11 partite sono l’equilibrio perfetto per uno la cui massima ambizione è solo il pareggio. Lo dicono i numeri, il confronto spietato e imbarazzante tra tiri fatti e subiti in praticamente ogni singola partita della sua penosa gestione.
    Il problema è che il quota 100 mazzarri mette il milione e seicentomila euro che lo aspetta fino a fine contratto prima della sua dignità, e del resto, Cairo, che di milioni con questo ne ha già sprecati anche per accontentarlo, fatica a immaginarselo in barca con i suoi soldi dovendo anche pagarne un altro.
    Cosi siamo in questa palude squallida, un braccio di ferro tutto economico tra due che amano i soldi più della loro stessa faccia.
    A pensarci però, entrambi speculano solo sui tifosi del toro, senza i quali il toro sarebbe la mazzarrese o la cairese dall’oggi al domani.
    Scegliere di non destinare nemmeno più un euro a questi profittatori fino a nuovo ordine , è il contributo più efficace che ci resta oltre al diritto al mugugno già pagato con abbonamenti e acquisti vari.
    Ora tocca a Noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. leoj - 11 mesi fa

    e’ l’equilibrio perfetto per un allenatore che bene che vada punta al pareggio, il numero di tiri a partita che è sempre al massimo un sesto delle parate determinanti di Sirigu spiega tutto.
    Ci sarebbe ancora il tempo per recuperare ma ogni giorno che passa è un giorno perso per cominciare a costruire una squadra che abbia un minimo di gioco e idee, e che riesca a fare più di due tiri stentati a partita.
    Ovviamente Mazzarri è uno per cui la dignità vale meno della prospettiva di raccattare ancora il milione e seicento mila euro che lo aspetta fino a fine contratto e alla fine della sua esageratamente sopravvalutata carriera, e del resto Cairo non vuole tirare fuori 1,6 milioni per un pensionato fallito che ha già accontentato abbastanza per immaginarselo in barca con i suoi soldi.
    E quindi eccoci impantanati in questa squallida manfrina, che finirà solo per togliere valore ai giocatori buoni e appeal a una società che farà sempre più fatica a richiamare gente di valore.
    Un’ aiuto alla cura cura potrebbe essere che noi ci rifiutassimo di tirare fuori anche solo un euro fino a nuovo ordine, giusto per toccare nel vivo i sentimenti più puri del padrone e vedere se si ricorda chi comanda veramente. senza tifosi, il toro è meno della cairese.
    Ora tocca a noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dani_5755800 - 11 mesi fa

    Grandi Cerci e immobile… 40 gol in due

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. suoladicane - 11 mesi fa

    il tempo di recuperare e fare un discreto campionato c’è ancora tutto
    a patto di cambiare la guida tecnica
    ormai lo staff ha dimostrato che più di così non è in grado di fare, urge cambiare, come dico in un altro post la rosa si sta svalutando e il pres farebbe bene anche solo per quello, a licenziare testadighisa ed i suoi
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. suoladicane - 11 mesi fa

    ecco il meno messo a cazzo, forse pensi che i punti siano tanti…
    un vero genio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gianni panchieri - 11 mesi fa

    I punti sono pochi.Speriamp in bene.Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy