Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

PREPARTITA

ToroPreview, verso Napoli-Torino: “Decisivo il duello Bremer-Osimhen?”

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - SEPTEMBER 17: Gleison Bremer of Torino FC competes for the ball with Gianluca Scamacca of US Sassuolo during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on September 17, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Ogni settimana alcune domande sul prossimo match a tre dei nostri giornalisti, che ci dicono la loro sul momento del Toro

Redazione Toro News

Quattro domande, tre pareri in merito. Le nostre opinioni, a volte concordi e a volte discordanti tra di loro. Ecco ToroPreview: prima della partita, tre dei nostri giornalisti risponderanno alle domande della redazione, dicendo la loro sull’impegno che attende la squadra e in generale sul momento dei granata. Opinioni personali a volte agli antipodi, per cercare di dare una visione più completa possibile al lettore sull’argomento trattato. Questa settimana, dall’altra parte del microfono ecco i nostri Silvio Luciani, Andrea Calderoni e Luca Sardo.

Si torna in campo dopo la sosta sul campo del Napoli capolista a punteggio pieno. Che partita vi aspettate?

Luciani - Scoppiettante, con due squadre che si affronteranno a viso aperto combattendo in tutte le zone del campo. Sarà difficile prevalere nei duelli, ma mi aspetto qualche sorpresa da Juric, nonostante le defezioni.

Calderoni - Difficile sotto tanti punti di vista. Nel Torino ci sono parecchie incognite soprattutto dalla cintola in su. Sono curioso di vedere la tenuta della mediana granata: sarà un crash test importante dopo i tanti complimenti delle ultime settimane. 

Sardo - Al momento il Napoli è la squadra più in forma del campionato e per il Toro di Juric non sarà affatto facile. Mi aspetto di vedere un Torino pronto a lottare su ogni pallone: nelle ultime partite i granata hanno sempre fatto buone prestazioni, ora servirebbe portare a casa un risultato positivo. 

Belotti e Zaza sono rientrati in gruppo da pochi giorni, Sanabria è arrivato a Torino soltanto ieri. Chi scegliereste come centravanti al Maradona?

Luciani - Punterei ancora su Sanabria. Belotti è fondamentale e proprio per questo non lo lancerei dal primo minuto per dargli il tempo di tornare in condizione, Zaza invece è un'incognita. Per questo sceglierei Sanabria, con Belotti pronto a dargli il cambio in caso di necessità.

Calderoni - Io darei spazio ad Andrea Belotti. Sono personalmente curioso di rivederlo in campo, anche se ci vorrà tempo per vederlo in condizione, come ha precisato Juric. A mio modo di vedere Tonny Sanabria necessita di un po' di riposo. Tra l'altro, è reduce da una decina di giorni non semplici con il suo Paraguay e nell'ultima partita disputata ha anche sbagliato un rigore abbastanza pesante. 

Sardo - Nonostante Sanabria arrivi da un periodo in cui è stato onnipresente in campo (a causa degli infortuni dei suoi compagni di reparto), con il Napoli punterei ancora su di lui dal primo minuto. E' chiaro che i recuperi di Zaza e Belotti siano un'ottima notizia per Juric che potrà ruotare i suoi attaccanti nelle prossime gare: il Gallo può essere una soluzione a partita in corso.

 FLORENCE, ITALY - AUGUST 28: Andrea Belotti of Torino FC reacts during the Serie A match between ACF Fiorentina and Torino FC at Stadio Artemio Franchi on August 28, 2021 in Florence,Italy . (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il duello tra Bremer e Osimhen potrà essere la chiave fondamentale della gara?

Luciani - Bremer troverà pane per i suoi denti. Sarà difficile contenere un attaccante straripante come Osimhen, ma il centrale granata ha le carte in regola per farlo. Non so se sarà la chiave della partita, perché il Napoli può far male in tanti modi, sarà sicuramente una bella sfida.

Calderoni - Si sfidano il centravanti più in forma del campionato prima della pausa e uno dei centrali difensivi più forti della Serie A. Sarà un grande duello e credo che non sarà una serata semplice per Osimhen. Per Bremer sarà una nuova verifica in questa che dev'essere la sua consacrazione da leader del Torino. 

Sardo - Questo sarà uno dei duelli da cui dipenderà l'esito del match di questo pomeriggio. L'attaccante nigeriano - tra i più in forma del nostro campionato - si troverà di fronte Gleison Bremer: il difensore brasiliano è tra i pochi centrali in Serie A in grado di reggere la velocità del centravanti del Napoli. Entrambi saranno chiamati a dare il massimo. 

Ora che ci sono tre opzioni, chi scegliereste in difesa sul centrodestra?

Luciani - Per quanto piaccia a Juric, se il Torino vuole crescere deve fare un passo oltre Djidji. Ritengo che Zima sia più pronto, nonostante abbia ancora grandi margini di crescita. Non riesco invece a spiegarmi l'involuzione di Izzo, che potrebbe essere il braccetto ideale nello scacchiere del tecnico croato ma non è mai più tornato sui livelli del primo anno in granata.

Calderoni - Io personalmente darei spazio a David Zima, ma credo che Juric opterà per Koffi Djidji. Il ceco ha bisogno di crescere, il francese, pur rilanciato dal tecnico croato, resta a mio modo di vedere difensore da squadra di almeno un gradino inferiore al Torino. 

Sardo - Nonostante Djidji abbia commesso due gravi errori con Lazio e Venezia, gli darei ancora fiducia. Zima ha fatto vedere di essere potenzialmente un buon giocatore con molti margini di crescita, ma con il Napoli farei affidamento ad un giocatore di esperienza quale è il francese. 

tutte le notizie di