ToroPreview, calciomercato chiuso: “Dove può arrivare questo Torino?”

Istruzioni per l’uso / Una domanda molto particolare a tre dei nostri giornalisti, che ci dicono la loro sul mercato del Torino e sulle potenzialità della squadra di quest’anno

di Redazione Toro News

Una domanda, tre pareri in merito. I nostri pareri, a volte concordi e a volte discordanti tra di loro. Torna ToroPreview, eccezionalmente per un’edizione dedicata alla sessione di mercato appena conclusa: tre dei nostri giornalisti risponderanno alla domanda posta della redazione, dicendo la loro sulle potenzialità della squadra di Giampaolo in vista del proseguo del campionato di Serie A. Opinioni personali a volte agli antipodi, per cercare di dare una visione più completa possibile al lettore sull’argomento trattato. Questa settimana, dall’altra parte del microfono ecco i nostri Silvio Luciani, Andrea Calderoni e Roberto Ugliono.

Si è ufficialmente chiusa la sessione estiva di calciomercato. In virtù degli acquisti e delle cessioni effettuate dal club, dove pensate possa arrivare la squadra di Marco Giampaolo nell’attuale campionato di Serie A?

Calderoni – L’obiettivo dopo la seduta di calciomercato è chiarissimo: il Torino punta alla salvezza. Una salvezza da raggiungere con meno affanni rispetto alla scorsa stagione. Non credo, francamente, che i granata possano ambire a molto di più. L’arrivo di Marco Giampaolo faceva pensare ad una rivoluzione sostanziale della squadra. In realtà non è stato così. L’avvio del calciomercato aveva probabilmente un po’ illuso, il prosieguo invece è stato in linea con le ultime sedute di trattative del Torino. Attese estenuanti e poi colpi piazzati sul gong, da testare ma promettenti. Non prendere un regista, a mio giudizio, resta una pecca enorme. Al Torino manca sempre il classico centesimo per fare l’euro. E poi spingersi sempre all’ultima curva per chiudere mille trattative è controproducente per i giovani: l’anno scorso è rimasto senza giocare 6 mesi De Angelis, quest’anno lo farà Ferigra. Sarà, inoltre, interessante vedere come verranno reintegrati quei giocatori che avevano già le valige pronte da settimane, tipo Lyanco o Izzo. Se dovessero essere recuperati a pieno, soprattutto dal punto di vista mentale, sarebbero dei colpi importanti per il club e per Giampaolo. Virtuose, infine, sono state le operazioni Berenguer e Aina. Dunque, si prospetta una stagione contraddistinta da grigio, ma speriamo possano esserci sprazzi di luce grazie alle idee di calcio di Giampaolo.

De Rito – Sulla carta la squadra è rimasta molto simile a quella della scorsa stagione, che ha ottenuto la salvezza nella 36^ giornata di campionato. Ai nastri di partenza è difficile immaginare più di una tranquilla salvezza. Dal calciomercato ci si aspettava qualche cambiamento in più, in particolare in reparti nevralgici, come il centrocampo dove non è arrivato il tanto sperato regista. Marco Giampaolo deve avere tempo e modo di mettere la mano sulla squadra, che in ogni caso due stagioni fa ha centrato la qualificazione in Europa League, e sarà un lavoro non solo tattico ma anche mentale. Nell’ultimo campionato sono apparsi evidenti problemi motivazionali a cui bisogna mettere una pezza il prima possibile affinché non si riviva il film del Torino 2019-20. C’è molto interesse per i due giovani arrivati nell’ultima giornata di mercato (Bonazzoli e Gojak), si parla molto bene di loro ma la dimostrazione la dovranno dare in campo. I pilastri restano sempre Salvatore Sirigu e Andrea Belotti, giocatori superiori non sono stati acquistati. La stagione granata non è partita nei migliori dei modi, adesso tocca all’allenatore cercare di raddrizzare il tiro e far rinascere una squadra che porta ancora i segni delle delusioni passate.

Ugliono – Considerando che al Torino servirà tempo per saper applicare al meglio le idee di Giampaolo e che il tecnico non ha disposizione una squadra con le peculiarità delle sue squadre, escluderei da subito la possibilità di lottare per posizioni europee. Il dubbio piuttosto è se i granata riusciranno quanto meno ad arrivare a metà classifica, cosa che secondo me non è impossibile, ma molto complicato. Probabile che comunque la squadra lotterà per non retrocedere. La speranza è che il discorso salvezza possa essere chiuso quanto prima possibile. Non lo troverei comunque negativo, a patto che la società abbia in testa un progetto pluriennale con Giampaolo e che quindi questa stagione – probabilmente di sofferenza – serva a gettare le basi per un’annata futura per puntare all’Europa. Le difficoltà legate al mercato al tempo del Covid possono influenzare un campionato, ma non due. Quindi passi questo calciomercato sicuramente non esaltanti, ma che quanto meno sia servito a creare un’identità. Dal prossimo servirà più talento e più qualità. Altrimenti inutile cercare un allenatore come Giampaolo, maestro del bel gioco e tecnico molto studiato tra i suoi colleghi proprio per le idee propositive di un calcio che sa divertire. Ultimo aspetto. Le squadre del nuovo tecnico granata hanno spesso divertito. L’augurio è che, nelle difficoltà, anche questo Toro possa divertire. Di calcio spumeggiante se n’è visto poco negli ultimi anni e sarebbe una novità gradita, che potrebbe ridare entusiasmo a una piazza che già in partenza sembra dover buttare giù un bel rospo: anche quest’anno proviamo ad andare in Europa la prossima stagione. Detto ciò, spero di essere presto smentito e di vedere il prima possibile un Torino competitivo e divertente.

41 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. byfolko - 3 settimane fa

    Beh le aspettative sono senz’altro alte, il quarto posto sarebbe deludente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fra_grant_3447307 - 3 settimane fa

    Scudetto, Champions, europa league, intercontinentale, supercoppa europea, copa sudamericana, copa libertadores, mondiale, europeo, coppa del pianeta vegeta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 3 settimane fa

    un piede in B c’e’ gia’. certo che ci siamo trovati dal parlare di coppa uefa e 1-2 posti a discutere se crotone e spezia sono piu’deboli cosi’ ci possiamo salvare.
    che traguardi! grazie Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luigi65 - 3 settimane fa

    dove può arrivare non lo so…dubito che possa piazzarsi sulla parte sx della classifica a fine campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granata69 - 4 settimane fa

    Certo che affermare che la rosa non sia stata sistemata è ridicolo. Avevamo tre problemi principali. Terzini , regista, spalla di Belotti.
    Aina (problema enorme) è stato prestato e è arrivato Rodriguez, non un fenomeno, ma buon giocatore, a costo ottimo. Murru ha fatto una sola partita( contro l’atalanta in condizione ottima), è una riserva, aspetterei a linciarlo. A destra c’è Voyvoda che sembra discreto, con riserve Izzo ( terzino destro anche in nazionale) e Singo.
    Come regista era chiaro che si puntava Torreiea, sperando fino all’ultimo ,come spesso successo, che la squadra inglese lo prestasse e contribuisse all’ingaggio. In tempi magri di covid anche gli inglesi sono in difficoltà e necessitavano di incassare(poi è finito a Madrid in prestito). A questo punto evidentemente l’allenatore piuttosto che una scommessa come Vera ha preferito puntare su un leader dello spogliatoio e giocatore d’esperienza come Rincon. Questo perché mancavano valide alternative. Vedremo, sono scettico come tutti voi. Poi è stato preso Linetty, secondo me dandogli un ingaggio spropositato, comunque un giocatore solido e affidabile. Spero Meite abbia giocato titolare le prime due nella speranza che qualcuno lo prendesse. Si regala un uomo ogni partita. Mi aspetto Lukic titolare e Segre come prima alternativa. Aspettando Baselli, che ci si accorge quando non c’è della sua importanza. Sicuramente sono due anni che non è all’altezza del suo valore.
    Davanti è stato preso Bonazzoli, che un partner come il Gallo non lo ha mai avuto. Vediamo se riuscirà a contribuire con 7/8 gol, sarebbe già ottimo.
    E poi c’è Gojak che sembra molto promettente, giovane,ma con molta esperienza internazionale tra nazionale e coppe europee.
    Quindi la rosa è stata indubbiamente equilibrata , niente di eccezionale, ma le lacune sono state colmare.
    Adesso speriamo solo l’allenatore non sia troppo ottuso e che l’esperienza al Milan gli abbia insegnato qualcosa, ovvero che a farti vincere le partite sono i giocatori e poi gli schemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fra_grant_3447307 - 3 settimane fa

      Si, siamo fortissimi, vinciamo anche lo scudetto del bilancio… Ma per favore dai

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. farnaud_10560030 - 4 settimane fa

    Non era troppo difficile mettere sul piatto i 9 milioni sull’unghia che servivano per portare a casa Fausto Vera o qualunque altro giovane dall’estero con evidente vocazione a giostrare da regista (non come Lukic e diversi altri che furono presentati come registi e poi non lo erano affatto). Era sufficiente non acquistare Linetty, mezzala certo più forte di tutte le 4 mezzeali in organico (Baselli, Meité, Lukic e Segre), ma non abbastanza superiore da cambiare le sorti della squadra. Poi non serviva il terzino dx, e quello che hanno preso, cbe si è già capito che farà la riserva, l’hanno strapagato (5,5 mln: campoma i dadi? L’Atalanta si è ritirata dalla corsa a Voivoda). Bremer è davvero forte ed è troppo basso per fare lo stopper a due (a tre è diverso): Singo dietro di lui dà le massime garanzie sull’out destro. Quindi sarebbe servito un centrale alto e grosso, non Chancellor e non Ceppitelli per cortesia, per Andersen i soldi per il prestito annuale ci sarebbero stati. Accantonato l’acquisto di Fausto Vera, il resto delle operazioni, neanche disprezzabili, perdono il loro valore: la squadra non fa quel salto di qualità che un giovane regista avrebbe garantito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata69 - 4 settimane fa

      Tu vivi in un mondo a parte, sono assurde praticamente tutte le considerazioni che hai fatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pedro - 4 settimane fa

    In serie B , lega rispetto alla quale la cairese (senza cairo) é adeguata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 4 settimane fa

      così la penso anch’io
      e comunque finché ci sarà l’ometto al comando saremo sempre allo sbando

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. iugen - 4 settimane fa

    11/12esimo posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. byfolko - 4 settimane fa

    Come sempre ci salverà il campionato a 19 squadre, per la legge dei grandi numeri, quella cui fa fede cairo, 3 squadre più scarse si trovano sempre. Almeno cosi’ la pensa lui, che di calcio ne sa…Di sicuro non il Benevento, quindi farei parecchia attenzione perchè a sto giro rimangono solo Crotone e Spezia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GrilloParlante - 4 settimane fa

    Agevolmente in B. Cairo vendi, nun ja fai più!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Cuore granata 69 - 4 settimane fa

    Parto dal presupposto che ci sono almeno 9/10 squadre vhe sono superiori..Atalanta,le 2 milanesi,le 2 romane,ilnapoli,i gobbi di m…,,il.sassuolo, la viola,..ppi ci sono squadre teoricamente alla portata ma che hanno cambiato poco e hanno già un gioco rodato quindi avvantaggiati…ma il Toro per prima cosa deve ritrovare lo spirito che lo ha sempre contraddistinto, al di la di moduli, maestri, schemi, giocatori..il Toro deve correre, lottare, come fanno le neopromosse se vuole sopperire alle lacune tecniche…invece a parte Brlotti( ecco ci vorrebbero 10 con lo spirito ddl capitano e Sirigu in porta) vedo gente che coricchia, altri che camminano, altri demotivati..durano 50 min poi non ne hanno più..prima cosa bisogna ritrovare lo spirito granata..se viene col gioco meglio se no al momento mi accontento di veder lottare su ogni pallone..se no è durissima..se va bene puoi arrivare in altro a destra se va male e camminano si lotta per salvarsi …purtroppo dopo lo scorso anno bisogna reagire…ma per il momento non sono molto fiducioso perché per me molti di questa rosa non hanno capito che serve di più per 95 min non per 45…seguano l’esempio del capitano se no sarà l’ennesimo anno mediocre…non voglio parlare della societa’ perché Cairo per me il suo ciclo lo ha finito da tempo e mi fermo. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. fabio.tesei6_13657766 - 4 settimane fa

    Speriamo che i nuovi arrivi vengano subito utilizzati e non aspettare che il MAESTRO li catechizzi con i suoi schemi fantascientifici che capisce solo lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      Grandi schemi, palla indietro al portiere, interi tempi senza sorpassare la metà campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Emilianozapata - 4 settimane fa

    Eccheppalle! Ma se sapete tutto prima, perché siete granata? Perché seguite il calcio? Un po’ di speranza no eh? Pensare sempre male porta sfiga, ragazzi. Salvezza, salvezza risicata, salvezza tranquilla… Siete stucchevoli. E portasfiga. Io amo il Toro: pensate che abbia fatto calcoli quando a s! 5 anni ho detto a mio padre che preferivo il granata a qualsiasi altro colore, striscia o non colore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Stucchevoli e portasfiga, ottimo. Secondo me addossare la mancata crescita di questa società per 15 anni alla sfiga, ai tifosi agli arbitri alla pioggia è uno dei motivi per cui non cresciamo. E denota anche una certa carenza di…. diciamo realismo? Comunque forza Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. grup_8223689 - 4 settimane fa

    Considerando che in pre-season abbiamo collezionato figuracce con squadre di lega Pro…e che abbiamo tagliato il trequartista titolare delle prime due partite….direi speriamo di trovarne tre peggio di noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Messere Granata - 4 settimane fa

    Il “trionfo” delle banalità. Ora si capisce meglio il basso livello del “giornalettismo” di Toro News. Analisi da Bar Sport condite da una “prosa” puerile. Il Torino attuale, per “gente” così, è anche troppo. Penna e calamaio? Vanga e trattore. E attenti a non sudare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bloodyhell - 4 settimane fa

      ci sono i tuoi commenti a risollevare tutto. si nota la tua convinzione di essere ironico e arguto. te lo avranno detto, e tu ci hai creduto. mi chiedo che gusto provi ad essere sgradevole con chi cerca di fare un lavoro, specie se sono giovani. non ti piace toronews?cambia sito, e smettila di rompere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Messere Granata - 4 settimane fa

        Sei il perfetto “prototipo” della mediocrità che questo “giornalismo” ha voluto creare. Anche nella maleducazione. Ho avuto la fortuna di crescere leggendo, in ambito sportivo e non solo, gli scritti di Gianni Brera, Giovanni Arpino, Candido Cannavò, Gianpaolo Ormezzano e molti altri. Evidentemente sei giovane e frequenti e condividi i presunti “talenti” di oggi. Lasciami alle mie nostalgie letterarie e sportive. Sopportami. Ma stai tranquillo e non ti preoccupare. Il futuro, purtroppo, sarà tuo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gallochecanta - 4 settimane fa

          Sei il perfetto prototipo del cretino.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Messere Granata - 4 settimane fa

            Maleducato.

            Mi piace Non mi piace
        2. bloodyhell - 4 settimane fa

          puoi avere tutte le nostalgie letterarie che vuoi, ma non puoi mancare di rispetto a dei ragazzi che cercano di fare il proprio lavoro. che abbiano talento o meno. puoi naturalmente criticare le loro argomentazioni e il loro modo di esporle, ma non c’era nessun bisogno di offenderli. che alla tua età, che affermi essere avanzata, ancora tu non abbia capito questo è triste. probabilmente sarò mediocre, ma almeno mi hanno insegnato a rispettare il lavoro altrui. ripeto, se non ti piace Tn non leggerlo. comprati repubblica o il corriere della sera. il tuo post è stato indecente,e non so se il futuro sarà mio, ma sicuramente ad interessarmi non è il tuo passato. Dai giornalisti autorevoli da te citati non hai appreso niente, loro non si sarebbero mai espressi come hai fatto tu. men che mai con dei giovani lavoratori. Commenta il calcio, se ce la fai, e lascia agli aldo grasso di turno la critica censoria.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Messere Granata - 4 settimane fa

            Ho appreso che i giornalisti di allora sapevano scrivere. Quelli di oggi no. Non c’è nulla di offensivo. Tranne che per quelli che son convinti di saperlo fare. Adesso vengono chiamati “giovani lavoratori”. Una volta sarebbero stati definiti dei mediocri pennivendoli. Non te la prendere. Abbiamo radici diverse e le tue sono più coerenti con i tempi attuali. Sono io che non faccio più parte di questa “attualità” che non mi appartiene. E meno male.

            Mi piace Non mi piace
          2. bloodyhell - 4 settimane fa

            non me la sto prendendo per niente, e tu delle mie radici non sai nulla. continui ad offendere i giornalisti di Tn apostrofandoli come pennivendoli. bene: questo è il tuo stile. il mio è quello di considerarli dei ragazzi che si impegnano, e consentono a noi tifosi granata di parlare di questioni che ci stanno a cuore.

            Mi piace Non mi piace
  16. fpollice6_13658523 - 4 settimane fa

    In B CON GENOA e PARMA
    Scusate l’ottimismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. martin76 - 4 settimane fa

      Non sono per nulla ottimista neanch’io ma anche Crotone e Spezia non mi sembrano delle corazzate. Diciamo che ci giocheremo la salvezza, qualche squadra più scarsa di noi sulla carta dovrebbe esserci. Certo che come riesce a demolire l’entusiasmo il nostro presidentissimo, un vero fuoriclasse in questa difficile disciplina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Guevara2019 - 4 settimane fa

    Difficile fare previsioni certe,chi è ottimista intravede un campionato tranquillo,al contrario la maggioranza vede la lotta per non retrocedere.

    Ne riparleremo tra alcune giornate,su come il gioco avrà una sua evoluzione,e qui il mister avrà responsabilità e anche giustificazioni sulle mancanze in rosa,e soprattutto quale sarà la classifica tra novembre e dicembre.

    Non ha senso avere una paccata di difensori e un solo uomo per giunta fuori ruolo nel fare avviare il gioco dalle retrovie.

    Un’altra scommessa? Il Gallo e Bonazzoli saranno finalmente una buona coppia d’attacco ben assortita?

    Troppi interrogativi,siamo assolutamente ancora nella nebbia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      A fine dicembre se avremo meno di 20 punti, sapremo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 4 settimane fa

        Mi auguro nella parte superiore dx, sarebbe un buon risultato!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Nero77 - 4 settimane fa

    Con un allenatore strampalato che oltre il decimo posto non è mai arrivato ed una rosa non congeniale al suo gioco,cos aspettarsi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. granatadellabassa - 4 settimane fa

    Molti movimenti ma squadra da 10/12-esimo posto al massimo. Il vero obiettivo deve essere quello di intravedere il famoso gioco di Giampaolo, di vedere una base da migliorare nel tempo. Si parla giustamente dei nuovi acquisti ma il vero lavoro il mister lo dovrà fare sui vecchi: recuperarli mentalmente e inserirli nel nuovo contesto tattico. Riusciremo a vedere Verdi e Zaza sui loro livelli? Meitè e Lukic faranno il salto di qualità? Lyanco e Millico faranno il muso tutto l’anno o lavoreranno sodo per conquistare una maglia da titolare?
    Sono queste le vere scommesse, non tanto i nuovi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Certo se faranno tutti insieme il salto di qualità magari si lotterà per arrivare sesti. Ma realisticamente è possibile? Sono 15 anni che aspettiamo il salto di qualità di questa squadra, ma il primo a non volerla è il presidente, altrimenti avrebbe preso anche solo 2 pedine ma di livello assoluto. Così si cresce , con i trascinati, gente di livello. La scommessa può andarti bene, ma 4 scommesse…..mmmmmm. Essere realisti invece fa crescere basta voler vedere gli errori e risolverli. Non serve comprare 5 giocatori a 8 milioni per essere a posto nei ruoli , con 45 milioni prendi torreira e praet e fai un ossatura, e crei certezze.il resto fa seguito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-15014553 - 4 settimane fa

    Speriamo di salvarci tranquillamente …ma più di quello nn credo proprio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Paul67 - 4 settimane fa

    GP nn mangia il panettone.
    La rosa nn é da retrocessione, la società sì, la società sono le fondamenta I giocatori e tecnico contano meno.
    Alla cairesefc invece si vuol far passare l’idea che se hai una buona squadra si hanno i risultati. Nel calcio attuale invece nn basta più, devi avere una società solida, organizzata, con idee chiare su ciò che si vuole fare e dove si vuole arrivare, ci vogliono dirigenti che oltre ad essere competenti facciano scelte dove il calcio viene prima di tutto e nn degli yes man tipo Comi, Vagnati, Bava….. É il male nn solo nostro ma di tutto il calcio italico, infatti a livello europeo ed internazionale abbiamo perso tantissimo.
    Manca un regista? Si è vero, ma nn solo, manca una società, nn è possibile che una societa/impresa che muove più di 100 milioni annui sia gestita come una ditta artigiana, o la fabbrichetta di famiglia.
    Nn manca solo il regista, manca soprattutto una società che faccia calcio, questo nn è il TORO, é la cairesefc.
    Chi vuole capire…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. filippo67 - 4 settimane fa

    Io invece voglio andare contro corrente ed essere ottimista!Secondo me faremo un buon campionato,a patto di lanciare anche Segre.Dentro Bonazzoli e fuori Zaza.Questo Gojak lo conosco poco,ma sembra dotato di buona tecnica e gran tiro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. ddavide69 - 4 settimane fa

    Alla salvezza. Obiettivo minimo , ma visto come siamo messi anche massimo. Ogni posizione migliore al quindicesimo posto mi stupirebbe molto. Detto questo , Torreira o uno forte in quella posizione andava preso ad ogni costo. Anche 25 milioni e 3 milioni di stipendio , ma andava preso. Piuttosto si potevano evitare doppioni e trilioni di ruoli nonnecessari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Mimmo75 - 4 settimane fa

    Per me faremo un campionato anonimo. La salvezza non sarà un problema ma oltre il decimo posto difficilmente arriveremo, se tutto andrà bene. Il fatto di non avere allo stadio la peggior tifoseria d’Italia aiuterà tantissimo e probabilmente sarà il fattore decisivo per evitare l’esonero di Giampaolo e dargli il tempo che altrimenti non avrebbe assolutamente avuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      Beh la peggiore no. Al Milan lo odiano e l’ha mandato affanculo tutto ll stadio, A Brescia è scappato perchè lo volevano menare, insomma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy