ToroPreview, verso Torino-Milan: “I granata hanno bisogno di Nkoulou?”

ToroPreview, verso Torino-Milan: “I granata hanno bisogno di Nkoulou?”

Istruzioni per l’uso / Ogni settimana alcune domande sul prossimo match a tre dei nostri giornalisti, che ci dicono la loro sul momento del Toro

di Redazione Toro News

Quattro domande, tre pareri in merito. I nostri pareri, a volte concordi e a volte discordanti tra di loro. Ecco ToroPreview: prima della partita, tre dei nostri giornalisti risponderanno alle domande della redazione, dicendo la loro sull’impegno che attende la squadra e in generale sul momento dei granata. Opinioni personali a volte agli antipodi, per cercare di dare una visione più completa possibile al lettore sull’argomento trattato. Questa settimana, dall’altra parte del microfono ecco i nostri Roberto Ugliono, Silvio Luciani e Nicolò Muggianu.

Il Torino non sa più vincere, il Milan è reduce dalla sconfitta nel derby. Chi sta attraversando il momento più complicato?

Ugliono – Penso che per il Milan sia un momento più pesante, perché nella memoria di giocatori e tifosi ci sono anche le delusioni passate. Il Torino, in fin dei conti, arriva da una stagione molto positiva e da un risultato importante (la vittoria dell’Atalanta). Le due debacle granata, però, non sono neanche paragonabili a una sconfitta con l’Inter. Lecce e Sampdoria sono due squadre da battere in questo momento, mentre l’Inter è un avversario veramente scomodo. Nonostante tutto penso ci sia più pressione su Giampaolo, che è chiamato a un compito arduo: vincere facendo divertire i tifosi milanisti.

Luciani – Il Toro è in difficoltà ma ha un progetto tecnico-tattico consolidato, il Milan sta facendo fatica ad introiettare i concetti del gioco di Giampaolo. A Milano c’è pressione, c’è poco tempo per imporre un nuovo modo di pensare, soprattutto se i risultati non arrivano. Per questo rispondo Milan nonostante la piccola crisi del Toro.

Muggianu – Era da tempo che non vedevo il Torino perdere due partite consecutive. Partite in cui per altro, per usare un eufemismo, non ha espresso un gioco esaltante. Penso che la mini-crisi granata sia più profonda di quella del Milan, che sta faticando parecchio per assimilare i dettami tattici di Giampaolo. Ma quando si cambia tanto è fisiologico che sia così. Stasera vincerà chi avrà meno paura di perdere.

In porta sarà Sirigu contro Donnarumma. Chi merita di essere il numero uno della Nazionale?

Ugliono – È giusto che il titolare sia Donnarumma, in fin dei conti è potenzialmente il miglior portiere al mondo. Credo, però, che se Sirigu dovesse ripetere una stagione come quella dell’anno scorso, costringerebbe Mancini a rifletterci un po’. D’altronde in campo devono andare i giocatori più forti e il sardo è stato migliore di Donnarumma la passata stagione. Stiamo parlando di due portieri fortissimi e scegliere tra uno dei due non è per niente facile.

Luciani – Sono due portieri di altissimo profilo. Sirigu è reduce da un campionato stratosferico, migliore di quello di Donnarumma. Io penso che Mancini veda in vantaggio il portiere del Milan ma per me dovrebbe dipendere dallo stato di forma che raggiungeranno in estate. Al momento direi Sirigu.

Muggianu – Lo scorso anno meritava Sirigu, quest’anno è giusto che giochi Donnarumma. Al di là del fattore anagrafico, il portiere del Milan ha fatto vedere cose migliori rispetto a quello del Torino. Che pur è stato straordinario contro Sassuolo e Atalanta. È giusto che Mancini costruisca il nuovo progetto azzurro attorno a un ragazzo del 1999 che ha già tanta esperienza alle spalle.

Nkoulou torna tra i convocati, il Torino secondo te ha bisogno di lanciarlo già dal primo minuto?

Ugliono – Penso che la risposta possano darla solo i componenti dello spogliatoio, perché solo loro sanno quale sia la situazione con Nkoulou. Da esterno, se si fa un discorso tecnico e tattico, Nicolas deve giocare a tutti i costi. È senza ombra di dubbio un elemento fondamentale per gli equilibri difensivi. Da un punto di vista umano, ritengo più opportuno mandare in campo chi non ha mai messo in dubbio la sua permanenza al Torino. Le partite, però, si giocano con i più forti, ergo…

Luciani – Secondo me Lyanco non ha sfigurato a Genova, nonostante il goal di Gabbiadini. Nkoulou è fondamentale ma va recuperato gradualmente ed è giusto che contro il Milan parta dalla panchina.

Muggianu – Se Nkoulou c’è, deve giocare dal primo minuto: questo è quello che penso. Il Torino senza di lui ha preso imbarcate di gol che mai aveva preso lo scorso anno e non può essere una coincidenza. Se la società ha deciso di perdonarlo e Mazzarri di reintegrarlo, è giusto che torni titolare. Senza se e senza ma.

Giampaolo ritrova la sua bestia nera Mazzarri: può essere Verdi la carta giusta per proseguire il trend positivo del tecnico granata?

Ugliono – Giampaolo ha sempre patito il modo di difendere di Mazzarri, basato su un uno contro uno a tutto campo fatto da giocatori molto fisici (mentre Giampaolo predilige calciatori longilinei e tecnici). Per questo motivo penso che non siano le scelte offensive a fare la differenza contro il Milan. Verdi sarà un giocatore importante per tutta la stagione, non solo contro i rossoneri. Detto ciò, sarei molto curioso di vederlo dal primo minuto, ma, se fisicamente non dovesse essere al top, lo preserverei per la partita con il Parma (squadra molto quadrata e che lascia pochi spazi). Contro il Milan si dovrebbe trovare campo, quindi spazio a Belotti e Zaza con Berenguer a supporto.

Luciani – Verdi ha dato linfa vitale al Toro quando è entrato a Genova e penso sia quasi obbligatorio lanciarlo dal primo minuto contro il Milan. Il Toro ha bisogno di qualità sulla trequarti: chi meglio di lui nel roster di Mazzarri?

Muggianu – Che Giampaolo fatichi con Mazzarri è un dato di fatto: il Torino lo scorso anno ha giocato due delle migliori partite della stagione contro la Sampdoria. È altrettanto vero però che la Sampdoria non è il Milan, e per quanto la mano di un allenatore possa fare la differenza credo che tecnicamente la partita si giocherà su un livello differente. Anche per questo Verdi sarà a mio avviso fondamentale: i tempi sono maturi, può esordire dal 1′.

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SemperFidelis - 4 settimane fa

    Il mercenario ha giocato sotto tono tutte le partite disputate quest’anno, si è rifiutato di scendere in campo col sassuolo, ha rilasciato un intervista a giornali francesi non autorizzata, ha chiesto scusa dicendo che noi non abbiamo capito.
    Dopo questo merita un posto in squadra perchè abbiamo preso 3 goal? Direi proprio di No, la domanda che mi faccio è perche in due partite il Toro non ne abbia fatto 4 contro lecce e samp obbiettivo facilmente raggiungibile, il motivo non si arriva più primi sulla palla passaggi sbagliati. Aina fuori forma, De silvestri non regge tante partite di fila, Ansaldi rotto e un centrocampo irriconoscibile sono le cause delle sconfitte, poi con il mercenario se rende come con i Wolwes siamo in una botte di ferro.
    Forza Toro #mercenario via a gennaio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio - 4 settimane fa

    E’ possibile che il concetto di coralità sia soggettivo per cui non abbia un univoco significato. Per quanto mi riguarda, per gioco corale, intendo quegli automatismi e quei movimenti quasi meccanici che portano la squadra a giocare, nella totalità dei suoi elementi, secondo un esatto copione. Per intenderci, saper sempre ciò che si deve fare in ogni momento dell’azione. Voglio precisare che a me basta questo, non chiedo la perfezione del tocco, perché comprendo bene che il piede di buoni calciatori non sia paragonabile a quello dei fuoriclasse ma, l’idea di base la richiedo. C’era un allenatore che amava dire: “ La tecnica è il pane dei ricchi, la tattica è il pane dei poveri” che tradotto significa…se non hai classe sopraffina devi ovviare con un’efficace organizzazione. Tutto questo non l’ho mai visto ma, forse, è solo colpa del mio tv per cui stasera vedrò la partita attraverso un altro apparecchio, con la speranza di vedere queste cose che ancora non ho viste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 4 settimane fa

    Tecnicamente, come il pane.
    Ma ci sono regole da rispettare, e questo vale per tutti. L’unico che aveva da parte della società il permesso di trasgredirle, era Maradona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14086320 - 4 settimane fa

    …penso che se veramente Nkoulou avesse fatto il bagno di umiltá, anche quando sai di essere il piú forte, stasera sarebbe giá in campo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      Difficile non essere umili quando si è forti… e nkoulou sicuramente è entrambe le cose. La società dichiara che è tutto superato… ovvero nkoulou deve giocare. Gerarchie? Quali? La fila la fanno quelli meno buoni, ni quelli che sanno giocare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GRISCHIANO - 4 settimane fa

    Nkoulou serve come il pane ma se la società è seria dovrebbe cercare di prolungare il contratto o venderlo all’estero a gennaio se ci fosse uno Skriniar a sostituirlo o se si punti veramente su Lyanco e Bonifazi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 settimane fa

      Per prolungare iol contratto mi sa che spara alto. Venderlo a gennaio a chi? Sceglie lui dove andare. E mi sa che può permettersi di restare in panchina fino a scadenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. frasto - 4 settimane fa

    Bisogna dare fiducia a Lyanco. Qualche errore di giovetù fa parte dell’inserimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. robert - 4 settimane fa

    scommetto che il SOMARO non fara’ giocare Nkoulou.Se cosi’ fosse sara’partita persa prima di cominciare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torole - 4 settimane fa

      Se vinciamo vedremo chi é il somaro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marcogol - 4 settimane fa

        ahhahahha abbiamo capito chi è il somaro hahahah

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. PrivilegioGranata - 4 settimane fa

      il vero SOMARO per ora ha ragliato sul forum.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. christian85 - 4 settimane fa

    C’è bisogno di attenzione da parte di tutti.
    Non è che abbiamo assolutamente bisogno di N’Koulou, il quale sicuramente è uno dei 5 più forti della rosa… abbiamo visto tutti contro Lecce e Samp che gol da deficienti abbiamo preso..

    Chi gioca dietro e difende la porta del Toro, deve metterci sempre il doppio della grinta.
    E poi, sempre senza N’Koulou abbiamo battuto l’Atalanta, grazie a 2 difensori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FORZA TORO - 4 settimane fa

    si

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paul67 - 4 settimane fa

    Nicolas deve rientrare al più presto, il mister lo sa ma lo farà rientrare gradatamente per nn minare le gerarchie della squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Ardi - 4 settimane fa

    Il problema centrale di Mazzarri credo che sia che in lui è più forte la paura di perdere che il coraggio di andarla a vincere. Di qui il record di pareggi dello scorso hanno. Questo andava bene quando le vittorie valevano due punti. In più per giocare in questo modo bisogna avere una difesa forte come quella dell’anno scorso, senza potrebbero arrivare più sconfitte che pareggi. Fondamentalmente reinserire n’koulou muoversi già ora per trovare un sostituto all’altezza, visto che non credo resterà con noi per molto tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. frasto - 4 settimane fa

      Non mi piace chi gioca, sarebbe meglio dire non gioca per il pari però due punti o tre l’anno scorso ha fatto il record di punti. Anche se ribadisco non è degno giocare sempre per il pari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fabio - 4 settimane fa

    Il Toro non ha bisogno di Nkoulou, diciamo piuttosto che Nkoulou sia indispensabile per il Toro. Ma, una volta detta questa verità, che ha fondamento in fatti reali, dovremmo aggiungere, senza che il Sig. Mazzarri si senta offeso, che per la squadra sia indispensabile anche una migliore organizzazione tattica. Quello che gli allenatori da tastiera quale io sono definiamo “avere un gioco”. Il Toro non è organizzato tatticamente, non ha un gioco corale e non dispone di quegli automatismi che rendono più facili le giocate. Tutto è affidato all’estro dei singoli, che non mi sento di ritenere che i nostri giocatori possiedano in dosi massicce. La manovra non è fluida perchè è inesistente quel “gioco senza palla” che è più importante della giocata in possesso di palla perché, la stessa, da esso dipende. Lo affermo con tutto il rispetto che devo ad una persona che fa questo mestiere in maniera seria e professionale, ma non per questo posso negare ciò che vedo e tutti possono vedere in modo evidente. Penso che quando le cose non stanno funzionando sia doveroso cambiare qualcosa, anche sovvertendo il proprio credo e ammettendo i propri errori, perché da questi, una persona intelligente, può mutarli in pregi ed in alternative insperate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GRISCHIANO - 4 settimane fa

      Io penso il contrario di te sul Toro: credo che abbiamo una buon gioco corale, la squadra si muove in sintonia per tutta la partita. Ci mancano molto le iniziative individuali perché complessivamente siamo tecnicamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GRISCHIANO - 4 settimane fa

        … scarsi e solo pochi elementi sanno saltate l’uomo ed è per questo che è stato acquistato Verdi, un uomo da inserire nella coralità di addomesticare l’avversario in attesa del guizzo giusto. È un mio pensiero.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Dario61 - 4 settimane fa

    Comunque sia lyanco merita altre occasioni non lo si può giudicare dall’errore contro la Samp che poi e stata viziata da un fallo .. certo che sì schierasse izzo nkoulu lyanco è tanta roba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 4 settimane fa

      fratello se riguardi l’azione ti accorgi che il pallone voleva spazzarlo di sinistro..ebbe’ sicuramente il suo sinistro non è come il suo piede destro..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PiazzistaDiSeggiolini - 4 settimane fa

        Allora chiedine la testa, nello stesso modo in cui NON lo fai con Mazzarri…!!

        Se dovessimo valutare Uolter per tutto quello che ha combinato, a quest’ora sarebbe disoccupato da un bel pezzo…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 4 settimane fa

          fratello io chiederei a Uolter di non far giocare lyanco a centro sx. essendo un destro!..Moretti era piede sx.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PiazzistaDiSeggiolini - 4 settimane fa

            Sappiamo tutti benissimo che una delle specialità di uolter è quella di snaturare i ruoli dei giocatori, sottoponendoli ovviamente a delle pessime figure.

            La richiesta sarebbe inutile: non riesce ad arrivarci proprio a certe ovvietà.

            Mi piace Non mi piace
  14. daunavitagranata51 - 4 settimane fa

    cmq sia sono 4 partite del TORO DA DIMENTICARE PER IL NON GIOCO ESPRESSO, IO ASSOLUTAMENTE OPTEREI NEL FAR GIOCARE I NUOVI ACQUISTI E RIGOROSAMENTE NKOULOU, SENZA SÈ E SENZA MÀ, TANTO PEGGIO DI COSI NON PUÒ ANDARE TIFOSO DA UNA VITA GRANATA, CIAO FEDELISSIMI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. eurotoro - 4 settimane fa

    i granata hanno bisogno di nkoulu come io ho bisogno di una belein che non me la da!…se ha la testa giusta che giochi..altrimenti tra 3 mesi fuori dai c……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      Certo, dopodiché se la società dichiara in sala stampa che il caso è chiuso e tutto è rientrato nella norma con buona pace del giocatore… cosa si deve ancora aspettare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. prawn - 4 settimane fa

    Nkoulou si’: sicurezza in difesa
    Lyanco: proviamolo per piu’ di una partita, magari e’ bravo

    cmq vada sara’ un successo, i problemi sono (anche) altrove

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. abatta68 - 4 settimane fa

    Non ho capito cosa si intende quando si dice che il giocatore deve avere il tempo per essere integrato. Nkoulou vive, mangia e gioca nel toro da un paio di anni! Si è allenato, conosce la difesa a memoria, è uni dei pochi giocatori di valore assoluto che abbiamo… vista deve aspettare? Il tram che lo porti allo stadio? Sirigu Izzo e nkoulou sono tre giocatori che nessuna altra squadra ha in Italia, cerchiamo di darci una svegliata se vogliamo combinare qualcosa, anche perché se viene messa in discussione la difesa siamo a posto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. pinco pallino - 4 settimane fa

    Ragazzi ma questo che giornalismo è?
    Sembra un accozzaglia di articoletti per far sfogare gli utenti,
    boh
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Chiaro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Cerutti_Gino - 4 settimane fa

    Domanda ai colleghi di tifo: ma secondo voi Nkoulou è “adattabile” a centrale di sinistra? D’altronde ha passo, tiene fisicamente su tutti (agili e rapidi, tanto quanto grossi e fisici), ha ottima visione di gioco, buon piede, senso della posizione. A mio avviso la difesa più “forte” per noi sarebbe: IZZO – LYANCO – NKOULOU.
    (Bravi sia nel difendere che nel palleggio per costruire l’azione dal basso).

    W TORO E SOTTO ALLA GRANDE STASERA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 4 settimane fa

      Ho sempre visto Nkoulou come centrale, Per me IZZO – NKOULOU – BONIFAZI … Poi basta che chi sceglie mister faccia il suo dovere! Lo scorso anno eravamo quasi sempre ordinati, concentrati, dobbiamo tornare così, poi per come sono fuori io a sinistra metterei pure Buongiorno della primavera, sinistro naturale mi piace davvero tanto e spero vada lontano nel Toro, ma queste sono solo fantasie personali

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy